15.5 C
Pisa
sabato 15 Maggio 2021

Volterra, passi avanti per la messa in sicurezza dell’ospedale

PROVINCIA. Con l’approvazione da parte della Regione Toscana del progetto di riqualificazione strutturale ed organizzativa dell’ospedale di Volterra, l’ASL Toscana nord ovest ha avviato il percorso finalizzato allo sviluppo dell’area critica e delle attività ad esse correlate.

Infatti, l’attivazione della guardia anestesiologica su 24 ore, oltre a mettere l’ospedale in totale sicurezza, consente di elevare il livello di complessità degli interventi chirurgici che, per poter essere effettuati, devono contare sulla presenza di posti letto multidisciplinari sub intensivi che, in caso di necessità, potranno essere convertiti in intensivi. Il progetto, nel suo completo sviluppo, prevede l’ottimizzazione dei percorsi intraospedalieri attraverso la riconfigurazione delle aree di cura secondo i moderni principi dell’intensità di cura e in coerenza alle linee guida nazionali e regionali. Per risolvere la cronica carenza in tutta l’azienda di cardiologi, a Volterra è stato adottato un modello organizzativo che permette di gestire in modo appropriato i pazienti ricoverati e le eventuali urgenze di natura cardiologica, nonché la continuità ospedale territorio. Durante la notte, infatti, da ieri, sono in servizio tre medici sulle 24 ore (pronto soccorso, medicina interna e anestesia e rianimazione); lo specialista cardiologo è presente 12 ore al giorno, sia per gestire pazienti cardiologici ricoverati in medicina (nei letti 2°, medici ad alta intensità), sia per eseguire consulenze nei reparti e al pronto soccorso. Fra l’altro, la possibilità di usufruire della telemedicina, in rete con l’ospedale di Pontedera, garantisce la sicurezza anche ad eventuali pazienti con problematiche cardiologiche che dovessero rivolgersi al pronto soccorso nelle ore notturne o nei giorni festivi.

Tale organizzazione consente anche di mantenere il servizio ambulatoriale territoriale che, sempre per la mancanza di cardiologi, avrebbe subito un notevole ridimensionamento. Rispetto alla necessità della “guardia” cardiologica a sostegno di Auxilium Vitae, è fondamentale sottolineare che tale struttura è un presidio di riabilitazione, quindi dedicata solo a persone che, terminata la fase della “cura” nei reparti per acuti, hanno bisogno di un trattamento riabilitativo intensivo in un contesto ospedaliero. La presenza del cardiologo, come specificato dalla normativa, è raccomandata solo durante lo svolgimento del trattamento di riabilitazione, anche se non obbligatoria, soprattutto quando, come accade a Volterra, nessuno dei malati è telemetrato. “Infine, – spiega la USL Toscana Nord Ovest – ribadiamo che è nostro interesse e anche la nostra missione, garantire che la cittadinanza possa contare su di servizi sanitari sicuri e di qualità, è in questa direzione che stanno andando le nostre scelte nonostante la ormai nota carenza di specialisti messa ancor più in evidenza in questo ultimo e terribile anno”.

 

 

Ultime Notizie

Covid-19 in Toscana, le anticipazioni del Presidente Giani

TOSCANA. Consuete le anticipazioni del Presidente Giani, circa le nuove positività sul territorio regionale. I nuovi casi registrati in Toscana sono 491 su 24.061...

Valdera, caduta libera dei contagi, merito dei vaccini e del lockdown?

Calo dei contagi in Valdera. Effetto vaccini o effetto lockdown? Da una breve analisi dei dati forniti da Asl Toscana Nord Ovest, si può constatare...

Peccioli: malore fatale, muore a 60 anni

PECCIOLI. Se ne va prematuramente Sergio Rossi, 60 enne residente a Peccioli. Per lui, sembra essere stato fatale un malore. Un malore fatale, avrebbe...

Apre la nuova area camper a Casciana Terme

CASCIANA TERME. Riqualificazione ed ampliazione dell'area camper di via II Giugno. Presenti all'inaugurazione il Vicesindaco Citi, il Sindaco Terreni e il Direttore dell' Associazione...

Pellegrinaggio virtuale della Memoria nei Campi di Sterminio Nazisti

BUTI. Sabato 15 Maggio dalle ore 9 alle ore 13 alla Sala Di Bartolo si terrà il Pellegrinaggio virtuale in diretta allestito da ANED...

Covid-19 a Vicopisano, gli aggiornamenti del Sindaco Ferrucci

VICOPISANO. A distanza di un mese o poco più, il primo cittadino del Comune di Vicopisano, Matteo Ferrucci, torna ad aggiornare la propria comunità...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...