21.2 C
Pisa
venerdì 22 Ottobre 2021

Nue 112, chiamata multimediale di emergenza, ora si può avviare una diretta streaming

Il Nue 112 (Numero unico di emergenza 112) si arricchisce di un nuovo servizio, la “chiamata multimediale”, progettato per accompagnare il cittadino, durante il processo di localizzazione e di identificazione dell’emergenza.

In sostanza, alla chiamata classica è affiancata la possibilità di ricevere direttamente dal telefono l’esatta posizione e di inoltrare anche (in una seconda fase disponibile a breve) una videochiamata all’utente.

Come funziona

Il Processo di attivazione ha inizio con la chiamata del cittadino verso la centrale operativa poi, una volta che questa è presa in carico da parte dell’operatore Nue e in seguito  all’intervista preliminare, il sistema attiva un canale di comunicazione con il cittadino tramite l’invio di un sms contenente un link web sul dispositivo mobile del chiamante.

La semplice apertura della connessione permetterà di fatto all’operatore di ricevere non solo la posizione del chiamante on-demand a intervalli temporali prefissati tramite l’invio delle coordinate gps, ma anche di poter avviare una diretta streaming con il chiamante, ricevere contenuti multimediali già presenti sul dispositivo, scattare foto in tempo reale da parte dell’utente, ricevere lo stato della batteria, gestire le funzionalità del servizio da remoto, inviare procedure al cittadino, eccetera eccetera. Il chiamante non ha bisogno di scaricare alcun software specifico sul suo dispositivo: per chiedere o ricevere assistenza sarà necessario solo il browser.

“E’ un altro importante passo in avanti che facciamo, per garantire la massima assistenza a chi è in difficoltà e chiede un rapido intervento attraverso l’attivazione di nuovi servizi, basati sull’interattività di strumenti multimediali. E la Toscana lo fa, tra le prime in Italia, con il servizio di chiamata multimediale, continuando a investire sull’innovazione – commenta il presidente Eugenio Giani -. La nostra Regione ha intrapreso un percorso di rafforzamento del sistema Nue 112, che gestisce in modo centralizzato le richieste di soccorso, convogliando in un’unica struttura con caratteristiche tecnologiche e di sicurezza avanzate, tutte le chiamate di emergenza. In linea con i Paesi dell’Unione Europea – conclude – abbiamo avviato anche una capillare campagna di comunicazione, per informare i cittadini su questa significativa novità di pronto intervento”.

“E’ un servizio in fase di sviluppo a cui teniamo molto – fa sapere l’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini – Nei primi sei mesi di questo nuovo servizio, che abbiamo attivato il 6 settembre scorso, punteremo sulla localizzazione gps della persona in difficoltà, in modo che l’operatore possa tracciare in tempo reale gli spostamenti dell’utente, che necessita di un rapido soccorso. Successivamente integreremo il servizio con altre funzioni fino a rendere possibile una video chiamata tra operatore e utente. Questo canale di comunicazione web consentirà di rendere ancora più efficace e efficiente la risposta della Cur, grazie anche alla già esistente stretta sinergia tra le varie centrali operative, che favorisce la tempestività di intervento a supporto dei cittadini, che hanno bisogno di aiuto”.

Elementi di innovazione

La soluzione, senza installare applicazioni terze, ha un alto valore aggiunto, perché dà la possibilità all’operatore di gestire da remoto le funzionalità presenti sullo smartphone del cittadino, permettendo di coordinare, a 360 gradi, tutti i diversi possibili scenari, coadiuvando l’utente meno esperto di tecnologia (come per esempio una persona anziana) o intervenendo direttamente in situazioni delicate contraddistinte da un’importante componente emotiva (il cittadino in forte shock).

Fasi di sviluppo

In una prima fase, della durata di 6 mesi circa a partire dal 6 settembre, verranno potenziati vari aspetti del servizio dando maggior rilevanza all’aspetto della localizzazione gps dinamica che permetterà all’operatore di tracciare in “tempo reale” gli spostamenti dell’utente.

Nella fase successiva verrà integrata la possibilità scambiare file già in possesso dell’utente, esportazione dati come log, chat, allegati e video registrati o accedere da remoto al dispositivo mobile per la registrazione di tutti i flussi video o avere uno streaming video adattivo; ma soprattutto si potrà procedere all’attivazione di una video-chiamata tra operatore e utente. Si potrà poi attivare una chat vocale o scritta in contemporanea tra più utenti, inviando il link a nuovi utenti via sms o mail e inoltrandolo anche ad altri enti con possibile gestione in simultanea dell’emergenza in atto.

Alcuni dati

La Centrale unica di risposta Nue 112 di Regione Toscana (Cur) ha avuto inizio il 9 dicembre 2021. I primi sei mesi sono stati caratterizzati da una progressiva migrazione dei distretti telefonici verso la Cur, che ha avuto termine nella giornata di martedì 27 aprile 2021.

