5 C
Pisa
domenica 18 Aprile 2021

1 marzo, Pisa diventa piazza di protesta e scende in campo Confesercenti

PISA. Michele Vestri ha intervistato per Radio Cuore Claudio del Sarto, coordinatore Confesercenti Toscana Nord, e noi di VTrend riportiamo alcune delle interessanti dichiarazioni rilasciate. 

Lunedì prossimo, 1 marzo, noi di Confesercenti alle ore 11 ci recheremo in piazza dei Miracoli per far sentire la voce di tanti imprenditori, di qualunque tipologia merceologica” – esordisce così Del Sarto, il cui obiettivo sottolinea essere quello di manifestare pacificamente e con tutte linee guida dovute, proprio per non far spegnere questa lampadina imprenditoriale nei confronti del governo. “È un momento buio, dopo un anno dall’inizio della pandemia poche cose sono cambiate ed altrettanto poche sono state quelle gestite in maniera definitiva. I ristori, ad esempio, quelle poche migliaia di euro, per un’impresa non possono essere sufficienti per mantenersi e far vivere un imprenditore e la sua famiglia. Ed ecco che ad oggi, soprattutto dopo un anno, si stanno vedendo tutti quegli effetti negativi.” – sottolinea. 

Si passa poi al tema caldo del momento, ovvero quello dei vaccini, motivo per cui, dopo il loro arrivo, le persone sembrano essere ancor più sul piede di guerra. “Sicuramente la questione vaccino è importante, non possiamo permetterci di perdere neanche un solo minuto. È importante e giusto partire dalla fascia più debole, e quindi anziana e patologica, della popolazione ma è giusto vaccinare anche tutto il reparto economico, – dice Del Sarto – quindi prossimamente, passate le prime 2/3 fasi, occorrerà arrivare anche a quella successiva, cioè dei commercianti. Proprio quest’ultimi sono, di fatto, rimasti una delle poche categorie sempre aperte, con un servizio sociale e di presidio assai importante e fondamentale. Si spera inoltre – aggiunge – di riuscire a cambiare il modo di gestire questa parte di colori (giallo, arancione, rosso) che non è più sostenibile settimanalmente perchè così non si programma, ma si affonda mentalmente ed economicamente tutte le attività ed anche la clientela che ne gira intorno.” 

Del Sarto conclude ricordando ancora una volta l’appuntamento di lunedì 1 marzo in piazza dei Miracoli a Pisa per una manifestazione congiunta con l’altra associazione di categoria, in cui saranno presenti anche imprenditori, professionisti e dipendenti e collaboratori collegati a tutte quelle aziende che rischiano la chiusura. Al centro vi sarà un vero e proprio flash mob, possibile grazie ad un cordone umano, con le dovute distanze e mascherine, dove alla fine vi sarà la consegna delle proposte direttamente nelle mani del Prefetto e delle autorità presenti. 

L.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Ultime Notizie

Cascina, “Se davvero fosse un gioco” il progetto contro il gioco d’azzardo delle scuole

CASCINA. Prosegue il progetto dal titolo “Se davvero fosse un gioco”, organizzato dall’Associazione “Le Fionde ODV” e diretto alle classi delle scuole secondarie di...

Capannoli: si torna a camminare e pedalare in libertà

CAPANNOLI. Da oggi 18 aprile, e ogni domenica sarà attiva la pedonalizzazione di via del Fanfani. Sarà possibile camminare e pedalare liberamente dalle ore 14.30...

La richiesta: “Comando della Polizia Municipale in Piazza della Stazione”

PONTEDERA. Nelle ultime settimane il quartiere della stazione di Pontedera è stato luogo di spiacevoli eventi. L'ultimo ieri pomeriggio un'anziana è stata aggredita davanti ad...

S. Maria a Monte, nuovi casi in calo ma non abbassare la guardia

SANTA MARIA A MONTE. L'aggiornamento della sindaca di Santa Maria a Monte in merito alla situazione epidemiologica sul territorio comunale. Il Comune di Santa Maria...

Il centro vaccinale a Pontedera è pronto a somministrare oltre mille dosi al giorno

PONTEDERA. Oggi si è tenuta l'inaugurazione dell'hub a Pontedera, situato in Piazza del Mercato, adiacente al Cineplex. Presenti Giani, l'assessore Bezzini e molti sindaci...

Valdera e Pisa, 62 nuovi casi positivi

COVID-19. Nell’Azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 17 aprile, sono 314. A PISA: 36 nuovi casi positivi, di cui: Calci 2, Cascina 9,...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Vaccino Moderna, agende aperte dalle ore 19 di oggi 23 marzo

TOSCANA. Le persone con elevata fragilità (estremamente vulnerabili e/o con disabilità gravi), che abbiano già effettuato la registrazione, potranno prenotare il vaccino a partire...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...