11 C
Pisa
sabato 27 Novembre 2021

Alluvione del 1966: una Valdera che cade, ma si rialza

55 anni dal tragico evento che ha lasciato il segno in tante vite: l’alluvione del 4 novembre 1966.

Il 4 novembre 1966 Pontedera, ma non solo, fu colpita da una tragica inondazione, l’ultima di una lunga serie che ha interessato buona parte della Valdera nel corso dei secoli.

Era un giorno di festa per la città, che stava festeggiando l’anniversario della vittoria della Prima Guerra Mondiale. Tutto a un tratto, intorno mezzogiorno, il Sindaco decise di allertare la cittadinanza facendo diramare un annuncio tramite altoparlanti.

Tutti si aspettavano una rottura degli argini dell’Arno, ma invece fu proprio l’Era a travolgere la città intorno alle 14.30 di quel ‘lontano’ venerdì, in località Montagnola. Poco dopo, la maggior parte del territorio venne sommerso dalle acque. 13 metri sul livello stradale fu il livello massimo registrato.

La città rimase per tutto il giorno e per tutta la notte successiva completamente isolata e senza corrente elettrica. Fortunatamente non furono registrati morti o feriti, ma solo danni materiali, sopportati anche dalle imprese cittadine. La Piaggio, dopo una dura ripresa causata dai danni subiti nell’ultima guerra, dovette ‘rinascere’. Ci riuscì, un anno dopo, uscì sul mercato il famoso “Ciao”.

Foto: Corso Matteotti visto da Ponte Napoleonico

Ultime Notizie

Corpo Guardie di Città per i bisognosi: donazioni e aiuti solidali

Le persone in condizione di povertà aumentano drasticamente, soprattutto in periodo di pandemia. Gli aiuti concreti e solidali del Corpo Guardie di Città a...

Pontedera, l’ecomostro diventerà una scuola: tempi stretti ma avanti con i lavori

L’ecomostoro diventerà una scuola nuova, moderna e sicura. Il sindaco Franconi aggiorna sull’andamento dei lavori Lo ha annunciato il  sindaco di Pontedera, Matteo Franconi, su...

A Pontedera la celebrazione della Virgo Fidelis e il XXXIV Premio Fellini

La tradizionale celebrazione della Virgo Fidelis, patrona dei carabineri, e la consegna del premio Fellini, quest'anno dedicato a Polizia e alle figure attive nell'emergenza...

Giornata nazionale del Parkinson: oltre 700 i pazienti del “Lotti” di Pontedera

Domani si celebra la “Giornata nazionale del Parkinson” e la neurologia di Pontedera conta ben oltre 700 pazienti: interventi mirati multidisciplinari per combattere una...

Toscana, è boom di vaccini dopo le nuove restrizioni

Le nuove restrizioni per i non vaccinati, imposte proprio ieri dal governo, hanno determinato il boom di prime e terze dosi. Qui le parole...

Scomparso da Pisa: “Non è rientrato in Belgio”

I parenti erano arrivati per riportarlo a casa ma l’uomo sembra scomparso, volontariamente. PISA. Lo ha reso noto l’associazione “Penelope Toscana Odv” con un annuncio...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Tragedia a Capannoli: muore a 27 anni, lascia un bimbo piccolo

CAPANNOLI. Il giovane 27enne Mattia De Santi lascia la famiglia e un figlio piccolo. Inutili i soccorsi.  Il giovane 27enne non viveva in paese da un...

Scontro mortale auto-furgone: perde la vita padre di 32 anni

MONTESCUDAIO. Incidente mortale in provincia di Pisa. Diversi feriti trasportati in ospedale.  Ieri sera, poco prima delle 20 nel Comune di Montescudaio, in Via dei...

Incidente a Ponsacco, un’auto si ribalta

Sul posto ambulanza e polizia municipale. Traffico in tilt. PONSACCO. Spaventoso scontro tra due veicoli, un'auto si ribalta e rimane al centro della carreggiata. Gravi ripercussioni...

I cinghiali gli attraversano improvvisamente la strada, paura in Valdera

Se i lupi non si avvicinano più di tanto alle abitazioni (leggi) come capitato sulle colline di Palaia e San Miniato, la situazione è...

Travolto da un’auto, sfonda il parabrezza: finisce in ospedale

L'uomo è stato centrato in pieno da un'auto. È successo ieri pomeriggio intorno alle 17:30. L’incidente si è verificato a La Capannina, frazione del comune...

Ucciso da una grave malattia a 56 anni

Massimiliano Bottari, 56 anni, operaio della Piaggio, è morto in seguito a una grave malattia. L’uomo lascia la moglie e due figli piccoli, un maschio...