24.2 C
Pisa
sabato 19 Giugno 2021

Si rifiuta di vendere libri che promuovono odio e intolleranze, offese ai titolari della libreria

PONTEDERA. La libreria si rifiuta di vendere libri che promuovono odio e intolleranze. Offese per i titolari della libreria. Molti, nelle ore successive, i messaggi di solidarietà nei confronti di Equilibri.

Il fatto risale ormai a qualche giorno fa, vittima della storia una libreria del centro di Pontedera, Equilibri.

Questo il messaggio pubblicato sui social dalla titolare, Francesca Pau, “Poco fa è successo un fatto grave. È il secondo da quando ho aperto, mi pare anche di essere fortunata, tutto sommato.
Una persona (già nota a Pontedera per “idee politiche” che promuovono l’intolleranza) ha fatto la foto al nostro cartello e poi si è affacciato (ovviamente senza mascherina) a dirci la sua opinione non richiesta che trasudava – guarda caso – odio. Tra l’altro, quando mia mamma gli chiesto di mettersi la mascherina, lui le ha risposto con un simpatico “chiuda il becco”, come se sentissimo il bisogno di un’ulteriore prova della sua maleducazione.
Non so se la foto che ha fatto finirà da qualche parte in quei circoli su facebook (per fortuna ristretti) di gente incivile, ma nel dubbio volevo postarla io per prima, per sottolineare per l’ennesima volta l’importanza di prendere posizione. Sicuramente abbiamo concezioni diverse però io, sarò radicale, credo fermamente che ci sia una sola strada giusta da intraprendere ed è quella del rispetto per le persone, sempre e comunque.”

Questo il cartello incriminato e affisso sulla porta d’ingresso di Equilibri, nel quale si ribadisce la volontà di non voler vendere libri che promuovono odio e intolleranze.

Nelle ore successive al fatto, molti i messaggi di solidarietà in favore di Francesca e della sua Equilibri.

“Grazie a chi ha espresso solidarietà, ha messo un cuore, ha condiviso e grazie a chi ha chiesto spiegazioni più approfondite da cui è nato un bel dibattito.
Non ho pensieri sempre netti, mi capita raramente di fare una cosa ed essere sicura di aver preso la strada giusta senza ripensamenti, di solito rimugino, ci ragiono per giorni e anche quando sono convinta poi cerco di guardare anche le altre possibilità: è un tratto abbastanza tipico delle persone ansiose e, come tutti i tratti caratteriali, a volte li ami e volte li odi.
Questa esperienza, che è diventata gigantesca grazie alle vostre condivisioni e a quella di Iacopo (Consigliere Regionale in carica), ha portato affetto a valanga e (chiaramente) anche qualche commento negativo, distruttivo e a volte molto offensivo. Perciò mi sono chiesta se mi fossi posta male io per prima, se avessi potuto fare qualcosa diversamente. Ci penserò per giorni ancora quindi nella mia testa questo argomento non è chiuso. Ma a una conclusione ci sono arrivata: ho sbagliato a scrivere quel cartello, ne sarebbe bastato uno molto più piccolo e con meno parole. “Equilibri è una libreria antifascista”.
EDIT (perché forse serve)
I libri storici sui totalitarismi di qualunque bandiera quelli sì che possono essere ordinati e acquistati (uno tra tutti il Mein Kampf, ad esempio) perché è indispensabile conoscere e capire e istruirsi. Il cartello è riferito a personaggi che ancora oggi appoggiano e inneggiano a idee intolleranti e lasciano che, a volte, quelle idee si trasformino in atti violenti”

Ultime Notizie

Anticipazioni Covid: in Toscana 62 nuovi casi, cala ancora il tasso di positività

COVID-19.I nuovi casi registrati in Toscana sono 62 su 18.955 test di cui 6.758 tamponi molecolari e 12.197 test rapidi. Il tasso dei nuovi...

Tutti a bordo! A Bientina l’iniziativa che insegna a guidare bene e in sicurezza

BIENTINA. Come si controlla un veicolo? In che modo si riesce ad anticipare un pericolo? E come si viaggia in sicurezza? Queste sono alcune...

Tanti ospiti e personaggi dello spettacolo attesi venerdì al Bagno Vittoria di Tirrenia

TIRRENIA. Un grande evento benefico attende il litorale pisano venerdì 25 giugno alle ore 18 a Tirrenia con il "Calendario della Rinascita da crisalide...

Ennesimo incidente in FiPiLi, un tamponamento paralizza il traffico

Non si placano gli incidenti sulla Fi-Pi-Li. La grande arteria stradale, ormai martoriata dai lavori e dall'intenso traffico che si registra ogni giorno, è...

Caso Scieri, tre imputati chiedono il processo abbreviato

Tre dei cinque imputati nel processo per la morte di Emanuele Scieri, il parà di 26 anni morto nella caserma Gamerra di Pisa il 13...

Lupino confessa: ”Un colpo di pistola letale, è così che ho ucciso Khrystyna”

Risale a pochi giorni fa la confessione di Francesco Lupino, è lui l'assassino di Maria Khrystyna Novak (leggi QUI).  Il vicino di casa della ragazza,...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...