13 C
Pisa
sabato 23 Ottobre 2021

Magazzini Mangini 2021: il quarantennale. Armando: “avevo un sogno e l’ho realizzato”

TERRICCIOLA. VTrend ha intervistato un noto imprenditore del settore dell’abbigliamento, che proprio in questi giorni festeggia 40 anni di attività. 

Stiamo parlando di Armando Mangini, proprietario dei conosciutissimi Magazzini Mangini che, in compagnia della moglie Graziella, abbiamo portato ai nostri microfoni. Da loro Ci siamo fatti raccontare questa straordinaria storia iniziata ben 40 anni fa, non a La Rosa di Terricciola dove tuttora hanno sede i Magazzini Mangini, bensì a Fabbrica, nel comune di Peccioli. 

“La nostra storia nasce da una famiglia di commercianti. Mio nonno Armando, che mi ha lasciato il suo nome, nel 1946 aveva una botteghina nel paese di Fabbrica, – ricorda il nipote – noi andavamo a vendere porta a porta ai contadini, prendendo loro l’ordinazione. All’epoca ci fu un vero e proprio boom, si vendeva la ‘roba a pezzi’, per le confezioni dovemmo aspettare gli anni del 1955/56.” 

Armando Mangini fa poi un salto in avanti ed arriva agli ultimi anni ’70. “Prima degli anni ’80 si stravolse un po’ il mercato, si iniziarono a fare vendite e acquisti importanti a Fabbrica. Le persone arrivavano da tutta la zona, a partire da Capannoli, da Peccioli, da Terricciola, da Volterra o da Lajatico”.

“La nostra botteghina era molto piccola, 3 stanzine da 30 metri, mentre il magazzino era più grande della bottega stessa, il parcheggio non c’era e spesso le auto avevano problemi a trovare spazio. Era importante avere grande assortimento, così da poter accontentare tutti i clienti – dice Armando – e noi l’avevamo, è sempre stato il principio di mio nonno ed il mio: se non ce l’hai sei sicuro di non vedere, se ce l’hai magari lo comprano”.

“Poi, nel 1983 si cominciò a fare pubblicità e ci conobbero, soprattutto facendo spot di 30 secondi alla radio. Abbiamo iniziato proprio da Radio Belvedere, emittente di Santo Pietro Belvedere e ad incidere il nostro primo spot fu lo speaker Michele Vestri. Alcune volte rientrando a Fabbrica di Peccioli, mi fermavo ai cimiteri della località e guardando la pianura, dove si stende La Rosa di Terricciola, mi dicevo che era lì che volevo trasferirmi. Il suggestivo sogno si è poi concretizzato”.

Siamo partiti, il primo giorno con mia moglie infilammo la chiave nella porte del nuovo locale e via. É così che abbiamo iniziato questa avventura. Devo ammettere – dice Armando – a me questo lavoro è sempre piaciuto e, quando una cosa piace, non pesa neanche più di tanto. È un lavoro in cui ho sempre creduto” – afferma entusiasta l’imprenditore.

“Dal 1982 ad oggi abbiamo sempre riempito la bottega, nonostante alcune difficoltà nel corso degli anni. Abbiamo sempre cercato di rimanere vivi commercialmente e ci siamo riusciti, andando avanti a testa bassa e con estrema dedizione, questo fino ad oggi. I clienti ci vogliono bene, ci seguono e noi cerchiamo sempre di ricambiare l’affetto, accontentandoli nei prodotti, nella vasta scelta e nel prezzo – dice sorridendo Armando -. Oltre alla Valdera, ormai spaziamo in buona parte della Toscana, da Certaldo a Montaione, passando per Pisa e arrivando alle zone di Santa Croce e Fucecchio. Abbiamo avuto la fortuna di esserci allargati molto.”

“Inoltre – sottolinea – abbiamo creato qualcosa di veramente raro, riuscendo in media a portare 400mila persone l’anno a La Rosa. Di qui anche l’indotto ne guadagna, considerando che ci troviamo in una frazione così piccola della Valdera.”

