4.7 C
Pisa
lunedì 28 Novembre 2022

Movida, Confesercenti attacca Conti: il caos è scoppiato

PISA. Confesercenti Toscana Nord critica aspramente le azioni intraprese dal Sindaco Conti.

“Le ordinanze per regolare la mala movida e i controlli anti assembramento nel centro storico negli ultimi due fine settimana sono stati un fallimento completo. Purtroppo eravamo stati buoni profeti. Questo accade quando si sceglie di non coinvolgere le associazioni di categoria e quindi gli operatori che sono sul campo. Errore che si sta per ripetere visto che per giovedì il prefetto ha annunciato la convocazione di una riunione del comitato dell’ordine pubblico e della sicurezza, ancora una volta senza la presenza delle associazioni di categoria”. E’ dura la posizione di Confesercenti Toscana Nord, con il suo responsabile area pisana Simone Romoli, dopo che nel fine settimana la movida è sfuggita ad ogni controllo come testimoniano le immagini notturne di piazza dei Cavalieri.

“E’ successo quello che avevamo temuto – dice ancora Romoli – e che era del tutto evidente. La colpa della mala movida non è dei gestori dei locali. Infatti il caos è scoppiato oltre l’orario di chiusura, con il centro storico invaso da venditori abusivi di bevande alcoliche e assembramenti soprattutto in piazza dei Cavalieri. Un fallimento dell’ordinanza che pensava di risolvere i problemi chiudendo anticipatamente i pubblici esercizi e vietando l’asporto dalle 19. Una visione davvero persecutoria che penalizza, come unici colpevoli, i locali. E’ necessario – incalza il responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord – ribaltare la ratio del provvedimento e punire i venditori abusivi, punire che si porta da casa gli alcolici e beve in strada in totale disprezzo delle norme legate all’emergenza coronavirus. Abbiamo inviato una lettera ufficiale al prefetto, e per conoscenza al sindaco, affinchè ci si decida a convocare anche le associazioni di categoria alla riunione già fissata per giovedì. Come parti in causa, siamo sicuramente in grado di offrire un contributo fattivo”.

Anche il presidente del sindacato pubblici esercizi Fiepet Confesercenti Pisa, Massimo Rutinelli, attacca l’ordinanza. “Lo avevamo scritto venerdì e puntualmente è successo. Chiudere i locali alla mezzanotte vuol dire lasciare centinaia di giovani senza punti di riferimento, in assenza di controlli, ed in balia dei venditori abusivi. Vuol dire creare assembramenti. Ribadiamo come sia fondamentale mantenere i locali aperti fino alle 1 con una mezz’ora di comporto per togliere i tavoli, come presidio innanzitutto, e far partire i controlli del territorio dal momento della chiusura. Ha poco senso, poi, vietare la vendita per asporto e permettere che la gente giri per le strade con le bottiglie comprate dagli abusivi”. 

La conclusione di Massimo Rutinelli: “Dobbiamo immediatamente intervenire per ribaltare il senso dell’ordinanza coinvolgendo chi è sul campo. Respingiamo anche ipotesi fantasiose di spostare la movida ad esempio ai Vecchi Macelli, ipotesi che non tengono minimamente conto della realtà commerciale pisana e dell’importanza del presidio dei pubblici esercizi andando ad incidere su un zona ad altissima densità residenziale”.

Ultime Notizie

Pontedera, ‘Premio Fellini’ all’imprenditore Francesco Gentile della Novicrom

Si è svolto questa mattina (domenica 27 novembre) il trentacinquesimo Premio Fellini Città di Pontedera alla presenza delle Autorità Civili e Militari. Il premio...

Esce dal ‘Penny’ con prodotti non pagati, numerosi i prodotti trafugati

Ieri pomeriggio ( sabato 26 novembre) alle h 13.30 una pattuglia della Squadra Volanti della Questura è intervenuta presso il Penny Market di via...

Ponsacco, Movimento 5 Stelle: ‘ecco quello che chiediamo nel prossimo consiglio comunale’

Con un comunicato che anticipa il prossimo consiglio comunale di Ponsacco, il Movimento 5 Stelle si propone con una mozione:  il 29 novembre in...

Pontedera: “vengano messi a disposizione bus per accompagnare gli atleti nelle piscine fuori dal comune”

"Vengano messi a disposizione bus per accompagnare gli atleti nelle piscine fuori dal comune", questa la richiesta del gruppo politico Fratelli d'Italia per voce...

Ruba nel camper, spintona i proprietari e fugge, ma non fa i conti con la recinzione ferroviaria

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Pisa, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, hanno arrestato uno straniero, in flagranza di reato per rapina,...

Tentato furto a Pontedera, il proprietario blocca il ‘topo d’appartamento’

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontedera (PI) hanno arrestato uno 24enne straniero, per rapina impropria. A Pontedera (PI), l’uomo si è introdotto...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Toscana: 2.413 nuovi casi Covid e 18 decessi, in calo pressione su ricoveri

CORONAVIRUS. 2.413 nuovi casi, età media 37 anni. Sono 18 i decessi. I ricoverati sono 826 (20 in meno rispetto a ieri), di cui 55...

Cucciolo di cane smarrito a Terricciola, l’appello social del proprietario per ritrovarlo

L’appello social del padrone per ritrovarlo. TERRICCIOLA. Un cucciolo di cane è scomparso dal distributore Aquila de La Rosa di Tericciola. L’appello social del padrone: “Questo...

Muore noto medico di famiglia della Valdera

In Valdera sono in molti a piangere la scomparsa del dottor Francesco Ferraro. Oggi l'ultimo saluto. SANTA MARIA A MONTE. Si è spento all’età di...

Valdera, auto fuori controllo si schianta contro panchine

L'incidente stradale si è verificato nella notte tra sabato e domenica nel centro di Fornacette. Il conducente ha perso il controllo dell'auto nel centro di...

Morta carbonizzata nel camino: la vittima è Nonna Giovanna, star di TikTok

Giovanna Malfatti, Nonna Giovanna su TikTok, è la vittima del tragico incidente avvenuto ieri sera nella frazione di Cascina. CASCINA – La vittima dell’incidente avvenuto...

Cade nel caminetto acceso, muore carbonizzata

Tragedia in provincia di Pisa nella serata di oggi 23 novembre nel comune di Cascina.  Una persona di 91 anni è morta carbonizzata dopo essere...