19.1 C
Pisa
sabato 19 Giugno 2021

Con Calcinaia e Fornacette: le opposizioni hanno bisogno di un confronto serio

CALCINAIA. La lista civica ‘Con Calcinaia e Fornacette’ di Valter Picchi risponde alle ultime dichiarazioni rilasciate dall’Amministrazione comunale di Calcinaia clicca qui

La lista civica capitanata da Valter Picchi dichiara: “ ‘Le opposizioni dipingono un paese che non c’è, questo è ciò che è stato dichiarato dall’Amministrazione comunale di Calcinaia; una frase che ci sentiamo di smentire categoricamente”.

Con Calcinaia e Fornacette continua: “L’Amministrazione e il Sindaco si devono rendere conto che non stanno governando con la maggioranza assoluta dei consensi; le opposizioni hanno bisogno di spazio, di un confronto serio e non della sufficienza che viene tenuta dalla maggioranza durante i consigli comunali, con risposte fredde attraverso comunicati stampa. Con Calcinaia e Fornacette ha sempre chiesto un confronto costruttivo, ma nel corso di questo primo anno di governo questa cosa è mancata totalmente. Tra l’altro, durante il momento di crisi più profonda durante il blocco dovuto al Covid-19, la nostra lista civica ha teso la mano all’Amministrazione e al Sindaco facendo proposte concrete, ma ricevendo in cambio solo parole di circostanza. Possibile che nel corso di questi 12 mesi le proposte arrivate dalla nostra lista fossero tutte inattuabili e scorrette?”

La lista civica di Valter Picchi dichiara: “Ci è stato detto che Calcinaia è l’unico comune in cui le opposizioni sono attive come in campagna elettorale. Da una parte è una cosa positiva, perché denota il nostro atteggiamento propositivo e senza secondi fini; dall’altra può voler dire che le opposizioni, nelle varie realtà del territorio locale vengono coinvolte di più e sono spinte a una maggiore collaborazione. Noi continueremo a attuare la nostra politica e a formulare proposte nell’interesse dei cittadini; vorremmo che l’Amministrazione e il Sindaco individuassero realmente le necessità della cittadinanza e non recitassero soltanto il ruolo di vuote comparse. Una delle questioni che dovrebbero essere trattate con maggior peso politico è quella relativa al ‘Parco della Fornace’: la lista Con Calcinaia e Fornacette ha presentato una mozione in cui prevedeva una collaborazione tra l’attuale proprietà e le associazioni del territorio per una gestione dell’area e la creazione di un centro di coesione sociale importante per Fornacette. La mozione fu bocciata con fermezza dal primo di cittadino sottolineando che il problema sarebbe stato risolto. Dopo un anno la situazione è sotto gli occhi di tutti e anche ciò che è emerso dall’ultimo consiglio comunale è la dimostrazione che ‘la scatola è vuota’, non solo questa Amministrazione non è in grado di risolvere i problemi, ma non sa nemmeno rispondere”.

La lista civica Con Calcinaia e Fornacette continua: “Ci è stato detto che l’area è privata e quindi l’Amministrazione comunale non ha voce in capitolo e che ci sono aree come la sala James Andreotti o il centro Montessori per supplire a una funzione di aggregazione sociale o organizzazione di feste. Ma come possiamo paragonare un’area come quella del parco della Fornace a queste ultime due? Ci sembra chiaro come chi governa Calcinaia non abbia la percezione della realtà e non sia in grado di svolgere il proprio compito in maniera coordinata e precisa. A chi spetta se non a un’Amministrazione trovare un punto d’incontro con il proprietario di una struttura così importante e che in origine (con l’abbandono del Parco dei Pini per l’organizzazione delle feste) era nata come luogo ‘di interesse pubblico’? Noi siamo per valorizzare la struttura e la Casa del popolo. Che dire del problema degli allagamenti della zona dei Mazzei a Fornacette? Ancora una volta la maggioranza non ha risposto. Richiedere il finanziamento alla Regione, da soli, senza la collaborazione del Comune di Pontedera (siamo in una zona di confine), significa che il progetto potrà anche essere riconosciuto idoneo, ma difficilmente verrà finanziato. In sostanza, all’Amministrazione manca il rapporto con gli altri enti territoriali. I cittadini e le imprese della zona non vedranno ancora una volta risposte”.

Con Calcinaia e Fornacette conclude: “Anche sulla nostra interrogazione per la valorizzazione dei campi di gara di pesca sull’Arno la risposta dell’Amministrazione è stata insoddisfacente e parziale. Con gare di livello provinciale non si possono sostituire competizioni internazionali che all’inizio degli anni duemila hanno fornito grandi risorse al territorio. L’Amministrazione e il Sindaco non coinvolgono le associazioni, cosa che all’inizio degli anni duemila è avvenuta sia con la FIPSAS e l’ARCI, sia a livello nazionale che a livello locale. Chi governa adesso non fa sinergia e non riesce a sfruttare un luogo che ha un potenziale enorme, non solo dal punto di vista sportivo, ma anche per le ricadute economiche sul territorio. Questo per noi non è governare, ma significa vivere in una dimensione parallela con il solo obiettivo di ‘galleggiare’ in vista della prossima rielezione, con il solo obiettivo di mantenere la poltrona”.

Ultime Notizie

Tanti ospiti e personaggi dello spettacolo attesi venerdì al Bagno Vittoria di Tirrenia

TIRRENIA. Un grande evento benefico attende il litorale pisano venerdì 25 giugno alle ore 18 a Tirrenia con il "Calendario della Rinascita da crisalide...

Ennesimo incidente in FiPiLi, un tamponamento paralizza il traffico

Non si placano gli incidenti sulla Fi-Pi-Li. La grande arteria stradale, ormai martoriata dai lavori e dall'intenso traffico che si registra ogni giorno, è...

Caso Scieri, tre imputati chiedono il processo abbreviato

Tre dei cinque imputati nel processo per la morte di Emanuele Scieri, il parà di 26 anni morto nella caserma Gamerra di Pisa il 13...

Lupino confessa: ”Un colpo di pistola letale, è così che ho ucciso Khrystyna”

Risale a pochi giorni fa la confessione di Francesco Lupino, è lui l'assassino di Maria Khrystyna Novak (leggi QUI).  Il vicino di casa della ragazza,...

Bloccato in stazione, l’odissea quotidiana dei disabili

PONTEDERA. Una lunga odissea quella vissuta da Luigi Gariano, di cui vi abbiamo raccontato la triste vicenda QUI. "È inaccettabile quanto accaduto al nostro...

Lavori terminati, via Lungomonte riapre ufficialmente al traffico

SANTA MARIA A MONTE. E' ufficialmente riaperta al transito via Lungomonte a Montecalvoli."A seguito dei lavori (QUI la notizia) effettuati dall’Amministrazione Comunale per la...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...