7.7 C
Pisa
mercoledì 26 Gennaio 2022

FdI e Lega: “Via Mussolini da Pontedera? La storia non si cancella”

PONTEDERA. Il Consiglio Comunale ha approvato la revoca della cittadinanza onoraria a Benito Mussolini, ma Fratelli d’Italia e Lega hanno qualcosa da dire.

Queste le parole del gruppo Fratelli d’Italia Pontedera:

“Non avremmo avuto problemi a revocare la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini, ma non siamo d’accordo a votare a favore di una mozione che oltre all’intenzione politica di rimuovere la cittadinanza onoraria porta con sé anche la furia ideologica della cancellazione della storia. Cosa vuole dire rimuovere e spazzare via dagli archivi ogni riferimento, traccia, nota di Benito Mussolini? La ‘cancel culture’ non ci rappresenta, per noi la storia non si cancella, deve servire per ricordare gli errori commessi nel passato per evitare di commetterli di nuovo nel futuro.

Votare la mozione, così come formulata dalla maggioranza, avrebbe significato sottoscrivere un mare di sciocchezze amministrative! Ricordiamoci come il regime dell’epoca abbia comunque cambiato volto alla nostra città, facendola diventare una potenza industriale con la Piaggio e con lo stesso Enrico Piaggio che fu uno dei primi iscritti al Partito Fascista e soprattutto ricordiamo l’atto firmato da Re Vittorio Emanuele III e da Benito Mussolini nel 17 Maggio 1930 che proclamava Pontedera Città.

Paradossalmente, votare a favore della mozione, così come scritta, significherebbe per esempio da oggi in poi a Pontedera non prendere più in considerazione il Codice Civile in quanto firmato da B.M. nel ’42, o il Regio decreto delle acque del ’25, o il testo unico dei trasporti del ’31… Così come tanti altri atti che sono alla base del nostro sistema giuridico, economico e sociale. Da oggi in poi, votando questa mozione, dovremmo rinunciare pure al nostro titolo di Città. 

Questo per dimostravi come noi non avremmo avuto problemi a votare una mozione di rimozione di cittadinanza onoraria, se non fosse stata poi pregna di quei sentimenti divisivi figli della ‘cancel culture’, che continuano a cercare di dividerci oggi tra buoni e cattivi, tra morti di serie A e di serie B”.

 

Queste le parole di Rebecca Stefanelli, Lega Pontedera:

“Riteniamo che cancellare la storia non sia la soluzione, dobbiamo ricordare con coscienza e trasmettere alle giovani generazioni l’orrore che si è susseguito in Italia durante la dittatura, non rimuoverne il ricordo.

Sono pochissimi i pontederesi che sapevano dell’esistenza della cittadinanza onoraria a Mussolini, segno che il vero problema non è l’atto in sé ma ciò che la comunità percepisce.

Per questi motivi abbiamo proposto il conferimento della cittadinanza a Norma Cossetto come simbolo di parità tra tutti i totalitarismi e tra tutte le dittature. Non c’è differenza tra carnefici, siano essi di destra o di sinistra. La maggioranza oggi ha votato un atto che rimuove dagli archivi ogni traccia e riferimento a Benito Mussolini.

Il messaggio che dobbiamo promuovere non è la cancellazione e la rimozione, ma il ricordo continuo e generale (non solo di una parte dei fatti), per far sì che tali episodi non si ripetano mai più! Le vittime vanno difese tutte, non solo alcune”.

Ultime Notizie

Pontedera, mi hai aiutato dopo l’incidente, vorrei tanto ringraziarti, ma non so come rintracciarti

Pontedera. Un atto di gentilezza in un momento di difficoltà, è quanto è accaduto ad un signore che dopo un incidente stradale è stato...

Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana: ‘un disguido’, le scuse dopo la trasmissione su Rete 4

Il caso riportato ieri sera nel corso della trasmissione televisiva “Fuori dal coro” (Rete 4) è ascrivibile a un disguido di comunicazione e a...

Visita alla tomba di Cesare Bertelli, pontederese partecipe della battaglia di Nikolajewka

Si svolgerà sabato 29 Gennaio la commemorazione dei caduti della battaglia di Nikolajewka La cerimonia è organizzata dal Comune di Pontedera e dall'Associazione Alpini in...

Senza Green Pass sul bus, l’autista avverte la Polizia, sanzionato un 56enne

Erano le 8:20 quando una pattuglia della Squadra Volanti è intervenuta in via Gramsci a Pisa Il motivo è da ricercarsi nella  segnalazione da...

Qualità aria a Pontedera, presentata mozione per conoscere la sua salute

Dopo le notizie giunte da Santa Croce Sull'Arno, dove per 5 volte è stata superata nei giorni scorsi il valore limite dell'aria del PM...

Vecchiano: quando a parlare della Memoria è la comunità

Quando a parlare della Memoria è la comunità: in arrivo le iniziative in occasione della ricorrenza del 27 gennaio a Vecchiano, di seguito il...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Muore improvvisamente bidello dell’Itis di Pontedera

Lutto nel mondo della scuola: muore collaboratore molto conosciuto dell'Itis Marconi di Pontedera. PONTEDERA. Si è spento improvvisamente nelle scorse ore Stefano Grazzini, 56 anni,...

Uccisa da un malore improvviso in casa

Il dramma a Pisa, danna stroncata da un malore improvviso che non le ha lasciato scampo. La vittima è Lucia Franchini, 68 anni, volto noto...

Tragedia a Pisa: militare di 47 anni trovato morto

Trovato morto un militare di 47 anni nella struttura del Cisam di San Piero a Grado. Ipotesi suicidio. Tragedia al Centro Interforze Studi e Applicazioni...

Atti sessuali con 13enne: istruttore della Valdera arrestato

Pesante accusa nei confronti dell'uomo, un istruttore di 70 anni di un centro ippico della Valdera, che adesso si trova in carcere. Da settembre scorso...

Deceduta giovane barista di Ponsacco

Aveva solo 47 anni, volto conosciuto e sorridente, sempre disponibile al buon umore e professionalmente ineccepibile,  per questo Elisa era molto apprezzata dalla clientela. Ancora...

Ucciso da un malore mentre è al lavoro

Un impiegato di 50 anni è morto improvvisamente mentre si trovava al lavoro. La tragedia è successa ieri mattina a Castelfranco di Sotto, nello studio...