21.4 C
Pisa
martedì 4 Ottobre 2022

La truffa dello specchietto minaccia ancora la Valdera

In Alta Valdera un colpo tra auto e uno specchietto rotto, poi la richiesta di contanti per ripararlo ma è una truffa: come difendersi e smascherare i malviventi.

PECCIOLI – Tentativi di furto hanno minacciano nuovamente la Valdera: gli stessi ormai noti come truffa dello specchietto per la modalità che i malviventi utilizzano nel raggirare le loro vittime.

L’ennesima segnalazione arriva dai social, e questa volta dal paese di Peccioli: la stessa estesa anche ad altri gruppi della provincia per allertare il maggior numero di persone. Non la prima volta, infatti, che si verificano questi spiacevoli eventi nel nostro territorio: solo pochi mesi fa altre segnalazioni dal comune di Ponsacco.

Dal racconto di un’utente, vittima dell’inganno, pare infatti che un uomo di circa 35 anni con capelli e barba scuri si aggiri presso la zona industriale di Peccioli (La Fila) a bordo di una BMW molestando gli ignari malcapitati proprio con la truffa dello specchietto.

Ma come agiscono i malintenzionati e quali sono le possibilità per difendersi dal loro tentativo di truffa?

Attualmente quella dello specchietto è una tra le truffe più diffuse in Italia, un raggiro finalizzato a un vero e proprio furto: donne, anziani, giovani e neopatentati le categorie più bersagliate.

Individuata la vittima, il malintenzionato è così pronto ad agire: a bordo della propria auto, incolperà il malcapitato di averlo urtato e di aver provocato danni proprio al suo specchietto proponendogli, infine, un accordo che prevede soldi in contanti per riparare al danno e senza comunicazione alcuna alla compagnia assicurativa per aggirare la lunga burocrazia e chiudere la questione in tempi più brevi.

Ma l’incidente non è che una messa in scena: il malvivente si trova, infatti, a bordo di un’auto con lo specchietto già rotto e utilizza palline di plastica, di gomma o piccoli sassi per colpire la fiancata dell’altra vettura e riprodurre così il rumore dell’urto.

Per difendersi dal raggiro, una volta riconosciuto il tentativo di truffa, sarà opportuno comunicare all’autore dello stesso l’intenzione di procedere per vie legali: ormai smascherato, il malvivente si allontanerà immediatamente interrompendo le molestie.

In alternativa, è possibile comunicare che l’auto appartiene a qualcun altro, un parente o un amico prontamente avvisato di recarsi sul luogo: anche in questo caso il malvivente mollerà i suoi loschi intenti.

Resta in ogni caso necessario segnalare l’accaduto alla Polizia Municipale della propria zona per consentire un tempestivo intervento, come anche l’utente che ha reso nota la questione sui social dichiara di aver fatto immediatamente.
M.C.

Ultime Notizie

PlayStation e Xbox per i bimbi ricoverati, una super gara di solidarietà

L'appello di un'infermiera scatena una gara di solidarietà sui social: PlayStation e Xbox per i piccoli ricoverati al Santa Chiara. Cosa si può fare per...

Covid, altri 3.637 nuovi casi in Toscana e otto decessi. Salgono TI e ricoveri ordinari

CORONAVIRUS. 3.637 nuovi casi, età media 49 anni. Otto decessi. I nuovi casi positivi sono 3.637 su 17.191 test di cui 1.376 tamponi molecolari e 15.815...

Covid, 422 nuovi positivi tra Pisa e provincia: ecco dove

Nuovo aggiornamento sul fronte Coronavirus delle ultime 24 ore in Toscana, con particolare riferimento alla provincia di Pisa. I nuovi casi positivi sono 3.637 su...

Trasporti per studenti a Pontedera, Baccelli: “Necessità oggettive”

Le esigenze di mobilità della popolazione studentesca residente è effettiva e consolidata. Per questo motivo la Regione Toscana ha ritenuto importante rinnovare l’impegno a...

Lutto nel mondo del ciclismo, si è spento Renzo Maltinti

Una vita spesa e vissuta a fianco del ciclismo, lo sport che ha amato fino all'ultimo. E' venuto a mancare ieri Renzo Maltinti, non ce...

Calci, chiusa la campagna antincendio 2022: il bilancio

Chiusa la campagna antincendio 2022: il bilancio dell’amministrazione comunale. Chiusa la campagna Antincendi boschivi 2022, nei primi nove mesi dell’anno in Toscana sono stati contati 591 incendi...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Toscana, 1.200 nuovi positivi al Covid e 11 decessi (+2 a Pisa), +34 ricoverati e +8 in TI

CORONAVIRUS. 1.200 nuovi positivi, età media 45 anni. 11 decessi. I ricoverati sono 685 (34 in più rispetto a ieri), di cui 29 in terapia...

Incendio nella notte in un’azienda, in fiamme automezzi e tettoia

In fiamme alcuni automezzi dell'azienda Slesa di Ponsacco. L'intervento dei Vigili del fuoco nella notte in viale Europa . PONSACCO. Un incendio è divampato nell'azienda...

11enni schiaffeggiati e minacciati con una spranga di ferro a Ponsacco: individuati gli autori

Grave episodio di bullismo, i carabinieri di Ponsacco individuano gli autori: sono due ragazzini di dieci anni PONSACCO. Il 19 Settembre i carabinieri di Ponsacco...

Automobilista sventa la truffa dello specchietto

Massima attenzione alle truffe dello specchietto in provincia di Pisa. Due giovani, stando a quanto riportato dalla segnalazione di una donna sul gruppo social della...

Muore noto professore di storia e lettere

Addio allo stimato docente Mario Lido Romboli. Lutto per la scomparsa del professore Mario Lido Romboli, ex insegnante di storia e lettere all'Istituto Pesenti di Cascina...

Piazzavano ingenti quantità di droga in Valdera, misure cautelari per quattro giovani

Misure cautelari per quattro giovani: ingenti quantità di eroina, marijuana, hashish smistati in Valdera e grandi somme di denaro sequestrate dai Carabinieri. PONTEDERA - I...