14.2 C
Pisa
lunedì 12 Aprile 2021

Il Dpcm del 16 gennaio prende forma: ecco tutte le nuove regole sul tavolo

Dal prossimo 16 gennaio entrerà in vigore un nuovo dpcm per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Covid-19. 

In queste ore si sta discutendo sugli ultimi punti, definendone i dettagli. Come già anticipato (vedi QUI), imminente la proroga dello stato d’emergenza, probabilmente al 30 aprile, questo anche per dare la possibilità al governo di agire con provvedimenti urgenti, per poter gestire la campagna vaccinale. Quello che salterà, invece, è la regola dei weekend arancioni: in un primo momento si era valutata la possibilità di far passare tutte le Regioni che si trovano in una fascia di rischio gialla in fascia arancione nei fine settimana, ma questa misura è stata esclusa. Il ministro della Salute Speranza ha però confermato il blocco agli spostamenti tra le Regioni, anche per quelle gialle, come già previsto durante il periodo natalizio. 

  • Resta il coprifuoco e quindi dalle 22 alle 5 sarà vietato uscire se non per motivi di necessità, salute o lavoro. Il divieto di circolazione notturna sarà in vigore in tutto il territorio nazionale.
  • Confermato il modello a fasce in zone colorate, anche se ricordiamo che vi sarà sicuramente un abbassamento delle soglie per determinare il passaggio di fascia: Rt 1 per quella arancione, 1.25 per la zona rossa.
  • Arrivo della zona bianca con un Rt inferiore o pari a 0,5. Questa verrà istituita “per dare un segnale che il Paese sta facendo un lavoro che gli consentirà di entrare in una fase diversa in un tempo medio”. In questa fascia potrebbero riaprire tutte le attività, la scuola, le sale da concerto, i cinema, i teatri, le palestre e le piscine.
  • Divieto di spostamento anche tra le Regioni che si trovano in fascia gialla. Naturalmente sarà sempre consentito il ritorno presso il proprio domicilio o residenza, e saranno permessi i movimenti per motivi di lavoro, salute o urgenza.
  • Slitta l’apertura degli impianti per lo sci, prevista inizialmente per il 18 gennaio.
  • Rimane la stretta sulle visite e quindi ci sarà ancora il divieto di ospitare a casa più di due parenti o amici, con deroghe per i figli minori di 14 anni e per i soggetti fragili o non autosufficienti, che si muovono in compagnia dei due adulti.
  • Stop all’asporto dopo le 18. Questa è la misura che ha maggiormente gettato nel panico la categoria dei ristoratori, ma che molto probabilmente verrà inserita nel nuovo provvedimento, per poter controllare ulteriormente gli assembramenti davanti ai locali. Dopo le 18 non si potranno più prendere cibi e bevande d’asporto nei bar, nelle gelaterie, nelle pasticcerie, nei pub, nelle pizzerie, nelle tavole calde. “I casi di movida vanno assolutamente condannati, ci sarà una limitazione delle attività dalle 18 in poi che consentono fuori dei locali la creazione di gruppi che sostano e che si assembrano, stesse cosa vale per le cene a casa. Speriamo che l’appello che ha funzionato tra Natale e Capodanno possa essere recepito anche per il fine settimana” – ha spiegato il ministro Boccia.
  • Ancora chiuse piscine e palestre, tuttavia se l’indice di contagio dovesse scendere potrebbe presto esserne autorizzata l’apertura almeno per le lezioni individuali.

L.C.

 

Ultime Notizie

Santo Pietro Belvedere, avanti con lo screening: obiettivo scuole sicure

CAPANNOLI. Prosegue la campagna ScuolaSicura che prevede un tampone rapido al mese gratuito, su prenotazione, in Farmacia oppure tramite la App Farmavaldera. Lo screening è...

Toscana torna arancione, ricordiamo le regole

TOSCANA. Dopo due settimane in zona rossa la nostra regione torna in arancione da oggi, lunedì 12 aprile. Arancioni con macchie rosse. Infatti alcune zone,...

Covid-19: Bientina, questo il nuovo aggiornamento sanitario

BIENTINA. E' stato pubblicato dal Comune di Bientina nel corso del pomeriggio, il nuovo aggiornamento sanitario in merito alla situazione coronavirus del territorio. Il comunicato...

Confcommercio: “Fateci riaprire o riapriamo da soli!”

Grido di disperazione quello che giunge da Confcommercio: imprese pisane del terziario protagoniste alla mobilitazione delle Confcommercio toscane. “O ci fanno riaprire, oppure dal primo...

Angeli del Basket Calcinaia: canestro nella solidarietà

CALCINAIA. E' il giorno dei vaccini, dove gli 'Angeli' del Basket di Calcinaia si sono resi protagonisti, questa volta invece di andare sotto canestro...

Vaccinazioni, la situazione nell’area pisana e Valdera

Riportiamo quanto trasmesso da Asl Toscana Nord Ovest, in merito alla campagna vaccinale: A ieri (10 aprile) le vaccinazioni effettuate nell'area di competenza Asl Toscana Nord...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Vaccino Moderna, agende aperte dalle ore 19 di oggi 23 marzo

TOSCANA. Le persone con elevata fragilità (estremamente vulnerabili e/o con disabilità gravi), che abbiano già effettuato la registrazione, potranno prenotare il vaccino a partire...

Morte Marco Junior Del Rosso, indagato tecnico del Comune

PONTEDERA. Nella giornata di ieri è stato effettuato un sopralluogo da parte di un consulente tecnico per ricostruire la dinamica dell'incidente. Come riporta Il Tirreno,...