5.6 C
Pisa
sabato 17 Aprile 2021

”Perchè comprare un articolo in negozio e non in rete?”: parla Simone Romoli, Confesercenti

PISA. Michele Vestri ha intervistato per Radio Cuore Simone Romoli, responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord. 

Noi di VTrend.it riportiamo in esclusiva i passi di questa interessante intervista, che vede al centro del dibattito il meccanismo di acquisto degli utenti che si sta sempre più spostando sul web. 

La domanda fulcro del discorso è: “Perchè dovrei comprare un articolo, simile o identico, dal commerciante e non in rete se spendo di meno?” “Ad oggi c’è una vera e propria rivisitazione dei meccanismi di socialità e anche di acquisto. – esordisce Romoli – Una fetta crescente del mercato si è spostato sulle piattaforme online perciò molte attività del vicinato sono costrette ad organizzarsi per incrementare il proprio sito internet ed appoggiarsi a delle piattaforme comuni.” 

Cosa occorre fare dunque per non perdere il rapporto con il mondo di negozio di vicinato? “C’è un servizio alle spalle che è diverso da quello che è il semplice acquisto online. C’è risparmio economico ma sono sempre più frequenti i casi, tra utenti inesperti, di coloro che non sono soddisfatti del prodotto ricevuto vuoi perché l’ordine non è conforme a quelle che erano le aspettative o vuoi perché il portale non garantisce quell’assistenza e quell’apporto umano che si viene a creare all’interno del negozio di vicinato” – afferma Romoli. “In questo momento dare un sostegno ad un tessuto economico, che è in forte difficoltà, è un elemento che nel futuro ci aiuterà a mantenere una fotografia attuale della nostra città. Le nostre città rischiano infatti di avere molte saracinesche abbassate di qui ai prossimi 2 anni e questo comporterebbe uno snaturamento di quello che è il mondo in cui viviamo e siamo abituati a vivere sia per noi sia per le future generazioni” – avverte il responsabile Confesercenti. 

Simone Romoli poi spiega come molte delle attività di vicinato siano comunque riuscite ad abbracciare le nuove richieste ed esigenze commerciali: “Tanti si sono organizzati con videochiamate whatsapp per fare consulenza a distanza, facendo vedere la merce e poi organizzandosi con le consegne a domicilio. C’è chi ha fotografato i suoi prodotti e li ha messi uno per uno sulle proprie pagine Facebook ed Instagram, così da consentire al cliente di visionare tutto lo store e fare le proprie scelte di acquisto. Un tessuto commerciale che non sta dunque con le mani in mano ma tende a rinnovarsi grazie al web e ai social” – conclude.

L.C.

©Riproduzione riservata

 

Ultime Notizie

Zona del Cuoio: ritorno dall’inferno, sabato torna arancione

La Toscana rimane in zona arancione anche la prossima settimana, o forse meglio dire: "finalmente ancor più arancione" In una nota diffusa dal governatore Giani...

Covid: “emergenza da non sottovalutare a Calcinaia e Fornacette”

CALCINAIA. Bilancio settimanale quello reso pubblico dal comune di Calcinaia, in merito alla crisi sanitaria che non fa stare del tutto tranquilli. In base ai...

Da maggio sì agli spostamenti tra regioni, ma ci sono alcune regole

A partire dal mese di maggio saranno consentiti gli spostamenti tra regioni. Sì agli spostamenti ma con alcune regole da rispettare, vediamo quali: Saranno liberi...

Indagine sulle mascherine, il Comune di Cascina rassicura: “prosegue la distribuzione”

CASCINA. In seguito all'indagine nazionale della Guardia di Finanza che ha bloccato molti lotti di mascherina, il Comune di Cascina ha rassicurato i cittadini...

“L’aborto farmacologico è una menzogna vergognosa che riguarda la salute e la vita della donna”

PONTEDERA. La Dott. Donatella Isca, referente ProVita e Famiglia Onlus, interviene sul dibattito riguardante l'aborto farmacologico: "È davvero sconcertante la capacità delle ideologie di...

Pontedera partecipa alla giornata nazionale di raccolta di plastica

PONTEDERA. Il 18 aprile 2021 è la giornata nazionale di raccolta della plastica, il Comune di Pontedera aderisce all'iniziativa. Si tratta del più grande evento...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Vaccino Moderna, agende aperte dalle ore 19 di oggi 23 marzo

TOSCANA. Le persone con elevata fragilità (estremamente vulnerabili e/o con disabilità gravi), che abbiano già effettuato la registrazione, potranno prenotare il vaccino a partire...

Morte Marco Junior Del Rosso, indagato tecnico del Comune

PONTEDERA. Nella giornata di ieri è stato effettuato un sopralluogo da parte di un consulente tecnico per ricostruire la dinamica dell'incidente. Come riporta Il Tirreno,...