7.7 C
Pisa
mercoledì 26 Gennaio 2022

Multipiano e ascensore nella frazione di Peccioli: “turismo esperienziale e Valdera interconnessa”

A Fabbrica di Peccioli crescerà il numero di parcheggi e un nuovo ascensore consentirà di raggiungere più agilmente il centro storico: un progetto che si inserisce, come gli altri a Peccioli e in altre frazioni del comune, nella filosofia del “turismo esperienziale” per valorizzare la Valdera. Qui l’intervista al sindaco Renzo Macelloni rilasciata a VTrend.it.

PECCIOLI. Come Peccioli così Fabbrica: sarà presto realizzato un parcheggio multipiano nella frazione di Fabbrica di Peccioli e un nuovo ascensore consentirà di raggiungere più agevolmente il centro storico.

Il multipiano – che nascerà su un già presente parcheggio a raso – sarà costruito in prossimità dello slargo di Via della Chiesa, conterrà circa 90 posti auto e l’ascensore lo collegherà al centro storico per consentirne l’accesso in modo facilitato anche alle persone anziane o con personali difficoltà motorie.

Di seguito le parole con le quali il sindaco Renzo Macelloni ci ha raccontato l’idea progettuale e l’obiettivo che con questa nuova infrastruttura, come con le altre già realizzate nel capoluogo e nelle frazioni, l’amministrazione comunale intende perseguire.

Visione ampia e turismo esperienziale.
“Sono tanti i centri importanti, storici e medievali in Valdera e in Toscana che tuttavia si assomigliano e che dunque non fanno “la storia”: il nostro compito, precisa Macelloni, è quello di pensare con una visione più  ampia e di definire quale destino potremo dare alla Valdera nel futuro prossimo e lontano.

Dobbiamo lavorare per un’offerta turistica ricca di esperienze con un’importante componente di emotività: sappiamo che su questo punto non possiamo competere con altri centri più grandi, come Firenze che ha pezzi di cultura unici al mondo”,- prosegue Macelloni citando il museo degli Uffizi, “ ma questo non ci impedisce di esaltare ciò che abbiamo, la nostra peculiarità culturale e identitaria,  il nostro territorio con i piccoli centri che, se resi più agibili – il caso specifico di parcheggi e passarelle – e arricchiti da interventi di arte contemporanea, possono imprimere un impatto culturale molto forte”.

Peccioli e la Valdera, internazionalizzazione e LinkingValdera: un nuovo progetto di mobilità.
Per Macelloni ciò che è avvenuto in questo 2021 è oggettivamente importantissimo: “i sei mesi di presenza al Padiglione Italia della Biennale di Venezia come elemento centrale e simbolo di resilienza e il recentissimo riconoscimento della rivista d’arte Artribune, una tra le più importanti nel panorama internazionale, che ci qualifica come piccolo centro che fa storia e da prendere a modello, testimoniano che Peccioli, all’interno della Valdera, è un passaggio veramente importante.

La valorizzazione di Peccioli rappresenta uno spiraglio anche per il turismo in tutti gli altri paesi della Valdera.

Il concetto di fondo è che tutta la Valle dell’Era, da Pontedera e Volterra, debba essere fisicamente connessa, come già si propose anni fa con l’idea di una metropolitana leggera: “dalla direttrice principale e con deviazioni laterali, precisa Macelloni, sarebbe un batter d’occhio ritrovarsi in piccoli centri come Peccioli stesso, Lajatico, Orciatico, Soianella, posti di indubbia bellezza, ma oggettivamente meno conosciuti e dunque meno intercettati dai flussi turistici del territorio.

Una viabilità fortemente connessa permetterebbe, infatti, di raggiungere anche quei paesi più isolati della Valdera, con beneficio inoltre anche per i loro abitanti e la qualità della vita complessiva.

L’idea che stiamo perseguendo oggi con il progetto LinkingValdera è la stessa di allora: abbiamo  aggiornato il progetto ma la visione alla base rimane ed è fondamentale anche per le ambizioni della Valdera, Capitale della Cultura 2025.

Valdera candidata Capitale della Cultura 2025

Oggi la Valdera può candidarsi al titolo di Capitale della Cultura 2025 solo se il progetto LinkingValdera trova una sintesi, se riusciamo a imporlo in Regione come elemento di grande valorizzazione del territorio perché innovativo. Oggi una parte dell’internazionalizzazione della Valdera passa attraverso LinkingValdera che può funzionare da facilitatore”.

I progetti in cantiere per le altre frazioni.
Macelloni ci ha illustrato anche i progetti in cantiere per le altre frazioni del comune di Peccioli, su tutte quella di Montelopio appena limitrofa a Fabbrica e di Legoli: “nel 2022 porteremo avanti anche il progetto di riqualificazione di Montelopio, con il rifacimento del centro storico” ma un altro progetto importante interesserà anche il borgo di Legoli: “ vi sarà un rilevante intervento con il coinvolgimento dell’ Ordine Nazionale e Provinciale degli Architetti per un bando di concorso che consentirà di ristrutturare un grosso complesso immobiliare in pieno centro abitato”, continua Macelloni, “vogliamo enfatizzare queste piccole realtà, con l’intento di far vivere una vera e propria esperienza di turismo a chiunque arrivi nel nostro territorio, tra punti di ristoro, opere d’arte e luoghi di interesse culturale interconnessi”.

