12.1 C
Pisa
giovedì 13 Maggio 2021

Toscana, Rossi: era giusto attendere una settimana

TOSCANA. A parlare è il Presidente della Toscana, Enrico Rossi, intervenuto a Centocittà su Radio1 in merito alla riapertura anticipata della regione.

Rossi dichiara: “Non faccio lo sceriffo, avrei dato un’altra settimana per riapertura, forse era giusto attendere una settimana. Sin dall’inizio ho detto che non faccio forzature, anche perché non esistono passaporti sanitari, anche noi che non siamo esperti abbiamo capito che un certificato di immunità non può essere dato a nessuno”.

Sull’ipotesi di aperture differenziate, Rossi ha ribadito che “se non possiamo chiudere una regione rispetto a un’altra, forse era giusto attendere una settimana in più e vedere l’evoluzione dei contagi”, ma anche che con il dibattito ora in corso “si rischia di ingenerare contrapposizioni fra una regione e un’altra, e questo non va bene”. In quanto all’ipotesi di tracciamento, per il governatore della Toscana “sembra contraddire l’idea che la riapertura o avviene su tutto il Paese o non può avvenire”.

                                                                                                                                                                         V.S.

Ultime Notizie

”Le strane circostanze”, il nuovo libro del ponsacchino Loris Grassulini

Si intitola ''Le strane circostanze'' il nuovo libro, disponibile da lunedì 10 maggio in tutte le librerie nazionali e su tutti gli store online,...

Litorale e turismo accessibile: il Comune a fianco di Alba Big Fish per il progetto ”Anch’io vado in vacanza”

PISA. L’assessore alla disabilità, Sandra Munno, ha partecipato a Marina di Pisa alla presentazione della campagna di raccolta fondi, promossa dalla sezione soci Coop...

”Natura Amica” a cura della dottoressa Elisabetta Raimo

Rispetta la pelle e proteggila con il Betacarotene Potente fonte di energia vitale, fa bene alla salute e solleva il nostro umore. Che cosa è?...

Mentre la Toscana si avvia alla riconferma in giallo, cambiano i parametri dei colori

Migliorano di settimana in settimana i parametri circa l'attuale andamento epidemiologico della nostra Regione.  Numeri alla mano, la Toscana si riconfermerà in zona gialla anche...

Desk Valdera, interviene Lega Capannoli: “Ogni corsa inizia con un passo, basta sia giusto”

CAPANNOLI. Anche la Lega Capannoli è intervenuta sulla questione ''Desk Valdera'' (leggi QUI), tanto discussa in questi giorni e che ha coinvolto il nostro...

Ripristino del tratto franato in Fi-Pi-Li, la Regione stanzia oltre 4 milioni

Oltre 4 milioni di euro dalla Regione per la sistemazione del dissesto sulla FiPiLi dopo l’evento franoso del 12 gennaio di quest’anno che ha...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...