15.9 C
Pisa
giovedì 6 Maggio 2021

Peccioli alla Biennale di Venezia

PECCIOLI. Peccioli parteciperà alla 17esima mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia 2021.

Il Comune di Peccioli parteciperà come testimone del tema “Comunità Resilienti” al Padiglione Italia della 17^ Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, che si svolgerà dal 22 maggio al 21 novembre 2021, originariamente in programma nel 2020 ma slittata al 2021 a causa della pandemia.
La Biennale di architettura è una mostra internazionale dedicata all’architettura. A questa manifestazione, che si svolge appunto ogni due anni, prendono parte molti Paesi ed ognuno allestisce un proprio Padiglione. Il Padiglione Italia viene curato dall’architetto Alessandro Melis, professore alla University of Portsmouth in Inghilterra e precedentemente docente negli atenei di Dessau, Vienna, Auckland, tra i fondatori dello studio di architettura Heliopolis 21 con sedi a Pisa, Berlino, Portsmouth. Il Padiglione Italia sarà un laboratorio di ricerca e di racconto di modelli positivi in materia di rigenerazione urbana e impatto ambientale, articolato in un percorso di 14 sezioni. In questo contenitore, una speciale sezione di diversi metri quadrati sarà dedicata al “Laboratorio Peccioli”.

COME MAI PECCIOLI ALLA BIENNALE DI ARCHITETTURA. Quest’anno il Comune di Peccioli sarà protagonista al Padiglione Italia perché circa due anni fa l’architetto Melis interpellò l’Amministrazione Comunale poiché era interessato a candidarsi per la curatela del Padiglione Italia ed intendeva presentare al Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo un progetto incentrato su due concetti chiave: il cambiamento climatico e la resilienza delle comunità. L’architetto Melis chiese al Comune di poter inserire nella sua idea progettuale l’esperienza del Comune di Peccioli come esempio di Comunità Resiliente, da raccontare all’interno degli allestimenti del Padiglione Italia. Un anno fa l’Amministrazione Comunale annunciò un contributo sotto forma di supporto tecnico e scientifico in relazione all’organizzazione delle iniziative culturali (seminari, concorsi, workshop, pubblicazioni) e all’allestimento degli spazi dedicati alle Comunità Resilienti. 

Perché proprio Peccioli come testimone di resilienza? Secondo l’Amministrazione Comunale i motivi di questa scelta sono senza dubbio da ricercare nella politica: ” In questi anni la nostra Amministrazione ha fatto investimenti, infrastrutture e erogato servizi. Altri elementi si ritrovano nelle “sollecitazioni” artistiche e culturali che hanno migliorato la qualità della vita dei nostri cittadini e hanno generato riconoscimenti importanti (come ad esempio “Peccioli città che legge”). Stanno certamente anche nella buona gestione – innovativa e sostenibile – dell’impianto di trattamento e smaltimento dei rifiuti di Legoli che dal 2001 detiene la certificazione EMAS, primo impianto del genere ad ottenerla, e tant’è che dal 2003 il Comune detiene la “Bandiera Arancione” del Touring Club Italiano, marchio di qualità turistico ambientale ricevuto con la seguente motivazione: “un’eccellenza nazionale per la gestione dei rifiuti e per aver saputo trasformare una discarica in una opportunità di sviluppo di tutta l’area, reinvestendo i fondi in progetti di educazione ambientale e di miglioramento”. All’interno dell’impianto sono stati ospitati nel tempo interventi artistici, iniziative culturali e sociali di rilievo e, grazie alle ricadute economiche che conseguono dalla sua attività, Peccioli e il suo territorio sono diventati un’esperienza singolare a livello nazionale” ha spiegato il Comune.
Per comprendere meglio quegli elementi che hanno spinto l’architetto Melis a individuare in Peccioli un modello di Comunità Resiliente, l’Amministrazione sta elaborando un opuscolo che consegnerà a tutte le famiglie pecciolesi nel quale, di fianco ad ognuno dei 10 articoli che compongono la “Carta di Peccioli” stilata dagli esperti, verranno elencati gli interventi, i progetti, le attività che nel corso degli anni sono stati realizzati nel nostro comune e che ci allineano perfettamente a quelle linee guida disegnate dal protocollo.

LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI. In accordo con la Fondazione Biennale, il Comune si è assicurato la possibilità di portare gratuitamente a Venezia i cittadini pecciolesi, di modo che possano visitare questa importante manifestazione internazionale, vedere la partecipazione di Peccioli e sentirsi ancor più coinvolti nei progetti che questa Amministrazione sta sviluppando e portando avanti.

 

Ultime Notizie

Giù dal 3° piano conosciutissimo tifoso granata

Pontedera, sfiorato il dramma, precipita dalla finestra del suo appartamentoCarlo Barsotti, che tutti conoscono come “Lattuga”, famosissimo a Pontedera, in quanto elemento di spicco...

Terricciola SiCura, critiche al bilancio: “nessun sviluppo per il territorio”

"Bilancio senza ambizioni, zero aiuti ad attività e famiglie"E' il commento di Terricciola SiCura a seguito dell'approvazione del bilancio di Terricciola, la nota politica...

Pontedera: ladri di biciclette, la storia si ripete

PONTEDERA. Non è raro leggere sui gruppi social di furti di bici che oramai da tempo si ripetono. Ladri di biciclette è un film del...

Vaccini 60-64enni: prenotazioni dalla prossima settimana

Partite oggi le prenotazioni per i 65-69enni. Gli over 70, che non hanno ancora prenotato, possono farlo sul portale regionale o attraverso il numero...

Scontro tra un’auto e una moto, un ferito in ospedale

Nel primo pomeriggio di oggi, un incidente in località Chiesino in via Salvo D'Acqisto ha visto il coinvolgimento di un'auto e di una moto....

Evadono dai domiciliari, in arresto una coppia

Arresto per una coppia evasa dai domiciliari. Più nel dettaglio, i militari della Sezione Radiomobile hanno rintracciato i due, già sottoposti agli arresti domiciliari, notificando loro un’ordinanza...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...