11.5 C
Pisa
domenica 9 Maggio 2021

Supermercato in Borgo Stretto, Confesercenti lancia l’allarme

PISA. Il responsabile del centro storico di Confesercenti Toscana Nord Francesco Mezzolla lancia l’allarme alla luce di una nuova apertura in Borgo Stretto di una attività riconducibile alla grande distribuzione.

“La grande distribuzione – spiega Francesco Mezzolla – dopo aver puntato sui mega supermercati nelle periferie, torna adesso nei centri storici con piccole strutture che però hanno lo stesso risultato di mettere in ginocchio le attività tradizionali. La legge lo permette e per questo occorre trovare strumenti nuovi con l’amministrazione comunale per arginare questo fenomeno, soprattutto adesso in cui il piccolo commercio è in ginocchio”.

“Premesso che l’imprenditore che ha deciso di aprire questo esercizio commerciale ha sicuramente le carte perfettamente in regola per farlo – sottolinea Mezzolla -, mi chiedo se esiste a livello di regolamenti comunali la possibilità di arginare queste nuove aperture che affossano le piccole attività tradizionali, il più delle volte a conduzione familiare. La mia riflessione vuole avere solo un valore costruttivo e assolutamente non polemico , perché sono consapevole che la liberalizzazione che ha portato tanti benefici, ma sacrificare attività storiche che si identificano con il cuore pulsante della città deve essere almeno limitato.”

“Nel caso specifico dell’attività di Borgo Stretto – incalza il responsabile centro storico – penso ai colleghi che hanno le botteghe tradizionali, i banchi della frutta del mercato di piazza delle Vettovaglie, che subiranno un crollo verticale del già risicato incasso giornaliero”. Francesco Mezzolla già nelle settimane scorse aveva lanciato l’allarme per le chiusure di tante attività tradizionali nell’asse commerciale corso Italia-Borgo a causa delle conseguenze del coronavirus.“

“In questo periodo di pesante crisi – spiega – è del tutto evidente che i costi dei fondi commerciali nell’asse corso Italia-Borgo non possono essere più sostenuti dai piccoli esercenti. Il rischio quindi che ci siano una colonizzazione della grande distribuzione, soprattutto con attività legate al settore alimentare non solo con la vendita ma anche con la somministrazione. Per questo è necessario che si lavori, ad esempio, ad un piano delle funzioni che metta paletti alla liberalizzazione. Confesercenti – conclude Mezzolla – è disponibili a collaborare con Palazzo Gambacorti per un nuovo regolamento che tuteli il commercio tradizionale nel centro storico. Sollecitiamo anche i candidati consiglieri regionali del nostro territorio affinchè la questione sia al centro della prossima legislatura”.

Ultime Notizie

I sindaci scendono in passerella per il progetto ”Desk Valdera”

Domani, lunedì 10 maggio 2021, alle ore 11:00, sulla passerella pedonale che collega al villaggio scolastico superiore, i sindaci della Valdera presenteranno il progetto...

Violenza sulle donne, la famiglia Simonelli dona 3 panchine rosse a Ponsacco

PONSACCO. Attraverso la propria pagina Facebook, la sindaca di Ponsacco, Francesca Brogi, ci ha tenuto a ringraziare la famiglia Simonelli."Grazie alla famiglia Simonelli che...

Covid-19: nel Comune di Calcinaia 44 persone attualmente positive

CALCINAIA. Il Comune di Calcinaia torna ad aggiornare i suoi cittadini sull'attuale andamento epidemiologico sul territorio. Come sappiamo, collocandoci in zona gialla, l'indice Rt...

Ufficiale: via libera alle visite nelle Rsa

''Finalmente potremo cominciare a colmare quel vuoto affettivo e di relazioni imposto dal Covid per gli anziani delle Rsa e per le persone con...

Peccioli, due giorni di tamponi alla popolazione: un solo positivo

PECCIOLI. Poco meno di 500 tamponi rapidi processati nelle giornate di venerdì 7 e sabato 8 maggio, con un solo risultato positivo.La nuova campagna...

Scontro auto moto, c’è un decesso a Pontedera

PONTEDERA. Tragico scontro tra un'auto e una moto questo pomeriggio, poco prima delle ore 15. A seguito dell'impatto, la giovane motociclista di 26 anni...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...