14.1 C
Pisa
mercoledì 12 Maggio 2021

‘Ndrangheta a Selvatelle: il sindaco Bini interviene sulla questione

TERRICCIOLA. Ricorderete il blitz dei Carabinieri che, settimana scorsa, ha portato all’arresto di 23 persone e ad un sequestro di beni per circa 20 milioni di euro. 

Gli arresti, di cui 3 nell’area toscana, si rifanno ad indagini condotte su inquinamento ambientale, narcotraffico internazionale ed estorsione associata alla ‘Ndrangheta. Tutto ciò ha colpito anche un piccolo comune della Valdera, Terricciola, o meglio una sua piccola frazione, Selvatelle (come vi avevamo raccontato QUI). All’alba del 15 aprile scorso, Ros e Guardia di Finanza hanno infatti prelevato dalla sua abitazione Domenico Vitale, 51enne, residente da alcuni anni nel comune. 

In merito a ciò, giunge la riflessione del sindaco di Terricciola, Mirko Bini, che interviene sulla questione. Attraverso un comunicato, inviato a VTrend, il primo cittadino sottolinea come la vicenda giudiziaria adesso farà il suo corso e le eventuali responsabilità verranno così acclarate. Per quanto riguarda invece la responsabilità politica, come si legge su Il Tirreno e lo stesso Bini da noi contattato conferma, quella resta del tutto aperta e fa male a chi crede in una società in cui l’interesse economico non possa sovrastare la salute e il bene comune. Bini sostiene che ciò che troviamo ci è stato lasciato da chi c’era prima di noi, ciò che abbiamo lo abbiamo in prestito dai nostri figli e nipoti, una politica deve saper dire Si e dire No, le porte vanno anche sapute chiudere quando il prezzo dell’accordo non vale il prezzo del futuro. Il sindaco inoltre si pone un curioso interrogativo: quale idea di sviluppo abbiamo? Uno sviluppo cannibale in cui si cerca la scorciatoia che garantisca profitto o uno sviluppo sostenibile in cui si fa lavoro e i costi ambientali si pagano smaltendo e investendo in tecnologia e non cercando di risparmiare magari “aggiustando“ il tiro delle leggi?! Bini afferma come su questa vicenda si scontra l’ambiguità della politica che fa scelte spesso di facciata e si genoflette alle richieste e alle necessità di chi può chiedere piuttosto che ascoltare il silenzio di chi non sa e può parlare. Bini dunque sottolinea come il disagio di questi giorni sta nel chiedersi se chi deve ascoltarci ci ascolta, se chi vive il partito come lui vede la stessa società, se questo partito oggi come ieri sa scegliere in modo autonomo o si piega ai colpi di vento. Un tema forte, a detta sua, che deve esser approfondito, perché solo la politica che sa dire di no può garantire il popolo. 

Ultime Notizie

Figliuolo: da lunedì 17 prenotazioni anche per i 40enni, anche in Toscana?

Francesco Figliuolo, Commissario per l'Emergenza, ha inviato alle Regioni una lettera per dare il via libera alle prenotazioni dal prossimo 17 maggio anche per...

Pontedera unisce Italia e Giappone, punto d’incontro sulle due ruote

Presentata questa mattina nella sede di Mitsuba Italia a Pontedera (Pisa) la nuova Ducati Multistrada V4, risultato della sinergia tra lo storico brand emiliano...

Nuovi intervalli tra prima e seconda dose di Pfizer e Moderna per chi prenota dal 13 maggio

Le persone che prenoteranno la prima dose di Pfizer o Moderna da domani (dalle ore 00:01) giovedì 13 maggio avranno la seconda dose al...

Ricercato, individuato e arrestato nella notte alla stazione di Pisa

Ricercato arrestato nella notte a Pisa dalla Polizia di Stato. Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Pisa, intorno alla mezzanotte, hanno arrestato un cittadino somalo...

Sportello psicologico gratuito per cittadini e cittadine del Comune di Bientina

Il Comune di Bientina, in collaborazione con la cooperativa Arnera, organizza uno sportello d’ascolto psicologico gratuito rivolto ai cittadini e alle cittadine. Gli incontri si svolgeranno presso...

Per una Pisa più sicura, al via la gestione automatizzata dei sottopassi

Una Pisa più sicura e sotto controllo anche in caso di nubifragi e forti precipitazioni. Pisamo, azienda partecipata del Comune di Pisa, ha infatti operato...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...