25.3 C
Pisa
venerdì 17 Settembre 2021

Ludoteche e parchi gioco: 40 attività a rischio chiusura

TOSCANA. Fase due, a rischio in Toscana più di 40 attività e oltre 140 posti di lavoro.

 Il Comitato EduchiAmo e il comitato Ludoteche e Parchi Gioco Italia:

“Nessun aiuto specifico per la nostra categoria dal Governo o dalla Regione”.

“Vogliamo  segnalare che in Toscana sono circa 40 le ludoteche e gli spazi gioco privati a rischio chiusura iscritte ai comitati. I posti di lavoro che si perderebbero sono tantissimi, si stimano almeno 140 persone, solo in Toscana,  che sono rimaste a casa dai primi marzo e che rischiano di perdere il lavoro per sempre”.

Il Governo e la Regione Toscana hanno stanziato dei fondi per i centri estivi, ma questi soldi potrebbero non arrivare a ludoteche e spazi gioco gestiti da privati: “Questi contributi sono destinati a tutti gli enti interessati, compresi i privati, ma sono i Comuni che poi hanno potere decisionale  su come impiegarli  – ha detto Silvia Pulvirenti, referente nazionale delle ludoteche del Comitato EduChiaMo e referente regionale del comitato Ludoteche e Parchi Gioco Italia – In più le regole stringenti per garantire la sicurezza di ragazzi, bambini ed educatori impone meno utenti e più lavoratori aumentando i costi in maniera improponibile.

Oltretutto ogni Ufficio Comunale decide in maniera autonoma i bandi e le modalità di svolgimento, creando differenze enormi tra Comune e Comune.

Serve un intervento urgente da parte della Regione Toscana.

Ci sono anche molte problematiche legali a livello di responsabilità per chi deciderà di svolgerle.

I nostri sono servizi privati ma rispondono a necessità sociali. Non riteniamo giusto che per svolgere un servizio di utilità pubblica, rispondendo alle necessità delle famiglie che devono rientrare a lavoro e dei bambini e ragazzi, che dopo mesi di reclusione necessitano di momenti di socialità, noi titolari “coraggiosi” dobbiamo sentirci “minacciati” da eventuali problematiche e non supportati da nessuno.

Oltre al danno anche la beffa, nel vedere associazioni o altre tipologie di enti che stanno promuovendo e svolgendo attività  ludiche nei parchi o presso centri sportivi già da giorni, quando a noi questo non è concesso. Sono iniziative belle e utili ma non capiamo come mai,  noi del settore non possiamo svolgerle.

Molti di noi, stando così le cose, non supereranno l’estate, alcuni hanno chiuso ed altri valutano di chiudere a breve e per sempre le loro attività ”

Ultime Notizie

“Donare è vita” al ‘Piero Masoni’ di Fornacette

Sabato 25 settembre, un triangolare di calcio per promuovere la donazione di organi e tessuti. E’ tutto pronto al 'Piero Masoni' di Fornacette per sabato...

Cascina investe nella scuola: interventi per 600.000 euro

600.000 euro utilizzati per i lavori di manutenzione degli edifici scolastici. Nel dettaglio, le schede riassuntive degli interventi. Le scuole cascinesi sono ripartite a pieno...

Covid, migliora ancora il dato terapie intensive, più ricoveri nei reparti ordinari, un decesso a Pisa

I nuovi casi registrati in Toscana sono 494 su 18.241 test di cui 8.705 tamponi molecolari e 9.536 test rapidi. Il tasso dei nuovi...

Valdera: 11 nuovi casi, i comuni interessati

I nuovi dati aggiornati nelle ultime 24 ore in merito al coronavirus in Valdera. I dati sono anticipati dal presidente Giani. Prendiamo in esame l’area...

Covid, le anticipazioni: 28 nuovi casi a Pisa e Provincia, 494 in Toscana

I nuovi casi registrati in Toscana sono 494 su 18.241 test di cui 8.705 tamponi molecolari e 9.536 test rapidi. Il tasso dei nuovi...

Morta Carla Verdigi, suo figlio Marco salvò la vita a due bambini a Marina di Pisa

Giovedì 16 settembre è deceduta Carla Verdigi, La donna era residente a San Giuliano Terme ed era la madre di Marco un giovane a...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Studente dell’università di Pisa sparito nel nulla, il padre: “Aiutatemi a trovarlo”

PISA. Francesco Pantaleo, studente di ingegneria informatica all'Università di Pisa, ha fatto perdere le sue tracce da sabato 24 luglio. Il giovane è uscito...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Sport e associazionismo in lutto, Santa Maria a Monte piange Rossano Lazzerini

SANTA MARIA A MONTE. Se ne è andato a 67 anni a causa di un male incurabile, Rossano Lazzerini.  Originario di San Giovanni alla Vena,...