15 C
Pisa
sabato 15 Maggio 2021

Covid-19, nell’area pisana oltre 13mila interventi di Usca da inizio pandemia

PISA. Oltre 6mila tamponi e più di 7mila visite domiciliari, nelle residenze per anziani e negli alberghi sanitari. Per un totale di 13.419 interventi. Sono questi i numeri messi in campo nella sola Zona Pisana, dalle Unità speciali di continuità assistenziale (le cosiddette “Usca”) per contrastare il contagio da Covid-19 nei comuni di Pisa, Calci, Cascina, Crespina Lorenzana, Fauglia, Orciano, San Giuliano, Vecchiano e Vicopisano. 

Dall’aprile 2020 fino alla fine di febbraio scorso, le quattro squadre territoriali Usca pisane hanno effettuato 6.086 tamponi, 4.536 visite domiciliari, 1.707 visite in Rsa e 1.090 visite negli alberghi sanitari. Lavorando 12 ore al giorno, sette giorni su sette. Obiettivo: diagnosticare e assistere a domicilio casi di Covid probabili o accertati e rafforzare così gli strumenti della medicina sul territorio, facendo concentrare gli ospedali solo sui casi più gravi.   

Nella Zona Pisana il personale dedicato alle Usca è composto da sette medici e tre infermieri. Quando si recano a casa dei pazienti usano ecografi portatili ed emogasanalizzatori. I primi servono per effettuare una ecografia del torace e rilevare eventuali polmoniti da Covid, i secondi misurano la quantità di ossigeno e anidride carbonica nel sangue, consentendo così di capire il livello di scambio che tra questi due gas avviene nei polmoni. Una misura che permette di stabilire in modo più preciso se il paziente ha o meno la necessità di un ricovero oppure può continuare con tranquillità il suo decorso a casa. Un’azione di filtro determinante, perché fa alleggerire la pressione sui pronto soccorso.

 

L’età media delle persone che sono state visitate dalle Usca pisane è di 55 anni e spesso hanno anche altre morbilità che ne complicano il quadro clinico. Per i pazienti con situazioni delicate, in via sperimentale, anche le Usca pisane hanno a disposizione 10 kit per tele-monitorare a distanza e in tempo reale i parametri vitali dei pazienti in isolamento domiciliare: pressione arteriosa, grado di ossigenazione del sangue, frequenza cardiaca, temperatura corporea. 

Oggi, con i dati del contagio in crescita e l’arrivo dei vaccini, lo scenario pandemico è in trasformazione e anche il ruolo delle Usca è stato rimodulato. Se fino ad ora diagnosticavano e seguivano a domicilio i casi di Covid 19, negli ultimi mesi infermieri e medici delle Unità speciali di continuità assistenziale hanno aggiunto tra i loro compiti anche quello di vaccinatori: tra gennaio e febbraio le quattro squadre Usca della Zona Pisana hanno effettuato 357 vaccinazioni in Rsa, al servizio dipendenze e ai distretti territoriali.

 

Ultime Notizie

Grave incidente, 13enne in bicicletta travolto da uno scooter

CASCINA. Un 13enne che si trovava in sella alla sua bici è stato investito da uno scooter.L'incidente è avvenuto intorno alle ore 14:30 a...

A Calcinaia il Covid non ferma il “Pellegrinaggio della Memoria”

CALCINAIA. Era molto tempo che non accadeva. La pandemia aveva fatto in modo che le porte della Sala Don Angelo Orsini, la sala dove...

Pisa ospiterà la 21esima edizione del Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia

Pisa è stata scelta per ospitare, nel maggio del 2023, il XXI Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia, una manifestazione che richiamerà in città oltre...

Il Covid fa un’altra vittima a Casciana Terme Lari

CASCIANA TERME LARI. Il sindaco Mirko Terreni torna ad aggiornare i cittadini sull'andamento del contagio e comuica un decesso legato al Covid."La situazione epidemiologica...

Valdera e Pisa, i nuovi contagi per comune

COVID-19. Nell’Azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 15 maggio, sono 123.In Valdera si registrano 9 casi, così suddivisi: Capannoli 1,...

Una galleria virtuale per un gemellaggio reale

CALCINAIA. L’Europa non è un concetto astratto, ma una straordinaria opportunità per mettere in contatto culture diverse, per confrontare differenti tradizioni, per scoprire nuovi...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...