12.9 C
Pisa
giovedì 13 Maggio 2021

Betti: ”Così Cascina viene vista come territorio accessorio di Pisa”

CASCINA. Il candidato del centrosinistra per le elezioni di Cascina dice la sua sul piano strutturale Pisa-Cascina.

Michelangelo Betti, candidato del centro sinistra a Cascina, boccia il piano strutturale Pisa-Cascina: “Arroganza nella forma, inconsistenza nel merito. È facile fare un sunto di quel che rappresenta il Piano strutturale Pisa-Cascina, nella procedura di elaborazione e nei contenuti.
Un atto che determinerà il futuro di un intero territorio per oltre una generazione viene portato in adozione nei consigli comunali, sia di Pisa che di Cascina, senza che ci sia la possibilità di un vero confronto tra le forze politiche, né un percorso di partecipazione coi cittadini. Una corsa contro il tempo per un voto prima della scadenza del consiglio comunale di Cascina, anche di fronte a una palese spaccatura all’interno del centrodestra. Una spaccatura che può ridurre ancor di più la base di sostegno politico al Piano. Inoltre, visti i nodi procedurali il Piano potrebbe essere bloccato dai ricorsi, anche in caso di adozione.

L’approvazione – continua Betti – darebbe però anche il via a una visione intercomunale in cui Cascina viene vista come un territorio accessorio a Pisa. Ed è la definizione stessa di “Piano” a essere sbagliata: l’elaborato pare soprattutto una sommatoria di interventi senza un vero disegno strategico a lungo termine per il territorio, in un confronto limitato ai due dei Comuni più rilevanti della Toscana della costa. Senza guardare alla complessità e alle potenzialità dell’intera area.

Come già evidenziato il Piano presenta un progetto di ponte carrabile che da Cisanello arriva ai campi dell’Ansa dell’Arno senza uno studio sulla viabilità futura per quell’area e senza uno studio sui futuri flussi di traffico. Uno schema di previsione senza analisi riproposto anche per l’uscita della Fi-Pi-Li a San Frediano. Peraltro il Piano prevede anche un elemento positivo, per cui sono stati persi però quattro anni: un ponte pedonale per collegare il Comune di Cascina e quello di Vicopisano, simile a quello bocciato nel 2016 dall’attuale maggioranza (perché eredità dell’amministrazione di centrosinistra).
Si può concludere che il Piano certifica l’impossibilità di individuare un progetto per il domani dei territori partendo dal colore (verde) delle amministrazioni. Il futuro è una prospettiva comune, che dovrebbe trascendere il colore politico.”

Ultime Notizie

Figliuolo: da lunedì 17 prenotazioni anche per i 40enni, anche in Toscana?

Francesco Figliuolo, Commissario per l'Emergenza, ha inviato alle Regioni una lettera per dare il via libera alle prenotazioni dal prossimo 17 maggio anche per...

Pontedera unisce Italia e Giappone, punto d’incontro sulle due ruote

Presentata questa mattina nella sede di Mitsuba Italia a Pontedera (Pisa) la nuova Ducati Multistrada V4, risultato della sinergia tra lo storico brand emiliano...

Nuovi intervalli tra prima e seconda dose di Pfizer e Moderna per chi prenota dal 13 maggio

Le persone che prenoteranno la prima dose di Pfizer o Moderna da domani (dalle ore 00:01) giovedì 13 maggio avranno la seconda dose al...

Ricercato, individuato e arrestato nella notte alla stazione di Pisa

Ricercato arrestato nella notte a Pisa dalla Polizia di Stato. Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Pisa, intorno alla mezzanotte, hanno arrestato un cittadino somalo...

Sportello psicologico gratuito per cittadini e cittadine del Comune di Bientina

Il Comune di Bientina, in collaborazione con la cooperativa Arnera, organizza uno sportello d’ascolto psicologico gratuito rivolto ai cittadini e alle cittadine. Gli incontri si svolgeranno presso...

Per una Pisa più sicura, al via la gestione automatizzata dei sottopassi

Una Pisa più sicura e sotto controllo anche in caso di nubifragi e forti precipitazioni. Pisamo, azienda partecipata del Comune di Pisa, ha infatti operato...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...