20 C
Pisa
venerdì 18 Giugno 2021

Toncelli: Bene Franconi, ma si ricordi che…

PONTEDERA. Fabiola Toncelli la consigliera comunale all’opposizione del Movimento 5 stelle tuona sulla questione sanitaria, che a suo dire in Toscana non è stata capace di assolvere al proprio ruolo in maniera efficace:

“L’epidemia ha evidenziato un sistema sanitario Toscano fragile, – scrive Toncelli – non quel bel sistema efficiente e ben organizzato di cui il governatore era fiero e minacciava di denuncia coloro che lo criticavano”.
“ Il sistema sanitario è risultato sprovvisto di un piano di emergenza in caso di epidemia, o se c’era, è rimasto nel cassetto. Un sistema che crea un carrozzone, L’ESTAR che dovrebbe essere di supporto al servizio sanitario e non è capace di programmare i fabbisogni dei dispositivi medici, dei reagenti e dei farmaci, e non solo in emergenza”.
“Regione che non è capace di tutelare i suoi operatori disattendendo la legge 81 / 08 per la sicurezza sul posto di lavoro e per lavarsi la coscienza ha monetizzato il rischio”.

“All’inizio dell’epidemia – scrive Toncelli – Rossi, Saccardi, Giani e Mazzeo si sono affannati a elogiare il Sistema sanitario pubblico e hanno annunciato niente più privato, ma come sempre accade loro parlano bene ma razzolano male. E così si assiste alla politica della privatizzazione di alcuni settori sanitari, come già  annunciato da Rossi nel marzo 2019”.
“E per quelli che dicono che in Toscana la sanità privata non ha la stessa percentuale di quella Lombarda, Veneta ed Emiliana  noi diciamo che il servizio sanitario deve essere pubblico senza se e senza ma”.
“E così vediamo negli ultimi giorni, – ribadisce la politica pontederese –  che i test sierologici per il Covid, vengono affidati ad alcuni laboratori privati fornendo loro  i kit, comprati con i soldi dei contribuenti toscani. Si continua con gli interventi di elezione e le visite specialistiche  che vengono inviate alle case di cura private, sottraendo così risorse che potrebbero essere investite nelle strutture pubbliche”.

“Perché non vengono utilizzati i presidi ospedalieri come Volterra, Cecina, Piombino o  della Lunigiana”?
“Perché non vengono utilizzati gli specialisti ospedalieri nel territorio”?
“Già, il territorio, che in questa emergenza ha dimostrato la sua importanza, anche se nella fase più critica è stato abbandonato a se stesso”.

“Dal territorio può e deve nascere l’idea e la conseguente realizzazione di un nuovo sistema sanitario perché è nel territorio che si possono conoscere i bisogni sanitari e sociali delle persone”.
“Giudichiamo positivamente le scelte fatte in questa emergenza dall’amministrazione Franconi – Scrive Toncelli Movimento 5 Stelle – anche se dobbiamo fargli l’appunto del suo non intervento sulla fabbrica Piaggio per la tutela della salute degli operai nemmeno dopo gli scioperi spontanei. Si ricordi, il Sindaco, – conclude Fabiola Toncelli –  che è lui il garante della salute dei suoi cittadini e forse è per fortuna o per puro caso che non si è verificato lo stesso numero di infezioni del triangolo industriale di Bergamo”. 

Ultime Notizie

“RICAMO D’ANIMA”: la poetessa Carmen Talarico approda nelle librerie con il suo quarto libro

"La scrittura è quel respiro d’anima che toglie il respiro tanta è la sua forza curatrice, guaritrice e trasformatrice".Carmen Talarico è così che ama...

La fiera di Cascina sarà recuperata il 29 giugno

CASCINA. Sarà sempre nel martedì dopo l’ultimo lunedì del mese, ma a giugno anziché a maggio.Il mercato della fiera di Cascina torna martedì prossimo,...

Caos rifiuti, cassonetti non svuotati a Terricciola: “Serve un cambio del servizio”

TERRICCIOLA. Il gruppo consiliare Terricciola SiCura denuncia le criticità inerenti al mancato svuotamento di alcuni cassonetti della spazzatura presenti a La Rosa."Cassonetti stracolmi di...

Alla Biennale di Venezia protagonista “Voci”: il progetto che racconta Peccioli e le sue bellezze

PECCIOLI. Un autobus che da Peccioli si è mosso in direzione Venezia. Poi il trasferimento, lungo i canali, direttamente all'Arsenale. Dove un gruppo di...

Rubavano gioielli e pietre preziose in abitazioni: arrestate le due ladre

Ricettazione continuata in concorso, è questo il capo d'accusa ascritto a due donne arrestate quest'oggi dai Carabinieri.SAN MINIATO. I Carabinieri della Compagnia Carabinieri di San...

9 ore sotto torchio, poi crolla: ”Sono io l’assassino di Maria Kristina Novak”

E' Francesco Lupino l'assassino di Maria Kristina Novak.  Lo scorso 23 marzo nel giallo della scomparsa della Novak, che lavorava in un night di Altopascio...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...