7.7 C
Pisa
mercoledì 26 Gennaio 2022

Peccioli e Lajatico, bando “Come vivremo insieme. Energie Sociali”: vince progetto “Sapori Senza Tempo”

“Sapori Senza Tempo: nonni e nipoti ai fornelli per un’esperienza di condivisione e sostenibilità”, il progetto di DiverCity e dell’ente partner Noi per Voi vince il bando per le Energie Sociali istituito dai comuni di Peccioli e Lajatico.

PECCIOLI-LAJATICO. “Abbiamo vissuto un lungo periodo in cui le forme della socialità sono state messe duramente in discussione e ciò ha richiesto alcuni ripensamenti delle modalità della nostra convivenza, del prenderci cura gli uni degli altri, di sostenerci reciprocamente.

Ciò ha fatto emergere vecchi e nuovi bisogni sociali che richiedono un rinnovamento del nostro vivere insieme, delle forme con cui promuoviamo la solidarietà e i legami tra le persone”.

Così i comuni di Peccioli e Lajatico avevano lanciato, lo scorso settembre, il bando per il progetto “Come vivremo insieme. Energie Sociali” mettendo a  disposizione  un contributo straordinario e chiamando in causa, con i loro progetti, tutte le associazioni del territorio impegnate nel sociale.

Il bando puntava, infatti, a favorire occasioni concrete di collaborazione tra le associazioni dei due comuni; stimolare le associazioni a introdurre alcune piccole innovazioni nelle proprie prassi consolidate per esplorare nuovi campi di azione;  aiutare le realtà sociali a pensare ed agire in ottica maggiormente progettuale, valorizzandone le peculiarità; sollecitare l’impegno verso alcune questioni centrali della vita del paese e delle associazioni con l’obiettivo di sostenere progetti che promuovano lo sviluppo di comunità solidali, sostenibili e resilienti e il benessere socio-relazionale dei cittadini e delle cittadine.

Venerdì, la comunicazione del progetto vincitore, tra gli altri sette che avevano aderito: “Sapori Senza Tempo: nonni e nipoti ai fornelli per un’esperienza di condivisione e sostenibilità” dell’organizzazione no profit DiverCity con l’associazione di volontariato ONLUS Noi per Voi come ente partner, la prima attiva nel territorio dal recente 2020 l’altra dal più lontano 2006.

Per DiverCity, il disegno progettuale è stato realizzato da Giulia e Vittoria Giaganini (Peccioli), Francesca Donati (Peccioli) e Giulia Quattrini (Fornacette): tutte ragazze giovanissime ma da tempo impegnate nel nostro territorio con attività sociali e interventi di salvaguardia, tutela e promozione sostenibile dell’ambiente e della cultura che ci rappresenta.

Alcuni ragazzi dell’organizzazione DiverCity alla Biennale di Venezia – da sinistra, Francesca Donati (Peccioli) Giulia Giaganini (Peccioli), Daniele Timpano (Piacenza), Vittoria Giaganini (Peccioli), Benedetta Crouch (Milano)

Con l’occasione, Giulia ha anche rivolto un appello a tutti i ragazzi del territorio per collaborare con DiverCity:  – “abbiamo bisogno di altri giovani come noi per portare avanti questo progetto”- dice a VTrend.it.

Tra gli obiettivi principali del programma, la valorizzazione dell’intera comunità e il rafforzamento del legame con il territorio, che passi mediante uno scambio di conoscenze e una fusione tra tradizione e innovazione volti a colmare anche il divario tra le generazioni.

Come si legge anche dalla locandina divulgata da DiverCity, l’effetto che il nuovo piano avrà sulle comunità di Peccioli e Lajatico sarà estremamente positivo:

non soltanto sarà catalizzatore dello sviluppo di comunità solidali, sostenibili e resilienti – dopo Peccioli che al Padiglione Italia della Biennale di Venezia è stato scelto come modello di resilienza – ma anche facilitatore di un benessere socio-relazionale che si basi sul coinvolgimento dei più anziani, con l’intento di un invecchiamento attivo, e dei più giovani, che potranno godere di una maggiore inclusione nella comunità.

