14.5 C
Pisa
martedì 11 Maggio 2021

Dona pane fresco per tutta la pandemia: premiato per il piccolo grande gesto di solidarietà

PONTEDERA. Uno dei più grandi problemi di questi mesi di crisi sanitaria ed economica è sicuramente il quotidiano aumento del bisogno alimentare da parte di quelle famiglie le cui attività economiche sono rimaste ferme. Si sono acuite le necessità delle persone più fragili, anziani o famiglie con bambini, che ancor prima del Covid-19 erano in difficoltà.

A Pontedera per reagire alle necessità di queste persone, che, oggi più di prima, non possono essere lasciate sole, si è consolidata una rete di associazioni (Centro Fonte di Vita, Caritas, Misericordia, San Vincenzo De Paoli, Centro Auto alla Vita), che hanno raddoppiato gli sforzi distribuendo pacchi alimentari e supportando l’azione istituzionale del Comune.

Questa rete è stata sostenuta da piccoli e grandi gesti di spontanea solidarietà come quella di Giuseppe Abbate, titolare del Panificio Siciliano e Toscano di via della Costituzione (zona Piscina comunale). Per tutto il periodo della pandemia il panificio di Abbate ha donato quotidianamente vari sacchi di pane fresco, che sono stati distribuiti subito alle famiglie in difficoltà di Pontedera.

La rete, con il patrocinio del Comune, ha voluto testimoniare la propria riconoscenza donando al panificatore di origine siciliana, nato a Partinico, e a tutti i suoi collaboratori, un Attestato al Merito. 

Il coordinatore della rete, Eugenio Leone, ha espresso il ringraziamento per l’impegno costante a partire dai primi giorni del lockdown fino ad oggi e ha letto la motivazione: “Per il vostro generoso impegno per il bene comune, esempio di solidarietà fattiva e gratuita a favore di persone, a voi sconosciute, che hanno sofferto durante questi mesi di emergenza Covid-19. Il pane che avete donato spontaneamente è stato simbolo di speranza e condivisione dei bisogni.”

L’incontro è avvenuto nella Sala Consiliare del Comune alla presenza dei rappresentanti degli Enti e dell’Assessore al sociale Carla Cocilova e del Vicesindaco Alessandro Puccinelli. Il Vicesindaco ha sottolineato che l’esperienza di Giuseppe è la prova che solidarietà e imprenditoria si possano coniugare con successo; l’assessore al sociale si è congratulata con Giuseppe per aver “dato esempio di cosa significa senso del bene comune e senso di solidarietà”. 

Un emozionato Giuseppe, con poche parole, ha concluso l’incontro testimoniando a tutti la genuina e spontanea generosità di un uomo siciliano al quale gesti di condivisione e solidarietà verso la comunità in cui vive risultano semplicemente naturali.

Ultime Notizie

Vaccini, Astrazeneca esce di scena

Mentre in Italia e in Toscana iniziano i vaccini over 50, a livello europeo è stato definito lo stop di AstraZeneca.La Commissione Ue ha...

Infermieri, una campagna fotografica per ricordare le promesse mancate

L’iniziativa portata avanti dal sindacato degli infermieri in occasione della Giornata mondiale dell’Infermiere che si celebrerà il 12 maggio.“Nella Giornata mondiale dell'Infermiere la nostra...

Grande emozione per la riapertura del Teatro Era

PONTEDERA. Dopo mesi di stop a causa delle restrizioni contro il covid19, il Teatro Era ha ritrovato il suo pubblico.Domenica 9 maggio, alle ore...

Desk Valdera, Alderigi: “Rappresentare i bisogni di tutte le comunità”

CALCINAIA. In merito alla presentazione alla stampa del progetto ”Desk Valdera”(leggi QUI), si esprime anche il sindaco Cristiano Alderigi, assente all’incontro di ieri.Il sindaco...

Confermate Bandiere Blu per Marina, Calambrone, Tirrenia e Porto di Pisa

PISA. Confermate per l’estate 2021 le quattro Bandiere Blu per le spiagge di Marina di Pisa, Calambrone e Tirrenia e per il Porto di...

La campagna vaccinale accelera: scatta l’ora dei 50enni in Toscana

Da oggi pomeriggio, martedì 11 maggio, saranno aperte le agende per la prenotazione vaccini anche per i nati nel 1962 e nel 1963.Oggi, dunque,...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...