4.5 C
Pisa
venerdì 2 Dicembre 2022

Pisa, missione nello Zambia per il dottor Gian Luca Gatti

Con un collega di Aoup e altri chirurghi veterani di missioni come lui  hanno operato in Africa più di 80 bambini affetti da labiopalatoschisi.

Questa volta Gian Luca Gatti, chirurgo plastico responsabile del Percorso labiopalatoschisi dell’Aoup, è volato nel sud dell’Africa, al Belt Cure Hospital pediatrico di Lusaka nello Zambia per l’ennesima missione umanitaria da spendere nei giorni di ferie. Ha raggiunto il Paese insieme al collega chirurgo plastico di Aoup Matteo Ragoni e con gli amici/colleghi di sempre: Marco Stabile (Chirurgia plastica Ausl di Piacenza) e Silvio Podda (Chirurgia plastica/craniofacciale e pediatrica del San Joseph Hospital di New York).

Una settimana ai primi di novembre piena di emozioni, pur nelle tante difficoltà di operare negli angoli più remoti della Terra, in strutture dove spesso gli standard non sono gli stessi degli ospedali in cui sono abituati a lavorare.

Ma lo spirito di squadra, l’esperienza pluriennale, l’alta specialità e l’affiatamento sono le caratteristiche che fanno la differenza e producono risultati, anche laddove la malaria è endemica e i letti sono avvolti nelle tende anti-zanzare come a Lusaka.

Così i numeri di questa missione africana parlano di oltre 80 bambini operati di labiopalatoschisi, una malformazione caratterizzata da schisi del labbro, dell’osso mascellare e del palato che, se affrontata chirurgicamente in fase neonatale, ha risultati eccellenti con interventi di correzione scheletrica a fine crescita (rinosettoplastica o correzione di malocclusione). Qualora invece, in contesti disagiati come l’Africa, i bambini non possano operarsi prima di aver raggiunto qualche anno di età, gli interventi sono comunque risolutivi dei principali problemi connessi alla malformazione, anche dal punto di vista estetico, grazie a tecniche chirurgiche ormai standardizzate in letteratura e nei protocolli scientifici (fra cui la periostioplastica, tecnica ideata in Aoup decenni fa dal professore Alessandro Massei e praticata oggi dai suoi successori, consistente nella capacità di sfruttare la neo-produzione spontanea di osso nella sede della schisi per evitare innesti ossei nei due terzi dei pazienti operati).

La scuola pisana di chirurgia plastica in questo specifico settore è ormai di riferimento in tutta Italia risalendo ad almeno cinquant’anni fa e l’attrattività del percorso assistenziale sulla labiopalatoschisi, costituito da un team multidisciplinare (chirurgo plastico, anestesista, otorinolaringoiatra-foniatra, genetista, ginecologo esperto in diagnosi prenatale, pediatra, ortodontista, logopedista e psicologo) fa sì che i numeri siano elevati: ogni anno a Pisa vengono operati circa 150 pazienti. Stavolta la missione si è svolta con il sostegno dell’associazione Smile Train ma negli anni – sono circa 15 anni che Gatti parte, talvolta in compagnia di Alessandro Giacomina, ora con Matteo Ragoni – sono stati supportati da Operation Smile e l’Aicpe-Associazione italiana di chirurgia plastica che forniscono il materiale di sala operatoria. Il resto è a carico dei professionisti, che ci mettono il cuore e l’anima per restituire il sorriso ai bambini meno fortunati del pianeta

Ultime Notizie

Frontale in superstrada: morto conducente contromano, un ferito grave

L’incidente in superstrada è costato la vita al conducente di 83 anni a bordo dell’auto contromano, nel frontale ferito un uomo di 44 anni. L’incidente...

Cominciati i lavori sugli orti urbani a Pontedera: assegnazione con bando

I lavori sugli orti urbani sono cominciati a Pontedera e proseguiranno nel mese di dicembre: l’assegnazione su bando, con categorie prioritarie. Sono partiti i lavori...

Saldi, data unica: via il 5 gennaio anche a Pisa e provincia

A gennaio via con i saldi anche a Pisa e provincia: la regione Toscana ha deliberato ufficialmente la data d'inizio, data unica per tutta...

Santa Maria a Monte piange il suo storico barista ‘Grappino’

Morto Giancarlo, per tutti 'Grappino', storico barista di Ponticelli: molti i messaggi di cordoglio. SANTA MARIA A MONTE – E’ morto Giancarlo Botti, per tutti...

Adolescente ruba moto a Marina di Pisa ma viene beccato dalla polizia

Una Honda rubata a Marina di Pisa da un adolescente, fermato dalla polizia: la moto riconsegnata al proprietario. PISA - Nel pomeriggio di ieri, mercoledì...

Covid Valdera, il mese delle feste comincia con 71 nuovi casi

Questi i dati accertati sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Sono 2.011 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Toscana: 2.413 nuovi casi Covid e 18 decessi, in calo pressione su ricoveri

CORONAVIRUS. 2.413 nuovi casi, età media 37 anni. Sono 18 i decessi. I ricoverati sono 826 (20 in meno rispetto a ieri), di cui 55...

Muore noto volontario della Misericordia

Se ne va un uomo molto conosciuto e stimato per il suo impegno verso la collettività. PONTEDERA. Le comunità di Treggiaia e Forcoli piangono la...

Striscia la Notizia a Palazzo Blu

Il servizio è andato in onda su Canale 5 ieri. PONTEDERA. Striscia La Notizia, il noto programma televisivo trasmesso su Canale 5, ha realizzato un...

“Bientina accende il Natale”: ecco la pista di pattinaggio sul ghiaccio!

Presentata per la prima volta la pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza. Tanti eventi e un’illuminazione natalizia più sostenibile. Arriva il Natale e Bientina si...

Introvabile una persona, scattate le ricerche a Caprona

La comunicazione giunge nel primissimo pomeriggio di oggi domenica 27 novembre. Una persona è introvabile a Caprona, sono già scattate le indagini dei Carabinieri. Alle ricerche...

Muore ex insegnante e volontaria, comunità in lutto

PONTEDERA. Tutti la ricordano come una grande donna, una persona speciale, un punto di riferimento per tutti i colleghi. E' venuta a mancare ieri...