17 C
Pisa
sabato 15 Maggio 2021

Lega Ponsacco: ”I fatti non valgono un terzo delle promesse”

PONSACCO. Riportiamo il seguente comunicato, giunto direttamente dalla Lega di Ponsacco e a firma di Pericle Tecce.

“In data 23/12/2020 l’amministrazione comunale sul sito del Comune comunicava la messa a disposizione di un fondo di 100.000 € per sostenere i commercianti e le partite IVA di Ponsacco, visto il momento drammatico dal punto di vista economico causato dalla Pandemia e dalle misure restrittive dovute alla stessa. Per poter accedere a questi contributi a fondo perduto venivano indicati dei parametri di ‘accesso’ all’interno del bando, il quale scadeva alle ore 12:00 del 22/01/2021.
La notizia è stata, come sempre, propagandata sulla stampa e sui social con l’enfasi che è propria del modo di comunicare di questa amministrazione. Di per sé una buona notizia per coloro i quali hanno pagato a caro prezzo i lunghi periodi di chiusura, vedendo dimezzato o addirittura azzerato il proprio fatturato.
La Lega Ponsacco però colse immediatamente alcune criticità che avrebbero rischiato di vanificare o di rendere poco efficace questo intervento: una su tutte il bando chiedeva di indicare al richiedente “di essere in regola con i versamenti dei tributi comunali già emessi e scaduti” e “di essere in regola con i versamenti dei contributi previdenziali e assicurativi (DURC)” Ovviamente, visto il lungo periodo di difficoltà, sarebbe stato prevedibile che molte attività avessero avuto problemi con dei pagamenti, ovviamente non per una cattiva volontà ma per appunto l’enorme danno economico subito. – continua la nota stampa in oggetto – Mettere dunque questi rigidi ‘paletto’ nel bando, in una situazione di tale ‘straordinarietà’, ha fatto sì che molti commercianti o partite Iva non abbiamo potuto accedere a questi fondi, quindi oltre al danno la beffa! Come più volte è stato detto da più parti, quando si trattava di dover chiudere le attività: questi sono come tempi di guerra! E allora, diciamo noi, in tempo ‘di guerra’ non si può gestire l’emergenza con strumenti adatti al ‘tempo di pace’. Era naturale che molte attività potessero avere delle lievi sofferenze o delle ‘cartelle’ scadute alle quali non erano riuscite a far fronte, giustappunto per questo era necessario un accesso meno rigido ai fondi in modo da poter davvero aiutare chi più di altri era in profonda difficoltà. – prosegue – Come sempre l’amministrazione non ha sentito ragioni. Sapete qual è stato il risultato? A fronte dell’annuncio trionfale dell’Amministrazione dei 100.000 € a disposizione arriveranno nelle tasche delle imprese ritenute idonee, un totale di sole 39 imprese, esattamente un complessivo di 27.588 euro. Neanche un terzo dei 100.000 propagandati. A fronte di questi ben 21 richieste sono state scartate. Ancora una volta il ‘buon senso’ non ha contagiato l’amministrazione che ha voluto rimanere ferma sui propri punti con una rigidità incomprensibile di fronte alla situazione drammatica che stiamo attraversando. Se le regole di accesso al bando, come suggerito dalla Lega Ponsacco, fossero state meno stringenti con tutta probabilità si sarebbe riusciti a sostenere molte più imprese e in modo più consono e soprattutto saremmo riusciti a ridistribuire tutti e 100.000 euro tanto pubblicizzati. Per l’ennesima volta tra l’annuncio in pompa magna dell’Amministrazione e la reale efficacia dei suoi provvedimenti c’è di mezzo un mare…un mare di soldi, in tempi come questi, (72.400 euro circa) non distribuiti! E tutto per la poca lungimiranza di chi amministra il Comune.” – conclude il Coordinatore Comunale Lega Ponsacco, Pericle Tecce.

Ultime Notizie

Covid-19: il bollettino sanitario di oggi, venerdì 15 maggio

Coronavirus Toscana, 491 nuovi positivi, età media 37 anni; 19 i decessi. E' la sintesi del nuovo  bollettino sanitario reso pubblico da regione Toscana...

Vicopisano, territorio comunale sempre più cardioprotetto

VICOPISANO. 19° DAE-defibrillatore semiautomatico esterno installato dall'Amministrazione Comunale in località Guerrazzi. "Il DAE , spiega l'Assessora alle Politiche Sociali, Valentina Bertini, è già stato...

Luci “green” per il centro di Cascina

CASCINA. È in calendario prima del 15 settembre la partenza dell’intervento di riqualificazione energetica, con adeguamento normativo, per gli impianti di illuminazione pubblica del...

Chiuso il triplice intervento sull’acquedotto di Peccioli

PECCIOLI. Prosegue l’impegno di Acque SpA per migliorare il servizio per qualità e continuità. Completamente risanati 550 metri di tubazioni, per un investimento da...

Bientina riporta in scena la convivialità grazie allo Street Food

BIENTINA. Weekend all'insegna del buon cibo e della convivialità tra le strade di Bientina (come vi abbiamo già annunciato QUI). Soddisfazione e orgoglio anche...

La Toscana non ci sta: gli umbri non si possono vaccinare nella nostra Regione

L'accesso alla vaccinazione è consentito esclusivamente a chi è  residente o domiciliato in Toscana “per motivi di lavoro, di assistenza familiare o per qualunque altro...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...