E, nonostante gli ormai 40 anni di attività, Armando e Graziella guardano avanti. “La strada dei Mangini non finisce qua, abbiamo messo in piedi una nuova struttura di circa 1.500 metri quadri; qui metteremo la biancheria, un settore in cui siamo fortissimi a livello regionale. Questo è un prodotto che ci dà grande soddisfazione” – puntualizza Armando. 

Incuriositi, abbiamo concluso chiedendogli se tornando indietro cambierebbe qualcosa del suo percorso. Nessun dubbio, “sì, ovviamente qualcosa cambierei, – afferma senza remore – ma sono anche abbastanza soddisfatto di tutto ciò che ho fatto, se me lo avessero detto 40 anni fa non ci avrei mai creduto. Io e mia moglie, grazie alla nostra passione e al nostro impegno, con cui siamo cresciuti, ci siamo poi espansi e abbiamo constatato come alla fine tutto venga ripagato.” 

L.C.

©️RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime Notizie

Casciana Terme Lari, Terreni revoca le deleghe all’Assessora Bosco: i motivi

Oggi il Sindaco Mirko Terreni ha proceduto a revocare le deleghe all’Assessora Marianna Bosco. Nel comunicato stampa reso pubblico dal Comune di Casciana Terme...

Keu, continuano monitoraggi e interventi di Regione, Arpat e Comuni

"Rifiutare ricostruzioni sensazionalistiche dell’intera vicenda e rassicurare i cittadini delle aree interessate attraverso la corretta informazione dei dati ambientali e della complessiva attività amministrativa...

Green pass, boom di certificati: possibili reati di truffa e falso, esposto del Codacons

E’ stato presentato questa mattina l’esposto del Codacons alle Procure della Repubblica di Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato e Siena...

Ritrova il fratello dopo 20 anni, l’uomo nato Cascina Terme ha lavorato per l’Enea

Nei giorni scorsi, la Questura di Roma ha diramato un allert nazionale per la ricerca di un uomo di 70 anni circa, ricoverato presso...

Muore mentre fa colazione, il decesso questa mattina

A nulla sono valsi gli immediati soccorsi prestati ad una signora di 51 anni ospite di un'amica mentre faceva colazione.Alle ore 10.35 su richiesta...

Lega Capannoli, ex scuola primaria: “persa l’occasione di risparmiare 5.978 €”

Soldi che potevano essere risparmiati, è questo il pensiero della Lega Capannoli a proposito del Progetto 'recupero ex scuola primaria'."La giunta comunale di Capannoli,...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Ucciso da un malore improvviso noto imprenditore

La tragedia si è consumata ieri, intorno a mezzogiorno. L’uomo si è sentito male mentre si trovava nel capanno di caccia.Un cacciatore di 72...

Si getta dalla finestra e muore

È morta sul colpo, niente da fare per la donna che domenica scorsa si è lasciata cadere dalla finestra della sua abitazione.La tragedia si...

Ponte a Calcinaia, quando riapre? Il sindaco Alderigi risponde

Arrivare a Pontedera sembra essere diventata un'impresa. Disagi ancora derivanti dalla chiusura del Ponte a Calcinaia.  L'incidente avvenuto ieri alle porte di Pontedera (clicca qui...

Minuti di alta tensione, scoppia la lite in pieno centro a Pontedera

Alta tensione nel pomeriggio di ieri in centro a Pontedera tra un gruppo di persone.PONTEDERA. La lite è scoppiata dopo le 18, in corso...

Pontedera: il Lotti piange la dottoressa scomparsa

"L'Azienda USL Toscana nord ovest esprime il più sentito cordoglio per la scomparsa della dottoressa Gianna Gambaccini", con queste parole si apre il comunicato...

Pontedera, Luna Park: ecco il Voucher digitale da scaricare per salire sulle attrazioni

Tutto digitale, il mondo gira attorno ad un click, per questo in occasione della festa dei bambini arrivano agevolazioni che permettono di rendere facile...