L’esempio di riqualificazione che è già sotto gli occhi di tutti e che anche il Sindaco rimarca è quello della frazione di Ghizzano: “grazie agli interventi di poco tempo fa il borgo è diventato una grande attrazione per i turisti, qualcuno addirittura scrive mail chiedendo del Sindaco di Ghizzano” fa notare Macelloni sottolineando nuovamente come le politiche per la valorizzazione anche di questi centri più piccoli siano estremamente importanti.

Ghizzano

Ampliare il centro storico di Peccioli senza alterarlo.
Il concetto viene ribadito anche spostando il focus su Peccioli capoluogo, con riferimento agli interventi ultimati negli ultimi anni – in particolare la Passerella su via Mazzini, quelli in corso di realizzazione, come il nuovo parcheggio nella zona della scuola elementare con collegamento al centro abitato di Peccioli e quelli futuri con la previsione di un collegamento tra l’ascensore di arrivo della Passerella e gli insediamenti dell’ area compresa tra gli impianti sportivi e Peccioli Produce, recentemente definita Peccioli 2 – continua, pertanto, Macelloni:

“Tutto questo ci restituisce un centro storico inalterato ma ampliato: questa è la grande novità. Sappiamo benissimo che il centro storico, piccolo o meno abitato che sia, ha comunque un’importanza indiscutibile.

Il nostro obiettivo è che rimanga funzionale ed efficiente – ecco i parcheggi e le passerelle – ma al tempo stesso ampliato dal punto di vista concettuale: con gli interventi realizzati, chiunque dal centro potrà spostarsi facilmente nelle zone periferiche del paese (futuro villaggio scolastico, Coop, impianti sportivi). Stiamo dunque ‘ampliando il centro storico ma senza alterarlo’. L’idea è quella di unire il più possibile il centro e la sua periferia”.

Passerella Endless Sunset di Patrick Tuttofuoco

Unità di intenti in Valdera, compattezza e sintesi sui progetti.
La lunga riflessione si estende anche al ruolo che  l’Alta Valdera, e la Valdera più in generale, dovrebbero ricoprire in questo progetto di valorizzazione del territorio: “Sono convinto che i sindaci della Valdera debbano trovare un punto d’incontro su progetti specifici e strategici, mi auguro che nessuno si tiri indietro perché credo che, con il tempo, il prezzo da pagare sarebbe altissimo anche nei confronti dei propri cittadini.

L’idea del LinkingValdera e la relativa candidatura della Valdera a Capitale della Cultura 2025, sono estremamente importanti, un lavoro i cui effetti positivi saranno comunque decisivi per il futuro del nostro territorio anche a prescindere dall’esito dell’asegnazione del titolo. Penso che sarebbe un grande errore ignorarlo: lavorare congiuntamente, dunque, è condizione imprescindibile”. M.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

E]

Ultime Notizie

Pontedera, mi hai aiutato dopo l’incidente, vorrei tanto ringraziarti, ma non so come rintracciarti

Pontedera. Un atto di gentilezza in un momento di difficoltà, è quanto è accaduto ad un signore che dopo un incidente stradale è stato...

Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana: ‘un disguido’, le scuse dopo la trasmissione su Rete 4

Il caso riportato ieri sera nel corso della trasmissione televisiva “Fuori dal coro” (Rete 4) è ascrivibile a un disguido di comunicazione e a...

Visita alla tomba di Cesare Bertelli, pontederese partecipe della battaglia di Nikolajewka

Si svolgerà sabato 29 Gennaio la commemorazione dei caduti della battaglia di Nikolajewka La cerimonia è organizzata dal Comune di Pontedera e dall'Associazione Alpini in...

Senza Green Pass sul bus, l’autista avverte la Polizia, sanzionato un 56enne

Erano le 8:20 quando una pattuglia della Squadra Volanti è intervenuta in via Gramsci a Pisa Il motivo è da ricercarsi nella  segnalazione da...

Qualità aria a Pontedera, presentata mozione per conoscere la sua salute

Dopo le notizie giunte da Santa Croce Sull'Arno, dove per 5 volte è stata superata nei giorni scorsi il valore limite dell'aria del PM...

Vecchiano: quando a parlare della Memoria è la comunità

Quando a parlare della Memoria è la comunità: in arrivo le iniziative in occasione della ricorrenza del 27 gennaio a Vecchiano, di seguito il...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Muore improvvisamente bidello dell’Itis di Pontedera

Lutto nel mondo della scuola: muore collaboratore molto conosciuto dell'Itis Marconi di Pontedera. PONTEDERA. Si è spento improvvisamente nelle scorse ore Stefano Grazzini, 56 anni,...

Uccisa da un malore improvviso in casa

Il dramma a Pisa, danna stroncata da un malore improvviso che non le ha lasciato scampo. La vittima è Lucia Franchini, 68 anni, volto noto...

Tragedia a Pisa: militare di 47 anni trovato morto

Trovato morto un militare di 47 anni nella struttura del Cisam di San Piero a Grado. Ipotesi suicidio. Tragedia al Centro Interforze Studi e Applicazioni...

Atti sessuali con 13enne: istruttore della Valdera arrestato

Pesante accusa nei confronti dell'uomo, un istruttore di 70 anni di un centro ippico della Valdera, che adesso si trova in carcere. Da settembre scorso...

Deceduta giovane barista di Ponsacco

Aveva solo 47 anni, volto conosciuto e sorridente, sempre disponibile al buon umore e professionalmente ineccepibile,  per questo Elisa era molto apprezzata dalla clientela. Ancora...

Ucciso da un malore mentre è al lavoro

Un impiegato di 50 anni è morto improvvisamente mentre si trovava al lavoro. La tragedia è successa ieri mattina a Castelfranco di Sotto, nello studio...