25.3 C
Pisa
venerdì 17 Settembre 2021

Anche Nardini presente al flash mob: Recepito dal vivo la preoccupazione

TOSCANA. Tema Discarica della Grillaia, Nardini, insieme anche a Mazzeo e Pieroni, ha partecipato alla manifestazione: “Occupiamoci del governo pubblico della soluzione”

A seguito del flash mobile di protesta organizzato a Terricciola per dire No alla Grillaia, ecco la dichiarazione di Nardini:

“Ieri pomeriggio ho partecipato alla manifestazione organizzata a Terricciola perché credo che una Consigliera Regionale debba stare sul territorio, ascoltarne le istanze, recepire dal vivo le preoccupazioni dei cittadini e le richieste degli amministratori.

Ci sarò con la piena convinzione che la richiesta di revisione della decisione alla Regione e ai tecnici che hanno istruito le carte non basti: penso che vada messo sul tavolo della discussione un percorso di metodo e di merito in grado di governare il problema della messa in sicurezza della discarica della Grillaia, per troppo tempo rimasto insoluto.

Per questo io credo che l’unica strada per dare concretezza a una legittima preoccupazione del territorio sia quella di costruire una filiera pubblica del governo della soluzione rifuggendo da un lato la demagogia di chi usa la vicenda come pure propaganda politica per rastrellare qualche mi piace sui social e, dall’altro lato, soluzioni non sostenibili sotto il profilo tecnico ed economico.

Penso, – continua la Consigliera Nardini – che Regione Toscana debba mettersi a disposizione per guidare, accompagnare e vigilare il percorso di messa in sicurezza della discarica. Una discarica che ha visto interrotto il proprio ciclo di vita senza la fase più delicata ed importante dal punto di vista ambientale, la messa in sicurezza definitiva, rischia di essere appunto una bomba ambientale.

Penso che i Comuni debbano partecipare a ogni fase della costruzione della soluzione poiché sono i soggetti pubblici più capaci di interpretare e farsi carico, con responsabilità, dei bisogni delle comunità.

Penso che gli operatori industriali pubblici che in Valdera si occupano della filiera integrata del trattamento dei rifiuti debbano essere chiamati a un tavolo perché forniscano le proprie competenze ed esperienze tecniche, la propria capacità imprenditoriale e la solidità economica a disposizione di un progetto che deve avere un solo obiettivo pubblico: mettere finalmente in sicurezza una discarica che da troppi anni è in cerca di una soluzione condivisa e sostenibile.

Le garanzie da mettere in campo per rispondere con visione e prospettiva concreta alle ragioni della protesta io credo che debbano essere quelle che ammantano del profilo pubblico i soggetti chiamati ad operare: Regione, Enti Locali e tessuto industriale.

Per farlo – conclude Nardini – servirà trovare strumenti tecnici, giuridici ed economici per togliere dal ventaglio delle soluzioni una gestione privata della messa in sicurezza della discarica”.

Ultime Notizie

Nuovi medici a Calcinaia, Bientina, Buti e Santa Maria a Monte

Medici di famiglia: la Asl Toscana Nord Ovest informa che : a Pisa e provincia arrivano Russo, Lenzi, Bracaloni e Massei.L'Azienda USL Toscana nord...

FiPiLi, riapre una corsia direzione Firenze, due direzione Mare, ecco quando

I lavori sulla SGC FiPiLi nel tratto in corrispondenza del km10+500 sono in via di conclusione.I lavori sulle opere strutturali in cemento armato, resi...

Ospedale Volterra, dopo le nubi arriva il sereno? Preoccupa la mancanza di cardiologi

VOLTERRA, VAL DI CECINA. Un incontro positivo, quello del Comitato Pro Ospedale e il sindaco di Castelnuovo Alberto Ferrini, avvenuto lunedì 13 settembre. "Siamo soddisfatti...

Museo Archeologico di Peccioli: diventerà l’unico della Valdera?

Potrebbe diventare il primo e unico Museo Archeologico della Valdera: c'è grande attesa per la risposta della Regione Toscana. Negli ultimi anni, Peccioli ha...

“Donare è vita” al ‘Piero Masoni’ di Fornacette

Sabato 25 settembre, un triangolare di calcio per promuovere la donazione di organi e tessuti. E’ tutto pronto al 'Piero Masoni' di Fornacette per sabato...

Cascina investe nella scuola: interventi per 600.000 euro

600.000 euro utilizzati per i lavori di manutenzione degli edifici scolastici. Nel dettaglio, le schede riassuntive degli interventi. Le scuole cascinesi sono ripartite a pieno...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Studente dell’università di Pisa sparito nel nulla, il padre: “Aiutatemi a trovarlo”

PISA. Francesco Pantaleo, studente di ingegneria informatica all'Università di Pisa, ha fatto perdere le sue tracce da sabato 24 luglio. Il giovane è uscito...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Sport e associazionismo in lutto, Santa Maria a Monte piange Rossano Lazzerini

SANTA MARIA A MONTE. Se ne è andato a 67 anni a causa di un male incurabile, Rossano Lazzerini.  Originario di San Giovanni alla Vena,...