25.3 C
Pisa
venerdì 17 Settembre 2021

Effetto Coronavirus, Banco Alimentare: +120% di richieste

PONTEDERA. L’emergenza da Coronavirus non è solo sanitaria, soprattutto nei mesi di marzo e aprile, le richieste di aiuto delle famiglie in difficoltà economiche è cresciuta notevolmente tanto da dover porre rimedio ad una emergenza alimentare sempre più diffusa.

A Pontedera la macchina della solidarietà si è messa subito in moto: gli Enti convenzionati con il Banco Alimentare; la Misericordia, le Conferenze della San Vincenzo del Duomo, del Villaggio e de La Rotta, il Centro Apostolico Fonte di Vita, il Centro Aiuto alla Vita presso i Cappuccini e, naturalmente la Caritas da sempre impegnate su questo fronte con la distribuzione dei pacchi alimentari, hanno sostenuto molte famiglie. La distribuzione avviene quotidianamente attraverso l’impegno di decine di volontari che si alternano nei vari punti di distribuzione degli alimenti, che coprono tutto il territorio comunale. A questi si aggiungono i volontari dell’Associazione Polizia di Stato che si occupano di alcuni trasporti dai punti vendita ai punti di distribuzione.


Un impatto che la rete degli Enti ha supportato accedendo innanzitutto alle scorte del magazzino fiorentino del Banco, attivando le “Spese Sospese” presso le due CONAD cittadine e a Panorama, recuperando i prodotti da forno della COOP e, attraverso il Banco, il cibo dai magazzini LIDL, IKEA, METRO, cibi freschi dalle CONAD e recuperando eccedenze di produzione da aziende agroalimentari come la riseria “Tenuta San Carlo” di Grosseto o uova fresche dalla fattorie Le Macchie di Lari.


NUMERI. Ad Aprile la rete ha donato alimenti a 738 famiglie, incontrando in totale 2.623 persone, di cui 795 bambini. “Il dato che più colpisce – dice Eugenio Leone, Responsabile Valdera dei Banco Alimentare – è che in Aprile le persone che si sono avvicinate a chiedere aiuto sono aumentate del 120% rispetto a Marzo, insomma sono più che raddoppiate. Ad Aprile la rete ha lanciato inoltre l’iniziativa “Alimentiamo Pontedera” raccogliendo 2.400 € frutto di piccole e grandi contributi di associazioni e privati cittadini, che si stanno traducendo in cibo.

“Pontedera – spiega Eugenio Leone si è rivelata ancora una volta città sensibile e solidale. Prevediamo che il bisogno alimentare, esploso ad Aprile, non finirà purtroppo in pochi giorni, perciò ci stiamo organizzando per coordinarci sempre meglio e facciamo appello ai cittadini e alle aziende per aiutarci con donazioni che possano sostenere questo percorso.

Ricordiamo che è ancora possibile fare le proprie donazioni sul C/C con IBAN IT66 Q034 7501 6050 0031 0022 124 intestato a “Rete Alimentare Pontedera” con causale Alimentiamo Pontedera.

Ultime Notizie

“Donare è vita” al ‘Piero Masoni’ di Fornacette

Sabato 25 settembre, un triangolare di calcio per promuovere la donazione di organi e tessuti. E’ tutto pronto al 'Piero Masoni' di Fornacette per sabato...

Cascina investe nella scuola: interventi per 600.000 euro

600.000 euro utilizzati per i lavori di manutenzione degli edifici scolastici. Nel dettaglio, le schede riassuntive degli interventi. Le scuole cascinesi sono ripartite a pieno...

Covid, migliora ancora il dato terapie intensive, più ricoveri nei reparti ordinari, un decesso a Pisa

I nuovi casi registrati in Toscana sono 494 su 18.241 test di cui 8.705 tamponi molecolari e 9.536 test rapidi. Il tasso dei nuovi...

Valdera: 11 nuovi casi, i comuni interessati

I nuovi dati aggiornati nelle ultime 24 ore in merito al coronavirus in Valdera. I dati sono anticipati dal presidente Giani. Prendiamo in esame l’area...

Covid, le anticipazioni: 28 nuovi casi a Pisa e Provincia, 494 in Toscana

I nuovi casi registrati in Toscana sono 494 su 18.241 test di cui 8.705 tamponi molecolari e 9.536 test rapidi. Il tasso dei nuovi...

Morta Carla Verdigi, suo figlio Marco salvò la vita a due bambini a Marina di Pisa

Giovedì 16 settembre è deceduta Carla Verdigi, La donna era residente a San Giuliano Terme ed era la madre di Marco un giovane a...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Studente dell’università di Pisa sparito nel nulla, il padre: “Aiutatemi a trovarlo”

PISA. Francesco Pantaleo, studente di ingegneria informatica all'Università di Pisa, ha fatto perdere le sue tracce da sabato 24 luglio. Il giovane è uscito...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Sport e associazionismo in lutto, Santa Maria a Monte piange Rossano Lazzerini

SANTA MARIA A MONTE. Se ne è andato a 67 anni a causa di un male incurabile, Rossano Lazzerini.  Originario di San Giovanni alla Vena,...