15.9 C
Pisa
mercoledì 5 Maggio 2021

Pontederesi mobilitati per la solidarietà, 340 scatole raccolte

PONTEDERA. Raccolte circa 340 scatole di Natale di solidarietà a Pontedera. Cittadini e associazioni mobilitati per una bella iniziativa. 

L’iniziativa prende spunto da una idea nata a Milano: mettere in una scatola di scarpe vuota, un indumento caldo, qualcosa di goloso, un passatempo, un prodotto utile per la cosmesi e – più importante di tutti – un biglietto gentile. Poi la scatola va incartata e decorata, come un regalo da lasciare sotto l’albero. Così la “Scatola di Natale” solidale è pronta per essere consegnata ai più bisognosi.

L’idea è piaciuta anche a Pontedera dove ha trovato tre gambe su cui camminare: l’”Associazione I love Vale”, “Pontedera nel Cuore” e la “Gnegne’s Bakery” .
Grazie all’azione di questi tre gruppi in pochi giorni sono state raccolte circa 340 scatole con l’aiuto di tanti cittadini. E’ stato poi chiesto aiuto al Comune per individuare i possibili beneficiari della campagna di solidarietà.


Ieri in Comune c’era Eugenio Leone, responsabile del Banco Alimentare, in rappresentanza del cooordinamento delle associazioni che lavorano sul territorio per sostenere i soggetti fragili (e che raccoglie le tre articolazioni cittadine della San Vincenzo, ma anche la Misericordia e alcune strutture parrocchiali e caritatevoli) che ha accolto e ringraziato per questa azione generosa.


Alla presentazione dell’iniziativa stamani hanno partecipato anche il vicesindaco Alessandro Puccinelli e l’assessore al Sociale Carla Cocilova che hanno voluto anche rendere informatra la cittadinanza del valore e della bellezza di questo gesto.
“Il Comune – ha detto l’assessore Carla Cocilova – ha avuto un ruolo nel far incontrare i promotori dell’iniziativa con coloro che avrebbero potuto distribuire i beni raccolti: siamo stati felici di questa iniziativa che rappresenta la ricchezza della nostra comunità. Ci risulta che anche altre realtà del territorio abbiano realizzato in autonomia una analoga raccolta. Un ringraziamento sincero a tutte queste realtà”.
“Noi ci sentiamo arricchiti – ha commentato il vicesindaco Puccinelli – quando vediamo queste iniziative sul territorio, perchè ci danno il segno che esiste un tessuto attivo. Tutto questo ci da anche forza per agire ed operare. Il nostro ruolo in questi casi è solo sussidiario ma per noi è particolarmente importante sapere che a Pontedera il senso della comunità è forte”.


“Ci siamo mobilitati volentieri per questa iniziativa – hanno commentato i rappresentanti dell’associazione I Love Vale – che è in linea con il nostro spirito associativo. Abbiamo racccolto in pochi giorni circa 68 pacchi, in particolare a Montecastello, grazie al passaparola tra le famiglie e all’azione dei volontari”. Erano presenti stamani per l’associazione: i genitori di Vale, Luciano Parentini e Laura Baldini, e le volontarie Linda Turini e Egizia Luci.
“Tutto è nato dal fatto che mi ero resa conto nella mia panetteria a Pardossi, che alcuni cittadini avevano delle difficoltà serie – ha raccontato Agnese Babiarz di “Gne Gne’s Bakery” – e allora ho deciso di fare qualcosa. Sapevo di questa iniziativa e l’abbiamo sostenuta e realizzata anche nella nostra frazione, raccogliendo circa 70 scatole”.
“Anche noi ci siamo mobilitati con la nostra associazione – dice Serena Nesti di Pontedera nel Cuore – riuscendo a raccogliere circa 200 scatole e trovando grande generosità tra le persone”.
Alla cerimonia in Sala consiliare stamani erano presenti anche i rappresentanti delle tre articolazioni territoriali della San Vincenzo de Paoli (Giovanni Diomelli, Rossano Salcioli e Emanuela Fredianelli).

Ultime Notizie

Terricciola SiCura, critiche al bilancio: “nessun sviluppo per il territorio”

"Bilancio senza ambizioni, zero aiuti ad attività e famiglie"E' il commento di Terricciola SiCura a seguito dell'approvazione del bilancio di Terricciola, la nota politica...

Pontedera: ladri di biciclette, la storia si ripete

PONTEDERA. Non è raro leggere sui gruppi social di furti di bici che oramai da tempo si ripetono. Ladri di biciclette è un film del...

Vaccini 60-64enni: prenotazioni dalla prossima settimana

Partite oggi le prenotazioni per i 65-69enni. Gli over 70, che non hanno ancora prenotato, possono farlo sul portale regionale o attraverso il numero...

Scontro tra un’auto e una moto, un ferito in ospedale

Nel primo pomeriggio di oggi, un incidente in località Chiesino in via Salvo D'Acqisto ha visto il coinvolgimento di un'auto e di una moto....

Evadono dai domiciliari, in arresto una coppia

Arresto per una coppia evasa dai domiciliari. Più nel dettaglio, i militari della Sezione Radiomobile hanno rintracciato i due, già sottoposti agli arresti domiciliari, notificando loro un’ordinanza...

Usl Toscana Nord Ovest, le positività di oggi, 5 Maggio

Nell’Azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 5 maggio, sono 208. PISA: 21 nuovi casi positivi di cui: Cascina 4, Fauglia 1,...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...