31.9 C
Pisa
venerdì 30 Luglio 2021

”Natura Amica” a cura della dottoressa Elisabetta Raimo

Quando lo stomaco brucia, Ficus è la risposta

Acidità, nausea, dolore all’addome, inappetenza, flatulenza e meteorismo, sono solo alcuni dei segnali che ci suggeriscono che il nostro stomaco è in fiamme.

Il responsabile? L’acido gastrico, un potente acido capace di scomporre il cibo avviando così il processo di digestione. Un acido con cui la mucosa che riveste le pareti dello stomaco è abituata a convivere senza infiammarsi, a meno che la sua produzione non sia esagerata, oppure che la mucosa stessa non sia indebolita e meno capace di difendersi. In entrambi i casi succede che la parete interna dello stomaco, poco protetta, s’infiamma e inizia a bruciare.

Si chiama gastrite ed è uno dei disturbi più diffusi in Italia, ne soffrono anziani e giovani, e la miccia che la accende può avere le origini più disparate, basti pensare alla cattiva alimentazione moderna, ricca di cibi carichi e pasti frettolosi, l’abuso di alcol, caffè e farmaci, cui si aggiunge la somatizzazione di stress, ansia e frustrazione. Può presentarsi in forma acuta, se compare all’improvviso con crampi, cattiva digestione e bruciore occasionali e dalla breve durata, ma può anche cronicizzarsi, diventando con il tempo un disturbo progressivo, persistente e molto molto fastidioso.

Si tratta di un’infiammazione silenziosa, tanto che la maggior parte delle persone che ne soffrono, soprattutto se non avvertono dolore, tende a non riconoscere i primi segnali di allarme o a non dar loro troppa importanza, scambiandoli spesso per tosse stizzosa, raucedine, mal di gola o asma, finché questi non raggiungono la fase conclamata e portano inevitabilmente a essere dipendenti da farmaci antiacido o gastroprotettori.

Ma possiamo fermarci in tempo, possiamo cogliere quei primissimi segnali e intervenire tempestivamente in maniera efficace e naturale, in modo da evitare che una più semplice infiammazione possa degenerare in patologie più gravi.

La fitoterapia ci suggerisce il Ficus carica, più comunemente conosciuto come pianta di fico, il cui gemmoderivato è indicato tra i più validi rimedi per la salute del nostro stomaco. Si sfrutta la sua capacità di normalizzare la secrezione acida e regolare la motilità gastrica, per attenuare quell’iperacidità e allentare quello spasmo che si creano a livello dello stomaco, soprattutto quando tra le cause prevalgono stress e tensioni emotive. Grazie alle sue proprietà permette di alleviare il bruciore, attenuare la contrazione delle pareti gastriche e dare quindi sollievo anche in caso di reflusso gastroesofageo.

Ultime Notizie

Paura in FiPiLi, auto va a fuoco

Pomeriggio infernale sulla Fi-Pi-Li. Un'auto ha preso fuoco all'altezza dello svincolo di Montopoli Valdarno, in direzione mare.Pomeriggio infernale sulla strada di grande comunicazione, non...

Mallegni in vista a Terricciola e Buti, sul Green Pass: “Non vaccinarsi è criminale”

Un tour toscano, quello del senatore Massimo Mallegni, che è passato per due tappe della Valdera, a Terricciola e Buti.Il tour toscano del senatore...

Fi-Pi-Li, mezzo pesante perde la ruspa che stava trasportando. Tratto chiuso

Ancora disagi sulla strada di grande comunicazione, questa volta in direzione Firenze.In FiPiLi, tratto chiuso e lunga coda tra lo svincolo di Montopoli Valdarno...

Rotatorie: via Hangar e viale America, ecco quando è prevista la fine dei lavori

PONTEDERA.  Prosegue il cantiere per i lavori di riqualificazione della rotatoria di via Hangar e viale America al villaggio Piaggio.A partire dal 26 luglio,...

Covid: il bollettino regionale di oggi, venerdì 30 luglio

Coronavirus: 720 nuovi casi, età media 31 anni. Un decesso. Questi i dati accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della...

Vicopisano, dopo vent’anni il segretario comunale Brogi va in pensione

VICOPISANO. Va in pensione, dopo venti anni al servizio del Comune, il segretario Massimo Brogi."Oggi, 30 luglio, è l'ultimo giorno di lavoro del nostro...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Sport e associazionismo in lutto, Santa Maria a Monte piange Rossano Lazzerini

SANTA MARIA A MONTE. Se ne è andato a 67 anni a causa di un male incurabile, Rossano Lazzerini.  Originario di San Giovanni alla Vena,...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...