17.4 C
Pisa
sabato 23 Ottobre 2021

Terapia al plasma, Pisa capofila della sperimentazione

PISA. L’Azienda Ospedaliero-Universitaria pisana, è la struttura capofila per la sperimentazione della terapia al plasma iperimmune.

Lo studio sulla plasmaterapia è in corso a Pisa e si testa su pazienti Covid-19 l’infusione di plasma donato da pazienti Covid- 19 guariti.

Ad oggi, com’è noto, non esiste un trattamento specifico per Sars-CoV2 ma, come accaduto per altre precedenti epidemie virali – Ebola, MERS-CoV (Middle East respiratory syndrome coronavirus, MERS-CoV), H1N1pdm09 (pandemic 2009 influenza A H1N1) – l’uso di plasma da soggetti convalescenti, sopravvissuti all’infezione, ha dimostrato di avere un ruolo terapeutico soprattutto perché fattibile e poco rischioso.

Alla luce di quanto evidenziato dalla revisione della letteratura – pur non essendoci attualmente studi che ne dimostrino la fattibilità e l’efficacia nell’ambito dell’epidemia mondiale di SARS – l’uso di plasma da donatori convalescenti potrebbe avere un ruolo terapeutico, senza gravi eventi avversi, anche nei pazienti critici affetti da Covid-19, come è già avvenuto in Cina. 

Inoltre, la possibilità di disporre di donatori locali offre il valore aggiunto di dare un’immunità specifica acquisita contro l’agente infettivo proprio del ceppo locale, in considerazione del fatto che in altre aree il ceppo potrebbe essere differente.

Obiettivo primario dello studio è valutare l’efficacia terapeutica del plasma infuso su pazienti affetti da grave insufficienza respiratoria per polmonite interstiziale da Covid-19. In seconda battuta questo protocollo di cura mira anche a valutare il decorso clinico dei pazienti trattati in termini di intervallo di tempo per l’estubazione, durata di degenza in terapia intensiva, giorni in ventilazione meccanica, durata della ventilazione con casco CPAP. 

La sopravvivenza verrà valutata anche in base ad età e presenza di altre patologie pregresse; inoltre, si valuterà la riduzione della carica virale nel tampone nasofaringeo, espettorato e lavaggio broncoalveolare (BAL) a 1,3 e 7 giorni dopo infusione di plasma. Inoltre, saranno monitorate la viremia e la risposta immune. 

I pazienti selezionati alla terapia, previa acquisizione del consenso (dal diretto interessato o, ove necessario, dai familiari, dal tutore legale o per decisione del medico in caso di pericolo di vita) sono adulti, con positività al Sars-CoV2, polmonite grave da almeno 10 giorni attestata da imaging radiologico, insufficienza respiratoria grave e necessità di ventilazione meccanica o tramite CPAP.

“La Regione Toscana – dice il presidente Enrico Rossi – si è impegnata tempestivamente e su più fronti” con “intervento che ha saputo anche cogliere e supportare la ricerca di qualità. E’ il caso della sperimentazione della plasmaterapia a Pisa che contribuisce ad aumentare le possibilità di cura”.

Ultime Notizie

Cascina Terme Lari, Terreni su perdita assessora: “ci sarà un impoverimento di contenuti e punti di vista”

Sulla questione ritiro deleghe all'Assessora Bosco (leggi), siamo tornati a parlarne con il sindaco del comune di Cascina Terme Lari, Terreni, in occasione dell'inaugurazione...

L’orientamento per il lavoro giovanile passa da Calcinaia

Nuovo progetto per l'orientamento e l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Così riporta una nota resa pubblica sul portale comunale.Da sempre, - riporta...

Furto: Alfa Giulietta torna al suo…”Romeo”

L’auto rubata torna al suo proprietario. Ecco cosa è successoVenerdì 21 ottobre, ore 10.45 avviene il ritrovamento da parte di una pattuglia della Polizia...

“Colpo fallito”: ‘furbetto’ identificato dai poliziotti

L’ uomo è stato identificato dai poliziotti e ha deciso di pagare quanto dovuto. Ecco cosa è successo. Ore 19.45 di venerdì 21 ottobre, le forze...

“Discarica Grillaia: la Regione chiarisca di chi sono le responsabilità”

Nel corso della mattinata di oggi 23 ottobre nel giardino pubblico di Terricciola si è tenuta un'assemblea pubblica, al centro del dibattito la controversa...

Santa Maria a Monte: il sipario si alza lo spettacolo inizia al Teatro di Bo’, il cartellone

DIRE FARE BACIARE Festival di Teatro Contro-Corrente 2021/2022 a Santa Maria a Monte “Si (ri) apra il sipario!”: Il Teatro di Bo’ riprende il suo cammino...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Ucciso da un malore improvviso noto imprenditore

La tragedia si è consumata ieri, intorno a mezzogiorno. L’uomo si è sentito male mentre si trovava nel capanno di caccia.Un cacciatore di 72...

Si getta dalla finestra e muore

È morta sul colpo, niente da fare per la donna che domenica scorsa si è lasciata cadere dalla finestra della sua abitazione.La tragedia si...

Minuti di alta tensione, scoppia la lite in pieno centro a Pontedera

Alta tensione nel pomeriggio di ieri in centro a Pontedera tra un gruppo di persone.PONTEDERA. La lite è scoppiata dopo le 18, in corso...

Pontedera: il Lotti piange la dottoressa scomparsa

"L'Azienda USL Toscana nord ovest esprime il più sentito cordoglio per la scomparsa della dottoressa Gianna Gambaccini", con queste parole si apre il comunicato...

Pisa in lutto, se ne va Gianna Gambaccini

L'Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Pisa se ne è andata nella notte.  Gianna Gambaccini, che aveva compiuto 49 anni lo scorso 3 ottobre, è...

Ponte a Calcinaia, quando riapre? Il sindaco Alderigi risponde

Arrivare a Pontedera sembra essere diventata un'impresa. Disagi ancora derivanti dalla chiusura del Ponte a Calcinaia.  L'incidente avvenuto ieri alle porte di Pontedera (clicca qui...