24.2 C
Pisa
sabato 19 Giugno 2021

Cecchini: i bambini sono stati dimenticati, è inaccettabile!

CAPANNOLI. In esclusiva a VTrend.it abbiamo intervistato la Presidente dell’Unione Valdera e sindaca di Capannoli, Arianna Cecchini, sulla situazione nel suo Comune e dell’intero territorio della Valdera. Cecchini ha spiegato di quanto i bambini siano stati dimenticati in questa fase, senza prendere decisioni a lungo raggio.

Sindaca come ha vissuto l’esperienza Covid-19?
– “Questa emergenza non ha precedenti nella storia, come altri miei colleghi sindaci, abbiamo affrontato questo periodo in prima linea, ogni giorno 24 ore siamo ostati operativi per rispondere alle esigenze dei cittadini. La responsabilità del sindaco è enorme e non è facile spiegare al cittadino, che vuole risposte immediate ai problemi, le varie sfere di competenza. Adesso è tutto da riprogrammare e da reinventare perché ci sono nuovi bisogni legati all’emeregenza sanitaria, come le difficoltà economiche delle famiglie che magari hanno perso lavoro o hanno ridotto molto le entrate.

Come si è comportata la popolazione di Capannoli?
– “Bene, gli anziani si sono rinchiusi in casa, così come i bambini insieme alle famiglie. Nel nostro Comune addirittura intere famiglie sono state sottoposte alla misura della quarantena, ma nonostante numerose difficoltà il comportamento dei concittadini è stato ottimo. Le prime azioni messe in campo come la spesa a domicilio e tutte gli impegni di volontariato hanno dato una grande mano. Se vogliamo vedere qualcosa di positivo da questa esperienza è che l’isolamento ci ha fatto riscoprire una coesione sociale che sembrava perduta.

 

Siamo nella fase 2, ma i bambini? Le scuole sono chiuse e probabilmente nei prossimi mesi i genitori dovranno lavorare per riprendere il tempo perso, come faremo? I bambini sono stati dimenticati?
– “In merito ai bambini un mese fa mandai un primo messaggio di allarme, c’era già al tempo la preoccupazione per i figli più piccoli. Perché dopo due mesi chiusi in casa i bambini hanno evidenti sofferenze psicologiche, molti di loro non possono adattarsi alla didattica a distanza.
Soprattutto i bambini e le bambine della scuola materna sono i più colpiti, per loro non c’è didattica a distanza che tenga. Il merito va ai genitori che si sono fatti in quattro per far funzionare la didattica a distanza per i loro figli, questa è la dimostrazione che la scuola non è autosufficiente, ha bisogno delle famiglie.
I bambini ancora oggi non sanno se potranno rivedere i propri amici, se rientreranno a scuola e come lo faranno, è preoccupante che non ci sia pensato prima. La scelta è stata chiudere tutto a marzo per rivedersi direttamente a settembre, è grave non aver pensato al domani, ai bambini e alle loro esigenze. 
Non possiamo pensare di gestire le scuole a Milano come a Capannoli, sono due realtà diverse e come tali devono essere prese decisioni adatte per gli specifici territori. Ai sindaci sono state consegnate molte responsabilità nell’affrontare l’emergenza, a mio avviso potevano darne altre e decentrare di più.

Cosa pensa dell’idea di mandare i bambini a scuola l’ultimo giorno?
– “Come è pensabile che i comuni si facciano carico dei costi per sanificare una scuola per accogliere i bambini per un solo giorno?!?! Facciamo uno sforzo ulteriore, mettiamo in sicurezza alcune aule e mandiamo i bambini, divisi in piccoli gruppi, a scuola per una settimana/quindici giorni. Questa modalità sarebbe potuta essere anche utilizzata come via sperimentale per capire come partire a settembre.”

Ipotesi centri estivi?
– “I gestori dei centri estivi sono in difficoltà perche hanno grandissime responsabilità, a oggi non abbiamo ancora linee guida sanitarie per organizzare strutture in grado di accoglie in estate i bambini. Ogni responsabilità è stata messa nelle mani Comuni, centri estivi e famiglie che si assumono le responsabilità di mandare i figli.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA © 

Ultime Notizie

In sella alla nostra Vespa: è uscito ”Luca”, il nuovo film Disney 

È uscito ''Luca'', titolo attesissimo dell'anno, da ieri disponibile sulla piattaforma Disney+.  La Vespa, è lei la protagonista di questo nuovo film targato Disney Pixar e...

”Sono un Under 18, cosa devo fare per ottenere il vaccino?”

L’Azienda USL Toscana nord ovest chiarisce quali sono le modalità per la vaccinazione degli “under 18”. Dopo aver scelto data e luogo di vaccinazione, i...

Anticipazioni Covid: in Toscana 62 nuovi casi, cala ancora il tasso di positività

COVID-19.I nuovi casi registrati in Toscana sono 62 su 18.955 test di cui 6.758 tamponi molecolari e 12.197 test rapidi. Il tasso dei nuovi...

Tutti a bordo! A Bientina l’iniziativa che insegna a guidare bene e in sicurezza

BIENTINA. Come si controlla un veicolo? In che modo si riesce ad anticipare un pericolo? E come si viaggia in sicurezza? Queste sono alcune...

Tanti ospiti e personaggi dello spettacolo attesi venerdì al Bagno Vittoria di Tirrenia

TIRRENIA. Un grande evento benefico attende il litorale pisano venerdì 25 giugno alle ore 18 a Tirrenia con il "Calendario della Rinascita da crisalide...

Ennesimo incidente in FiPiLi, un tamponamento paralizza il traffico

Non si placano gli incidenti sulla Fi-Pi-Li. La grande arteria stradale, ormai martoriata dai lavori e dall'intenso traffico che si registra ogni giorno, è...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...