21.2 C
Pisa
venerdì 22 Ottobre 2021

Presa baby gang terrore dei coetanei, in manette due minorenni

Aggredivano e rapinavano loro coetanei. Facevano parte di una baby gang che terrorizzava i loro coetanei.

PISA. Come già anticipato la Polizia di Stato di Pisa ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due minorenni per i reati di tentata rapina aggravata, lesioni aggravate, rapina consumata e lesioni.

LE INDAGINI. L’indagine muove dal grave ferimento avvenuto a Pisa il 15 giugno scorso in pieno giorno in via Turati di un ragazzo di 17 anni, di rientro da alcune compere compiute in corso Italia. Il ragazzo, mentre percorreva la parallela del corso principale, è stato fermato da due coetanei che hanno tentato di rapinarlo e, alla sua reazione, uno dei due ha inferto un fendente all’addome della vittima, ferendolo seriamente. Il ragazzo poi è riuscito a raggiungere la vicina piazza Vittorio Emanuele e chiedere soccorso a due militari.

Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile pisana, diretta dal Vice Questore Aggiunto Fabrizio Valerio Nocita, sono partite immediatamente in maniera serrata, dai primi minuti dopo la notizia dell’aggressione. Attraverso la descrizione, fornita dalla vittima ai militari prima di perdere conoscenza, sono state avviate le ricerche sul territorio, è stata circoscritta la scena del crimine e da quel punto, è iniziata un’analisi capillare di ogni telecamera utile presente nell’area di interesse. Dall’analisi delle prime telecamere è stato possibile individuare la presenza di due ragazzi che si allontanavano dalla scena del crimine pochi istanti dopo la commissione del fatto in direzione della stazione.

Alcune ore dopo il fatto, gli agenti della Squadra Mobile, congiuntamente alla sezione Polfer di Pisa, hanno rintracciato presso lo scalo ferroviario pisano, due soggetti corrispondenti alla descrizione fornita verbalmente dalla vittima. I due, minorenni, sono stati identificati e perquisiti, uno era stato trovato in possesso di un coltello, che ha fatto scattare la denuncia alla Procura dei Minori. Attraverso l’analisi delle telecamere, è stato possibile ricostruire i movimenti dei due indagati, entrambi 17enni italiani, sin dal loro arrivo alla stazione di Pisa quel pomeriggio.

Il successivo passaggio in via Turati viene ripreso da altre tre telecamere e, sebbene l’evento si sia verificato in un “punto cieco”, i due giovani vengono ripresi da una seconda telecamera in una fase successiva al ferimento, mentre si allontanano dalla scena del crimine a passo svelto. Le immagini li riprendono mentre uno dei due ripone dentro al marsupio un oggetto simile a un coltello, mentre il complice, con il braccio destro, sembrerebbe mimare con un gesto all’altro l’accoltellamento appena compiuto.

Decisive, a riscontro dell’attività investigativa condotta, sono state anche le dichiarazioni rese dal ragazzo vittima del tentativo di rapina e del successivo accoltellamento che, alla visione di un fascicolo fotografico fornito dagli investigatori, ha riconosciuto i due autori dell’aggressione.

A quel punto, l’attenzione degli investigatori si è soffermata sui due responsabili. Sono state condotte delle approfondite indagini osint (analisi fonti aperte) dalle quali è emerso che i due responsabili erano membri di una baby-gang livornese, frequentatrice del territorio pisano.

LA SECONDA AGGRESSIONE. Le indagini condotte sui profili social dei soggetti hanno consentito di ricostruire anche un secondo episodio delittuoso, avvenuto la notte del 28 agosto u.s. in piazza Garibaldi. In quella circostanza la vittima, un ragazzo 21enne, ha riferito che mentre si trovava in piazza Garibaldi a trascorrere la serata due soggetti, staccatisi da un gruppo più numeroso, lo hanno avvicinato e, con la scusa di chiedergli una informazione, gli hanno sfilato il cellulare. Il giovane a quel punto si è ribellato ed è stato picchiato.

