24 C
Pisa
lunedì 21 Giugno 2021

Itis Marconi, grido d’allarme contro la Mafia: Vicequestore Fezza tocca il cuore degli studenti

PONTEDERA. Questa mattina l’Istituto ITIS “G. Marconi” di Pontedera ha ospitato la manifestazione conclusiva di un percorso di educazione alla legalità.

In occasione del 29esimo anniversario della strage di Capaci, gli studenti, coordinati da alcune docenti, hanno partecipato alla mobilitazione “Un lenzuolo contro la mafia”, indetta dalla Fondazione “Giovanni Falcone”, stendendo un lenzuolo bianco che recava la scritta “Itis Marconi Contro La Mafia #dicosasiamocapaci, #23maggio”.

Sono intervenuti il Dirigente Scolastico, Professor Pierluigi Robino, il vicequestore di Pontedera, dottor Luigi Fezza, il responsabile dei progetti realizzati nelle scuole della provincia di Pisa, dottor Giovanni Callori oltre agli studenti e ai docenti.
Il Dirigente ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa soprattutto in considerazione del periodo particolarmente difficile che la scuola sta attraversando, con tutte le limitazioni che ha comportato; nonostante ciò un gruppo di studenti ha seguito in presenza un ciclo di tre incontri durante i quali il dottor Callori ha affrontato svariati temi legati al problema della mafia e delle mafie, non limitandosi all’evento tragico che oggi si ricorda ovvero la strage di Capaci del 1992.

Particolarmente sentita la testimonianza del Vicequestore Fezza che ricorda il luglio del 1993 come un anno difficile della sua vita; infatti, all’epoca era un giovanissimo poliziotto “spedito” a Palermo con compagni ancora più giovani, in una città dove aleggiava la paura. Quei giovani ebbero l’incarico di presidiare ( e proteggere ad ogni costo) abitazioni di magistrati, Tribunali, palazzi di Governo, per sei ore al giorno armati di mitra, soffocati in un giubbotto antiproiettile incuranti delle temperature estive siciliane, senza mai distrarsi, attenti a tutto, perché, come gli era stato insegnato, anche la cosa più bella ed innocente, come un neonato in un carrozzino, può nascondere un mortale ordigno.

Protagoniste della giornata le emozioni degli studenti che hanno riportato riflessioni personali o hanno letto testimonianze autentiche come quella della sorella di Paolo Montinaro, il caposcorta di Falcone ucciso a Capaci, fino alla toccante citazione di Paolo Borsellino: “Se la gioventù le negherà il consenso anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo”, una frase che acquista un particolare valore se letta davanti a quel lenzuolo bianco che grida il dissenso dei giovani di questa scuola quali rappresentanti della loro intera generazione.

Ultime Notizie

Rientro anticipato dal mare, gioca l’Italia: c’è chi chiede il maxi schermo a Ginestra

Il richiamo della Nazionale di Calcio italiana è più forte dell'ultimo scampolo di mare, tanto che si stanno già registrando incolonnamenti.In questi minuti si...

Covid a Pisa, Volterra e Valdera: domenica 26 giugno solo 6 casi

Le anticipazioni parziali sono giunte questa mattina grazie al presidente della Regione Toscana, di seguito riportiamo il dettaglio di quanto emerso nelle ultime 24...

Covid-19 in Toscana: il bollettino di oggi, domenica 20 giugno

COVID.19. 55 nuovi casi, età media 37 anni. I decessi sono 5. Questa l'estrema sintesi del bollettino sanitario diramato oggi, domenica 20 giugno, da...

Mezzi pubblici, capienza fino all’80 per cento. Al via lunedì

L'assessore ai trasporti Stefano Baccelli aggiorna sulla questione trasporti pubblici e annuncia:Da lunedì, con l’entrata della Toscana in zona bianca la capienza massima sui...

Addio al cavaliere Arzilli, storico ristoratore e ambasciatore del tartufo nel mondo

La città della Rocca piange la scomparsa di Dino Arzilli, patron e chef del ristorante Genovini.Se ne va l’uomo che ha portato i sapori...

In arrivo 15 attraversamenti pedonali luminosi

CASCINA. Fase conclusiva per altri quindici attraversamenti pedonali luminosi in varie frazioni del Comune. Uno strumento per far crescere la sicurezza stradale, in particolare...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...