Il servizio, attivo in tutte le dieci province della Toscana, permette di richiedere l’intervento della polizia di stato, dei carabinieri, dei vigili del fuoco o del soccorso sanitario, senza più dover comporre gli attuali numeri di emergenza (112, 113, 115 e 118). Rappresenta, lo ricordiamo, uno strumento di coordinamento e filtro attivo per fornire una prima risposta a tutte le chiamate di soccorso di chiunque si trovi nel territorio regionale: cittadini, turisti, persone che transitano in Toscana per motivi di lavoro. In epoca Covid il Nue svolge anche una strategica azione di filtro sulle chiamate in arrivo. Il numero è gratuito da telefonia fissa e mobile.

Quotidianamente la Cur 112 serve un bacino di circa 4,5 milioni di utenti e gestisce anche oltre 9.000 chiamate sulle numerazioni di emergenza, per un totale di chiamate ricevute – dal 9 dicembre 2020 al 31 agosto 2021 – che ha superato il milione.

Per la precisione sono state 1.192.233 delle quali solo 616mila inoltrate ai Psap2 (Punto di risposta per la sicurezza pubblica) di competenza e così suddivise per ente: circa il 50% emergenza sanitaria, 40% forze dell’ordine, 10% vigili del fuoco, oltre a 1.212 chiamate alla capitaneria di porto. Il tempo medio di attesa dell’utente si attesta a meno di tre secondi, contro i 10 secondi massimi previsti dal disciplinare ministeriale.

Parallelamente la Cur è in grado di gestire anche le chiamate di emergenza di Marche e Umbria in caso di non operatività della centrale di Ancona, per un totale complessivo di 6.926.000 utenti circa. Questi numeri configurano la Centrale toscana come la più grande centrale operativa 112 d’Italia.

Tra le classificazioni un grande peso hanno le chiamate improprie o effettuate per errore, che rappresentano la prima voce di dettaglio con quasi 300mila risposte da parte della Cur, alle quali si sommano quelle per informazioni generiche, infocovid o quelle effettuate per scherzo. Queste chiamate, ora gestite interamente dal Nue, non raggiungono più le Centrali operative di secondo livello (forze dell’ordine, vigili del fuoco, soccorso sanitario),  consentendo loro di liberare risorse utili per gestire al meglio le sole chiamate di emergenza.

Ultime Notizie

Pontedera: il Lotti piange la dottoressa scomparsa

"L'Azienda USL Toscana nord ovest esprime il più sentito cordoglio per la scomparsa della dottoressa Gianna Gambaccini", con queste parole si apre il comunicato...

Covid, Toscana: sale il tasso di positività

Coronavirus, 277 nuovi casi, età media 49 anni. Tre i decessi.I nuovi casi registrati in Toscana sono 277 su 29.032 test di cui 8.718...

Usl Toscana Nord-Ovest: “Indetto sciopero ad oltranza fino al 31 ottobre”

L'Azienda informa che è stato indetto dall’Associazione sindacale Fisi uno sciopero ad oltranza fino a domenica 31 ottobre. Lo sciopero, indetto dalla Fisi, ha portata...

Provincia di Pisa, trend positivo della domanda di lavoro

A Pisa continua la tendenza a crescere della domanda di lavoro espressa dalle aziende (+13%)Tendenza con segno positivo anche nel mese di ottobre 2021...

Covid: 277 nuovi casi in Toscana, 6 comuni colpiti nel pisano, 6 in Valdera e 4 nel Cuoio

Nuovo aggiornamento sul fronte Coronavirus delle ultime 24 ore in Toscana, con particolare riferimento alla provincia di Pisa.I nuovi casi registrati in Toscana sono...

Robot e uomo bionico: full immersion nella neurofisiopatologia

TIRRENIA. Protagonisti della XIX° edizione del corso residenziale di "Elettroencefalografia e Tecniche Correlate", i robot e l'uomo bionico.Da lunedì 25 fino a sabato 30 ottobre...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Ucciso da un malore improvviso noto imprenditore

La tragedia si è consumata ieri, intorno a mezzogiorno. L’uomo si è sentito male mentre si trovava nel capanno di caccia.Un cacciatore di 72...

Si getta dalla finestra e muore

È morta sul colpo, niente da fare per la donna che domenica scorsa si è lasciata cadere dalla finestra della sua abitazione.La tragedia si...

Ponte a Calcinaia, quando riapre? Il sindaco Alderigi risponde

Arrivare a Pontedera sembra essere diventata un'impresa. Disagi ancora derivanti dalla chiusura del Ponte a Calcinaia.  L'incidente avvenuto ieri alle porte di Pontedera (clicca qui...

Santa Maria a Monte piange il 47enne morto sul posto di lavoro, la rabbia il dolore di Ilaria Parrella

E' un messaggio toccante quello postato della prima cittadina di Santa Maria a Monte, un messaggio intriso di dolore e rabbia per l'ennesima morte...

Minuti di alta tensione, scoppia la lite in pieno centro a Pontedera

Alta tensione nel pomeriggio di ieri in centro a Pontedera tra un gruppo di persone.PONTEDERA. La lite è scoppiata dopo le 18, in corso...

Pontedera, Luna Park: ecco il Voucher digitale da scaricare per salire sulle attrazioni

Tutto digitale, il mondo gira attorno ad un click, per questo in occasione della festa dei bambini arrivano agevolazioni che permettono di rendere facile...