Ad incastrare i due autori, anche stavolta, l’analisi delle telecamere, le dichiarazioni rese dalla vittima e da altri testimoni e, inoltre, una maglietta di un club sportivo con il nome di un calciatore noto, che uno dei due rapinatori indossava quella sera e che gli investigatori della squadra mobile, analizzando i profili social dei due sospettati, hanno riscontrato indossata dal ragazzo in alcune fotografie sui social.

Tutti i richiamati elementi, gravemente indiziari, nonché il pericolo di reiterazione del reato della stessa indole hanno condotto il Gip presso il Tribunale per i Minorenni di Firenze ad emettere una ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dei due diciassettenni.

L’ARRESTO. Ieri mattina gli agenti della Squadra Mobile di Pisa hanno raggiunto i due ragazzi destinatari della misura. Dopo le perquisizioni, nell’ambito delle quali è stato rinvenuto anche parte dell’abbigliamento indossato all’atto della commissione delle rapine e numerosi telefoni cellulari sui quali sono in corso degli approfondimenti, i due arrestati sono stati associati in carcere in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Ultime Notizie

Ritrova il fratello dopo 20 anni, l’uomo nato Cascina Terme ha lavorato per l’Enea

Nei giorni scorsi, la Questura di Roma ha diramato un allert nazionale per la ricerca di un uomo di 70 anni circa, ricoverato presso...

Muore mentre fa colazione, il decesso questa mattina

A nulla sono valsi gli immediati soccorsi prestati ad una signora di 51 anni ospite di un'amica mentre faceva colazione.Alle ore 10.35 su richiesta...

Lega Capannoli, ex scuola primaria: “persa l’occasione di risparmiare 5.978 €”

Soldi che potevano essere risparmiati, è questo il pensiero della Lega Capannoli a proposito del Progetto 'recupero ex scuola primaria'."La giunta comunale di Capannoli,...

Pontedera: il Lotti piange la dottoressa scomparsa

"L'Azienda USL Toscana nord ovest esprime il più sentito cordoglio per la scomparsa della dottoressa Gianna Gambaccini", con queste parole si apre il comunicato...

Covid, Toscana: sale il tasso di positività

Coronavirus, 277 nuovi casi, età media 49 anni. Tre i decessi.I nuovi casi registrati in Toscana sono 277 su 29.032 test di cui 8.718...

Usl Toscana Nord-Ovest: “Indetto sciopero ad oltranza fino al 31 ottobre”

L'Azienda informa che è stato indetto dall’Associazione sindacale Fisi uno sciopero ad oltranza fino a domenica 31 ottobre. Lo sciopero, indetto dalla Fisi, ha portata...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Ucciso da un malore improvviso noto imprenditore

La tragedia si è consumata ieri, intorno a mezzogiorno. L’uomo si è sentito male mentre si trovava nel capanno di caccia.Un cacciatore di 72...

Si getta dalla finestra e muore

È morta sul colpo, niente da fare per la donna che domenica scorsa si è lasciata cadere dalla finestra della sua abitazione.La tragedia si...

Ponte a Calcinaia, quando riapre? Il sindaco Alderigi risponde

Arrivare a Pontedera sembra essere diventata un'impresa. Disagi ancora derivanti dalla chiusura del Ponte a Calcinaia.  L'incidente avvenuto ieri alle porte di Pontedera (clicca qui...

Santa Maria a Monte piange il 47enne morto sul posto di lavoro, la rabbia il dolore di Ilaria Parrella

E' un messaggio toccante quello postato della prima cittadina di Santa Maria a Monte, un messaggio intriso di dolore e rabbia per l'ennesima morte...

Minuti di alta tensione, scoppia la lite in pieno centro a Pontedera

Alta tensione nel pomeriggio di ieri in centro a Pontedera tra un gruppo di persone.PONTEDERA. La lite è scoppiata dopo le 18, in corso...

Pontedera, Luna Park: ecco il Voucher digitale da scaricare per salire sulle attrazioni

Tutto digitale, il mondo gira attorno ad un click, per questo in occasione della festa dei bambini arrivano agevolazioni che permettono di rendere facile...