11.5 C
Pisa
domenica 9 Maggio 2021

Premi e riconoscimenti in occasione del 169° Anniversario della fondazione della Polizia di Stato

Oggi 10 Aprile 2021, in occasione del 169° anniversario della fondazione della Polizia di Stato, si è tenuta presso la Caserma Goffredo Mameli di via s. Francesco, alla presenza del Prefetto Giuseppe Castaldo e del Questore Gaetano Bonaccorso, la deposizione di una corona di alloro al monumento ai caduti.

La sobrietà della cerimonia, imposta dalle limitazioni per il contenimento della pandemia da coronavirus, ha previsto questo irrinunciabile omaggio alla memoria di chi ha dato la vita al servizio dei cittadini e la consegna dei riconoscimenti premiali alle donne e agli uomini della Polizia di Stato della Provincia di Pisa, che si sono distinti in particolari attività in servizio.

La consegna dei premi è un riconoscimento simbolico attribuito agli operatori per i risultati conseguiti nel corso di operazioni di polizia giudiziaria o di soccorso pubblico, con impegno e spirito di sacrificio.

Nello specifico, sono stati consegnati 4 encomi solenni, 3 encomi e 21 Lodi, così specificate: ll Sovrintendente Locci Francesco, l’ Assistente Capo Dal Canto Massimiliano, gli Agenti Scelti Costa Rosario e Sabatini Marco, della Squadra Volanti della Questura, sono stati premiati con l’Encomio Solenne, per aver evidenziato spiccate capacità professionali e non comune determinazione operativa, nel corso di un’attività di soccorso pubblico volta alla messa in sicurezza dei condomini di uno stabile interessato da un incendio (Pisa, via Monte Ortigara, 20 gennaio 2017);

Il Vice Questore dr. Fezza Luigi, dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Pontedera, premiato con l’Encomio per aver evidenziato spiccate qualità professionali, dirigendo un’attività info-investigativa conclusasi con il rintraccio e l’espulsione dal territorio italiano di un cittadino egiziano, per motivi di sicurezza dello Stato (Pontedera, 12 aprile 2017);

analogo riconoscimento per due Assistenti Capo della Digos della Questura, premiati con l’Encomio per aver evidenziato spiccate qualità professionali e non comune impegno operativo, espletando un’attività info-investigativa conclusasi con il rintraccio e l’espulsione dal territorio italiano di un cittadino egiziano, per motivi di ordine e sicurezza pubblica (Pontedera, 12 aprile 2017).

Inoltre, il seguente personale verrà premiato con la Lode: Commissario Falaschi Roberta (Ufficio Prevenzione Generale), Commissario Orsini Sandra (Squadra Mobile), Ispettore Superiore Aloisi Giuseppe (Squadra Mobile), Ispettore Capo Mastronardi Mario (Commissariato P.S. Pontedera), Vice Ispettore Sandroni Paolo (Commissariato P.S. Pontedera), Vice Ispettore Rossi Paolo (Ufficio Prevenzione Generale), Sovrintendente Capo Scovenna Saverio (Squadra Mobile), Sovrintendente Capo Marino Marco (Commissariato P.S. Pontedera), Vice Sovrintendente Girolami Gianluca (Commissariato di P.S. di Pontedera), Vice Sovrintendente Morganti Samuele (Ufficio Tecnico Logistico), Vice Sovrintendente Napoletano Mario (Squadra Mobile), Assistente Capo Guzzardo Maurizio (Commissariato P.S. Pontedera), Assistente Capo Brescia Elisa (Commissariato P.S. Pontedera), Assistente Capo De Stefano Raffaele (Polizia Ferroviaria Pisa), Agente Scelto Pallini Federico (Ufficio Prevenzione Generale).

Questo il saluto del Questore, Gaetano Bonaccorso:

Care amiche e cari amici che animate questa comunità, oggi ricorre il 169° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato. Una giornata simbolo per tutti noi, tradizionalmente destinata a presentare alla cittadinanza il bilancio del nostro lavoro, rassegna di dati, risultati, statistiche, testimonianza di sforzi e sacrifici straordinari che nulla tuttavia hanno più oggi di straordinario, di fronte alla dura lezione di vita che in questo anno ci è stata impartita. Occorre farne tesoro e prima ancora occorre rialzarsi ed in nome di quell’”esserci sempre”, ormai da anni il claim dell’agire della Polizia di Stato, anche in questa circostanza saremo in grado di mettere in campo la nostra capacità di sostenere chi ne ha bisogno.

