12.5 C
Pisa
martedì 18 Maggio 2021

Zona arancione, i ristoratori chiedono di salvare almeno il fine settimana

PISA. ”Se i numeri dei contagi non potranno scongiurare il ritorno nella zona arancione, almeno salviamo quel poco che resta di salvabile spostando a lunedì il cambio di colore”.

Questo l’appello dei ristoratori pisani alla vigilia del probabile passaggio dopo cinque settimane nella zona arancione della Toscana, passaggio che vuol dire per loro il ritorno esclusivo alla modalità di asporto. “I numeri dell’ultima settimana non sono incoraggianti – spiegano il vicepresidente del sindacato Fiepet Pisa di Confesercenti Toscana Nord Luca Pisani ed il responsabile pubblici esercizi centro storico Federico Benacquista – e quindi non ci attendiamo niente di buono per la prossima settimana. C’è però da provare a salvare il fine settimana, considerando che domenica sarà San Valentino. Abbiamo già prenotazioni per il pranzo ovviamente e soprattutto gli ordine della merce. Sapere venerdì che non potremo aprire sarebbe una tragedia in un periodo già drammatico”.

Confesercenti Toscana Nord che in queste ore ha un filo diretto con la Regione ed in particolare con il presidente del consiglio Antonio Mazzeo. Ancora Pisani e Benacquista. “Non possiamo prolungarequesto stato di incertezza. Non siamo attività che possono sapere anche un’ora prima se chiudere o aprire. Abbiamo fatto presente alla Regione la necessità, nel caso non si possa evitare il passaggio in arancione, che il provvedimento scatti almeno da lunedì. Tra l’altro per questa settimana il cambio di colore di alcune regioni è stato sancito dal ministro Speranza proprio a partire da lunedì 8. L’appello che rivolgiamo al presidente Giani è di farsi promotore nei confronti del governo per salvare almeno la prossima domenica”.

Rimane comunque la questione di superare il divieto di aprire a cena nella zone gialle e di aprire al pubblico in quelle arancioni. Concludono i due dirigenti Fiepet Pisa Confesercenti Toscana Nord. “I nostri rappresentanti nazionali hanno presentato al Comitato tecnico scientifico nuovi protocolli per allentare le restrizioni: obiettivo aprire la sera nelle zona gialle ed a pranzo in quelle arancioni. I margini scientifici ci sono, attendiamo la decisione politica del nuovo governo. Nuovo governo che dovrà affrontare anche il tema dei ristori, scomparsi dai radar, che chiediamo siano parametrati sull’intera perdita di fatturato delle attività”.

Ultime Notizie

Calcinaia, un arcobaleno contro l’odio e le discriminazioni

Il Comune di Calcinaia celebra la Giornata Internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. La sera di Lunedì 17 Maggio il Palazzo Municipale sarà...

Cascina: incidente in FiPiLi, fino a 7 km di coda

Si susseguono giornalmente gli incidenti in FiPiLi, altri vengono segnalati in queste ore. Altri incidenti in FiPiLi questo pomeriggio intorno alle 17,30 in prossimità dell'uscita...

Riaperture, Draghi: coprifuoco alle 23 e dal 21 giugno abolito

La proposta di Draghi verrà discussa in queste ore, di seguito una possibile bozza.  Se ne discute in queste ore, la proposta del presidente Draghi...

Vaccino Covid, al via le prenotazioni per le annate 1972-1973

Aperte le prenotazioni per le persone nate nel 1972 e nel 1973. Le persone di 49 e 48 anni quindi da adesso potranno prenotare nei...

Iginio Massari alla ricerca di pasticcieri per la sua nuova pasticceria in Toscana

Il pasticciere più conosciuto d'Italia, Iginio Massari, è pronto ad aprire anche in Toscana una sua pasticceria. La nuova attività aprirà a Firenze e...

Strappa una collanina ad una donna: scippatrice seriale mette a segno l’ennesimo colpo

CASCINA. Un ladro seriale si aggira indisturbato per il territorio cascinese.  Molte le segnalazioni che giungono attraverso mezzo social, ultimo sul gruppo Facebook ''Sei di...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...