24.8 C
Pisa
lunedì 3 Ottobre 2022

“Ci auguriamo che questo Paese inizi ad occuparsi dei giovani”

Di seguito il comunicato stampa della Fondazione Charlie ONLUS su un’importante attività di studio e analisi dati relativo alla disoccupazione e all’inattività giovanile, realizzata in collaborazione con Yoodata.

Fondazione Charlie, realtà da oltre 30 attiva nel contrasto del disagio giovanile grazie anche al suo Telefono Amico, amplia gli orizzonti e si caratterizza sempre di più come punto di riferimento nazionale nello studio della condizione giovanile.

Dopo la presentazione dell’indagine di sociologia open “Pianeta adolescenza”, la fondazione ha infatti puntato gli occhi su un problema annoso del nostro Paese: la disoccupazione e l’inattività giovanile. Lo ha fatto partendo dai dati forniti dall’ISTAT e da una loro analisi ed elaborazione realizzata in partnership con Yoodata.

I primi dati disponibili risalgono al 2004 e impongono quindi una riflessione: cosa è accaduto su questo fronte negli ultimi 18 anni? “Chi è nato allora oggi è maggiorenne – osserva il presidente di Charlie Angelo Migliarini – e quale Paese trova? Quali prospettive lo attendono?”. Dopo i picchi raggiunti tra il 2013 e il 2015, la disoccupazione giovanile è calata con costanza, ma mai fino a scendere sotto i livelli del 2004. Ciò che invece è aumentato moltissimo, nella fascia tra i 15 e i 24 anni, è il tasso di inattività, cioè il numero di giovani che il lavoro hanno addirittura smesso di cercarlo o non hanno mai iniziato a cercarlo.

“Il dato più sensato da analizzare – commenta Migliarini – è quello aggregato, che mette insieme disoccupazione e inattività e che, pur mostrando qualche miglioramento, resta molto al di sopra di quello del 2004. Possiamo quindi dire che negli ultimi 18 anni le prospettive lavorative per i giovani sono peggiorate”.

A questo punto, dati alla mano, Charlie interroga direttamente la politica: “Tra pochi giorni si voterà. Ciò che chiediamo agli esponenti politici che si candidano è: cosa pensate di questi dati? Quali sono le proposte concrete per superare questa situazione e favorire l’occupazione giovanile, anche alla luce delle molte crisi in corso? Serve una politica coraggiosa, che esca dall’immobilismo verso i giovani e si occupi di loro a partire dalle reali condizioni e dai reali bisogni”.

Il monitoraggio di questo trend è solo all’inizio. Fondazione Charlie e Yoodata continueranno infatti ad analizzare ed elaborare i dati ISTAT su questi indicatori e presenteranno pubblicamente un aggiornamento semestrale, come contributo di studio e di monito rivolto ai decisori pubblici e come opportunità di informazione per la popolazione generale.

“Ci auguriamo di registrare presto un’inversione di tendenza dei dati, significherebbe che, finalmente, questo Paese ha iniziato a occuparsi dei suoi giovani”, conclude Migliarini.

Fonte: Fondazione Charlie ONLUS

Ultime Notizie

Palaia-Pierrevert, vent’anni di gemellaggio e straordinaria amicizia

2002-2022: Palaia e Pierrevert festeggiano i vent'anni di gemellaggio e altrettanti di amicizia tra i loro cittadini. Una cerimonia pubblica per celebrare la ricorrenza. PALAIA...

Caso di Dengue in un comune del pisano: via a disinfestazione e prevenzione

Un caso di dengue e il sindaco firma l’ordinanza per la disinfestazione contro le zanzare, veicolo del virus: le operazioni interesseranno la nottata di...

Maria Sole Ferrieri Caputi, arbitraggio impeccabile all’esordio in Serie A

La toscana Ferrieri Caputi, prima donna arbitro in Serie A, ha esordito brillantemente nella sfida tra Sassuolo e Salernitana al Mapei Stadium: tempismo, sicurezza...

Fondi dalla Regione per strade regionali e FiPiLi: garantire maggiore sicurezza e percorribilità

In arrivo dalla Regione Toscana 5,5 milioni di euro per la manutenzione delle strade: 3 milioni per le strade regionali e 2,5 per interventi...

Scritte anarchiche sui muri di Pisa: Meloni e politici nel mirino

Slogan anarchici nel centro città contro Giorgia Meloni e altri politici italiani: imbrattati anche palazzi di pregio, lo sfogo dell’assessore Bedini. PISA – Scritte contro...

Il Covid frena in provincia di Pisa – i numeri comune per comune

Nuovo aggiornamento sul fronte Coronavirus delle ultime 24 ore in Toscana, con particolare riferimento alla provincia di Pisa. I nuovi casi positivi sono 524 su...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Lupo avvistato in paese, si aggira fra le case

Negli ultimi tempi sono state molte le segnalazioni di lupi sul territorio dei Monti Pisani: l'ultima a San Giovanni alla Vena sulla Vicarese. Non lontano...

Toscana, 1.200 nuovi positivi al Covid e 11 decessi (+2 a Pisa), +34 ricoverati e +8 in TI

CORONAVIRUS. 1.200 nuovi positivi, età media 45 anni. 11 decessi. I ricoverati sono 685 (34 in più rispetto a ieri), di cui 29 in terapia...

Incendio nella notte in un’azienda, in fiamme automezzi e tettoia

In fiamme alcuni automezzi dell'azienda Slesa di Ponsacco. L'intervento dei Vigili del fuoco nella notte in viale Europa . PONSACCO. Un incendio è divampato nell'azienda...

Nasce a Bientina la Pro Loco e rilancia il paese

"L'obiettivo? Valorizzare Bientina e il suo territorio, la sua storia, la sua cultura, le sue tradizioni e tutte le sue tipicità".  Ieri sera 26 settembre, presso la...

Elezioni 2022: i risultati in Valdera comune per comune

Gli elettori hanno scelto: in Valdera netta vittoria del Centrodestra e in particolar modo di Fratelli d'Italia. I risultati comune per comune. SENATO. • Bientina. Cdx:...

Pontedera, ubriaco tenta di prendere a botte i collaboratori scolastici

Aggredisce due collaboratori scolastici: arrestato dai Carabinieri. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontedera (PI) hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 23enne, accusandolo di resistenza,...