Nei prossimi mesi, questo darà, infatti, vita a un corso di cucina intergenerazionale; al primo ricettario della Valdera con l’impronta di CO2 calcolata; a interventi mirati sulla sostenibilità e sulla compensazione delle emissioni; alla promozione di Peccioli e Lajatico attraverso le cartoline di PemCards  – startup che personalizza cartoline – e a un’innovativa “Stoviglioteca”, la “biblioteca” delle stoviglie per feste e cerimonie green, già presente in alcune città di dimensioni maggiori:

l’idea è quella di prendere in prestito stoviglie come fossero libri, per abbattere il costo dell’allestimento, – andando incontro anche a famiglie con minor disponibilità economica – e ridurre al minimo l’utilizzo di materiale da smaltire.

Infine, saranno organizzate una mostra e una cena conclusiva per coinvolgere l’intera comunità nello spirito di questo progetto, molto attento, oltre che alle Energie Sociali, anche al rispetto dell’ ambiente.

Insomma, un’importante fusione tra presente e passato per costruire il futuro della nostra comunità. M.C.

Ultime Notizie

Pontedera, mi hai aiutato dopo l’incidente, vorrei tanto ringraziarti, ma non so come rintracciarti

Pontedera. Un atto di gentilezza in un momento di difficoltà, è quanto è accaduto ad un signore che dopo un incidente stradale è stato...

Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana: ‘un disguido’, le scuse dopo la trasmissione su Rete 4

Il caso riportato ieri sera nel corso della trasmissione televisiva “Fuori dal coro” (Rete 4) è ascrivibile a un disguido di comunicazione e a...

Visita alla tomba di Cesare Bertelli, pontederese partecipe della battaglia di Nikolajewka

Si svolgerà sabato 29 Gennaio la commemorazione dei caduti della battaglia di Nikolajewka La cerimonia è organizzata dal Comune di Pontedera e dall'Associazione Alpini in...

Senza Green Pass sul bus, l’autista avverte la Polizia, sanzionato un 56enne

Erano le 8:20 quando una pattuglia della Squadra Volanti è intervenuta in via Gramsci a Pisa Il motivo è da ricercarsi nella  segnalazione da...

Qualità aria a Pontedera, presentata mozione per conoscere la sua salute

Dopo le notizie giunte da Santa Croce Sull'Arno, dove per 5 volte è stata superata nei giorni scorsi il valore limite dell'aria del PM...

Vecchiano: quando a parlare della Memoria è la comunità

Quando a parlare della Memoria è la comunità: in arrivo le iniziative in occasione della ricorrenza del 27 gennaio a Vecchiano, di seguito il...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Muore improvvisamente bidello dell’Itis di Pontedera

Lutto nel mondo della scuola: muore collaboratore molto conosciuto dell'Itis Marconi di Pontedera. PONTEDERA. Si è spento improvvisamente nelle scorse ore Stefano Grazzini, 56 anni,...

Uccisa da un malore improvviso in casa

Il dramma a Pisa, danna stroncata da un malore improvviso che non le ha lasciato scampo. La vittima è Lucia Franchini, 68 anni, volto noto...

Tragedia a Pisa: militare di 47 anni trovato morto

Trovato morto un militare di 47 anni nella struttura del Cisam di San Piero a Grado. Ipotesi suicidio. Tragedia al Centro Interforze Studi e Applicazioni...

Atti sessuali con 13enne: istruttore della Valdera arrestato

Pesante accusa nei confronti dell'uomo, un istruttore di 70 anni di un centro ippico della Valdera, che adesso si trova in carcere. Da settembre scorso...

Deceduta giovane barista di Ponsacco

Aveva solo 47 anni, volto conosciuto e sorridente, sempre disponibile al buon umore e professionalmente ineccepibile,  per questo Elisa era molto apprezzata dalla clientela. Ancora...

Ucciso da un malore mentre è al lavoro

Un impiegato di 50 anni è morto improvvisamente mentre si trovava al lavoro. La tragedia è successa ieri mattina a Castelfranco di Sotto, nello studio...