17.8 C
Pisa
sabato 15 Maggio 2021

Valdera, le partite Iva pronte al grande sciopero

VALDERA. Apit Italia, insieme ad altre associazioni, lancia il Primo Sciopero delle Partite Iva per chiedere al governo Draghi azioni concrete per aiutare le aziende messe in ginocchio dalla crisi economica causata dalla pandemia.

Alla manifestazione aderiscono diverse associazioni nazionali e regionali, tra cui Partite Iva Insieme per Cambiare, Silb Fipe (Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da Ballo e di Spettacolo), L’ Associazione Nazionale Dj, il M.I.O. (Moviemnto Imprese e Ospitalità), l’Aias (Associazione Imprese e Autotrasporti Siciliani), Pin (Partite Iva Nazionali), la Rete delle Partite Iva. “Un anno è trascorso e poco è stato fatto per mettere in salvezza il tessuto economico del paese – spiega i motivi dello sciopero Saviano Raffaele, segretario di Apit Italia -. Migliaia di aziende hanno chiuso e altre falliranno nel 2021 non per colpa del Virus ma delle scelte economiche sbagliate di chi ci governa. Tante attività cercano di resistere con la speranza di una ripartenza, accumulando sempre più debiti. Molte le categorie , le piccole e nano imprese duramente sacrificate dal sistema. Il 10 marzo diremo BASTA. BASTA, essere considerati il Bancomat di uno stato sprecone e disorganizzato e incapace. Sarà principalmente uno sciopero fiscale: se tu mi chiudi io non ti pago. Apit ha lanciato da mesi delle proposte ,fra le quali risarcimenti sulla perdita del fatturato per tutte le partite Iva e non in base ad un codice Ateco che discrimina tante categorie. Serve una Riforma vera del sistema fiscale. Servono garanzie sul credito, sui futuri investimenti. Serve diminuire enormemente il costo del lavoro. Serve investire sui giovani, sull’istruzione e sulla formazione. Servono più controlli sugli sprechi pubblici. Riformare il sistema di controllo fiscale: le agenzie delle entrate; molto spesso colpevoli e causa del fallimento di centinaia di migliaia di imprese: richieste di interessi illegittimi su sanzioni e soprattutto accertamenti fantasma su aziende sane. Per scoprire poi che i funzionari dell’ADE ricevono bonus sugli accertamenti. In conclusione: serve controllare il controllore.”


Federica Barabotti, responsabile Apit area Valdera lancia l’invito a tutte le Partite Iva di partecipare: “Da oltre un anno molte attività sono al collasso, non vogliamo le briciole dei ristori che non bastano a coprire le spese, tasse e i costi di gestione che continuano ad esserci! E’ importante la partecipazione di tante Partite Iva che unite si presentano a Roma davanti a chi decide per avere il nostro Diritto a lavorare e vivere”.
“La manifestazione di piazza – Marco Bartaloni, nuovo referente Apit Pontedera – é una forma di attivismo che porta molte persone che condividono un’ insoddisfazione come in questa fase e attraverso la partecipazione rendono visibile la loro opinione. Essere in piazza ha un significato molto importante e il numero di corpi presenti determina la riuscita della stessa manifestazione. Quindi la partecipazione in massa ha un valore enorme per la protesta che può essere di attenzione per le forze politiche e/o istituzionali. Solo così potrà essere raccontato dagli opinionisti di tv, radio, social e carta stampata. Le manifestazioni di massa hanno rappresentato nel Novecento un momento fondamentale per lo sviluppo della democrazia e per le logiche di nazionalismo. Perciò invitiamo tutti coloro che credono che gli aiuti o i ristori arrivati non siano stati sufficienti per sopperire alla chiusura imposta dallo stato o all’apertura parziale con cali di fatturato, deve venire con noi a Roma per protestare e farsi sentire. Il potere politico e decisionale è a Roma e quindi il 10 marzo a Roma abbiamo l’opportunità di far sentire la nostra voce.”

 

 

 

Ultime Notizie

Grave incidente, 13enne in bicicletta travolto da uno scooter

CASCINA. Un 13enne che si trovava in sella alla sua bici è stato investito da uno scooter.L'incidente è avvenuto intorno alle ore 14:30 a...

A Calcinaia il Covid non ferma il “Pellegrinaggio della Memoria”

CALCINAIA. Era molto tempo che non accadeva. La pandemia aveva fatto in modo che le porte della Sala Don Angelo Orsini, la sala dove...

Pisa ospiterà la 21esima edizione del Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia

Pisa è stata scelta per ospitare, nel maggio del 2023, il XXI Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia, una manifestazione che richiamerà in città oltre...

Il Covid fa un’altra vittima a Casciana Terme Lari

CASCIANA TERME LARI. Il sindaco Mirko Terreni torna ad aggiornare i cittadini sull'andamento del contagio e comuica un decesso legato al Covid."La situazione epidemiologica...

Valdera e Pisa, i nuovi contagi per comune

COVID-19. Nell’Azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 15 maggio, sono 123.In Valdera si registrano 9 casi, così suddivisi: Capannoli 1,...

Una galleria virtuale per un gemellaggio reale

CALCINAIA. L’Europa non è un concetto astratto, ma una straordinaria opportunità per mettere in contatto culture diverse, per confrontare differenti tradizioni, per scoprire nuovi...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...