“Esserci sempre” è lo slogan scelto anche per questo 169° anniversario, quarantennale dalla legge di riforma della Polizia di Stato divenuta dal 10 Aprile 1981 una forza di Polizia ad ordinamento civile. Una legge che, ancor prima di dare una nuova pelle alla Polizia di Stato, contiene il nuovo ordinamento dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza sottolineando la centralità delle Autorità di Pubblica Sicurezza di cui definisce in modo chiaro ruoli e competenze e quindi responsabilità, in un sistema coordinato in cui la Polizia di Stato è una delle componenti del complesso sistema della sicurezza pubblica. Uno straordinario esempio di modernizzazione, raccontato con le immagini del nostro calendario, testimonianza della capacità dell’Istituzione di tenersi al passo con i tempi e talvolta anticipare i grandi processi di innovazione che avrebbero attraversato il paese in questi quarant’anni. Il fantastico percorso compiuto in questo tempo, parte del quale ho avuto la fortuna di vivere dall’interno, ha un’attrice protagonista la donna, che con quella legge è entrata a far parte dei ruoli ordinari della Polizia, con le stesse prerogative degli uomini e le stesse opportunità di carriera. L’intuizione del ruolo fondamentale che la donna avrebbe avuto per il futuro sviluppo della Polizia di Stato è figlia del legame tra donne e Polizia risalente al 1959, talchè da potersi oggi definire Amministrazione Pubblica tra le più all’avanguardia nei processi di riconoscimento delle pari opportunità. In questo nostro Anniversario debbo e voglio rivolgere un ringraziamento a ognuno di voi, donne e uomini della Polizia di Stato di questa provincia, per come, in una circostanza così difficile, avete ancora una volta risposto alla chiamata, dimostrando di saper portare avanti la nostra missione, accompagnandola con il tratto di umanità e sensibilità che tutti ci riconoscono. Un commosso pensiero ai nostri Caduti che hanno fatto grande la Polizia di Stato, la mia vicinanza a tutti coloro che hanno subito dolorose perdite tra i loro affetti, ai colleghi che hanno sopportato le sofferenze della malattia ed a quelli costretti ancora oggi a sopportarle.

Un particolare ringraziamento a voi cittadini, comunità a cui servizio quotidianamente ci poniamo pronti ad ascoltare i vostri bisogni per orientare al meglio la nostra attività, la vostra vicinanza è un aiuto straordinario che vi chiediamo di non far mai mancare.

A voi rinnovo il mio impegno per la sicurezza e legalità di questo territorio, ci ritroverete sempre qui ad illuminare con le nostre luci blu le strade delle nostre splendide città. Ancora una volta insieme per un futuro migliore”.

Ultime Notizie

I sindaci scendono in passerella per il progetto ”Desk Valdera”

Domani, lunedì 10 maggio 2021, alle ore 11:00, sulla passerella pedonale che collega al villaggio scolastico superiore, i sindaci della Valdera presenteranno il progetto...

Violenza sulle donne, la famiglia Simonelli dona 3 panchine rosse a Ponsacco

PONSACCO. Attraverso la propria pagina Facebook, la sindaca di Ponsacco, Francesca Brogi, ci ha tenuto a ringraziare la famiglia Simonelli."Grazie alla famiglia Simonelli che...

Covid-19: nel Comune di Calcinaia 44 persone attualmente positive

CALCINAIA. Il Comune di Calcinaia torna ad aggiornare i suoi cittadini sull'attuale andamento epidemiologico sul territorio. Come sappiamo, collocandoci in zona gialla, l'indice Rt...

Ufficiale: via libera alle visite nelle Rsa

''Finalmente potremo cominciare a colmare quel vuoto affettivo e di relazioni imposto dal Covid per gli anziani delle Rsa e per le persone con...

Peccioli, due giorni di tamponi alla popolazione: un solo positivo

PECCIOLI. Poco meno di 500 tamponi rapidi processati nelle giornate di venerdì 7 e sabato 8 maggio, con un solo risultato positivo.La nuova campagna...

Scontro auto moto, c’è un decesso a Pontedera

PONTEDERA. Tragico scontro tra un'auto e una moto questo pomeriggio, poco prima delle ore 15. A seguito dell'impatto, la giovane motociclista di 26 anni...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...