13.8 C
Pisa
sabato 1 Ottobre 2022

Il Dpcm del 16 gennaio prende forma: ecco tutte le nuove regole sul tavolo

Dal prossimo 16 gennaio entrerà in vigore un nuovo dpcm per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Covid-19. 

In queste ore si sta discutendo sugli ultimi punti, definendone i dettagli. Come già anticipato (vedi QUI), imminente la proroga dello stato d’emergenza, probabilmente al 30 aprile, questo anche per dare la possibilità al governo di agire con provvedimenti urgenti, per poter gestire la campagna vaccinale. Quello che salterà, invece, è la regola dei weekend arancioni: in un primo momento si era valutata la possibilità di far passare tutte le Regioni che si trovano in una fascia di rischio gialla in fascia arancione nei fine settimana, ma questa misura è stata esclusa. Il ministro della Salute Speranza ha però confermato il blocco agli spostamenti tra le Regioni, anche per quelle gialle, come già previsto durante il periodo natalizio. 

  • Resta il coprifuoco e quindi dalle 22 alle 5 sarà vietato uscire se non per motivi di necessità, salute o lavoro. Il divieto di circolazione notturna sarà in vigore in tutto il territorio nazionale.
  • Confermato il modello a fasce in zone colorate, anche se ricordiamo che vi sarà sicuramente un abbassamento delle soglie per determinare il passaggio di fascia: Rt 1 per quella arancione, 1.25 per la zona rossa.
  • Arrivo della zona bianca con un Rt inferiore o pari a 0,5. Questa verrà istituita “per dare un segnale che il Paese sta facendo un lavoro che gli consentirà di entrare in una fase diversa in un tempo medio”. In questa fascia potrebbero riaprire tutte le attività, la scuola, le sale da concerto, i cinema, i teatri, le palestre e le piscine.
  • Divieto di spostamento anche tra le Regioni che si trovano in fascia gialla. Naturalmente sarà sempre consentito il ritorno presso il proprio domicilio o residenza, e saranno permessi i movimenti per motivi di lavoro, salute o urgenza.
  • Slitta l’apertura degli impianti per lo sci, prevista inizialmente per il 18 gennaio.
  • Rimane la stretta sulle visite e quindi ci sarà ancora il divieto di ospitare a casa più di due parenti o amici, con deroghe per i figli minori di 14 anni e per i soggetti fragili o non autosufficienti, che si muovono in compagnia dei due adulti.
  • Stop all’asporto dopo le 18. Questa è la misura che ha maggiormente gettato nel panico la categoria dei ristoratori, ma che molto probabilmente verrà inserita nel nuovo provvedimento, per poter controllare ulteriormente gli assembramenti davanti ai locali. Dopo le 18 non si potranno più prendere cibi e bevande d’asporto nei bar, nelle gelaterie, nelle pasticcerie, nei pub, nelle pizzerie, nelle tavole calde. “I casi di movida vanno assolutamente condannati, ci sarà una limitazione delle attività dalle 18 in poi che consentono fuori dei locali la creazione di gruppi che sostano e che si assembrano, stesse cosa vale per le cene a casa. Speriamo che l’appello che ha funzionato tra Natale e Capodanno possa essere recepito anche per il fine settimana” – ha spiegato il ministro Boccia.
  • Ancora chiuse piscine e palestre, tuttavia se l’indice di contagio dovesse scendere potrebbe presto esserne autorizzata l’apertura almeno per le lezioni individuali.

L.C.

 

Ultime Notizie

Muore a 16 anni dopo il tremendo frontale in auto

Non ce l’ha fatta Emma Tosa, la 16enne di Cecina che nella serata di mercoledì 28 settembre era stata trasportata d’urgenza con l’elisoccorso Pegaso...

Forcoli, problemi al traffico: mezzo in strada ostacola la viabilità

Si suggerisce di percorrere viabilità alternativa. Questa la segnalazione che si legge sulla pagina Facebook del Comune di Palaia: "Attenzione: spostamento in corso di un mezzo...

Incidente in Fi-Pi-Li poco fa, traffico in tilt

Un incidente è avvenuto poco fa sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno. Gli automobilisti della Fi-Pi- segnalano un incidente, avvenuto poco fa, nei pressi dell'ingresso...

Evade dai domiciliari, 42enne finisce in carcere

Evade dagli arresti domiciliari: i Carabinieri lo conducono al carcere "Don Bosco". I Carabinieri della Stazione di Pontasserchio (PI) hanno eseguito una ordinanza di aggravamento della misura cautelare degli...

Il Luogotenente Luigi Todini si approssima al congedo e saluta Buti

Buti, il Luogotenente C.S. Luigi Todini lascia il comando della Stazione Carabinieri. E' stato Carabiniere tra la gente. Dopo 38 anni di servizio attivo, il Luogotenente C.S. Luigi...

Toscana, Covid: 1.821 nuovi casi e cinque decessi (+1 a Pisa), salgono i ricoveri

CORONAVIRUS. 1.821 nuovi casi, 49 anni l'età media. Cinque i decessi. Al momento in Toscana risultano pertanto 35.461 positivi, -58,3% rispetto a ieri. Di...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Tentano il furto allo stabilimento Piaggio, poi la folle fuga: arrestato un 36enne e ricercato il complice

Folle fuga nell’area industriale di Pontedera: il furgone dei malviventi ha percorso vie e rotatorie contromano, invadendo anche marciapiedi e banchine ai margini della...

Lupo avvistato in paese, si aggira fra le case

Negli ultimi tempi sono state molte le segnalazioni di lupi sul territorio dei Monti Pisani: l'ultima a San Giovanni alla Vena sulla Vicarese. Non lontano...

Toscana, 1.200 nuovi positivi al Covid e 11 decessi (+2 a Pisa), +34 ricoverati e +8 in TI

CORONAVIRUS. 1.200 nuovi positivi, età media 45 anni. 11 decessi. I ricoverati sono 685 (34 in più rispetto a ieri), di cui 29 in terapia...

Elezioni 2022: i risultati in Valdera comune per comune

Gli elettori hanno scelto: in Valdera netta vittoria del Centrodestra e in particolar modo di Fratelli d'Italia. I risultati comune per comune. SENATO. • Bientina. Cdx:...

Pauroso incidente a Bientina: un’auto si ribalta e l’altra finisce contro un muro (FOTO)

L’incidente nella notte tra venerdì e sabato. Sul posto 118, vigili del fuoco e carabinieri. BIENTINA. Incidente lungo la Sp3 dopo la mezzanotte, sono rimaste...

Due pazienti morti in ospedale a Pisa, 39 indagati

Doppia indagine della procura, disposte le autopsie di un uomo e di un'anziana. La procura di Pisa ha indagato 39 persone tra medici e specializzandi...