8.5 C
Pisa
lunedì 26 Febbraio 2024

A Pisa un giorno di screening gratuiti per l’Epatite C

L’Epatite C non dà sintomi e quindi per prevenire le complicazioni della malattia non curata, occorre uno screening. Dal 2015 all’unità operativa Epatologia dell’Aoup sono stati trattati 2.628 pazienti e la guarigione è stata ottenuta nel 98.5% dei casi.

“TestiamoCi per l’epatite C” è l’invito che la Regione Toscana rivolge ai cittadini di età compresa fra i 34 e i 54 anni, un gesto importane a tutela della salute della comunità e personale. Per facilitare l’adesione l’assessorato alla sanità ha fissato per il 16 dicembre prossimo un giorno di accesso libero che a Pisa è stato organizzato dalla ASL Toscana nord ovest in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, la Pubblica Assistenza, la Misericordia e la Croce Rossa.

È un test non invasivo si effettua con un pungidito, prelevando una goccia di sangue capillare per la ricerca degli anticorpi anti-HCV. Il campione viene analizzato in tempo reale e il risultato consegnato in pochi minuti, con un semplice gesto si possono prevenire le complicanze della malattia poiché permette di identificare le infezioni asintomatiche e ancora non note e intervenire tempestivamente con una terapia efficace.

Come sottolinea la professoressa Maurizia Brunetto, direttrice dell’unità operativa Epatologia dell’Azienda ospedaliero-universitaria pisana, dal 2015, anno in cui si sono resi disponibili i nuovi farmaci per l’epatite C presso l’unità operativa Epatologia dell’Aoup sono stati trattati 2.628 pazienti e la guarigione è stata ottenuta nel 98.5% dei casi. Eliminare l’infezione vuol dire guarire l’epatite virale e in caso di presenza di cirrosi vuol dire ridurre il rischio che compaiano le sue complicanze, che possono essere molto severe. Ma l’epatite C, come la maggior parte delle malattie di fegato, non dà sintomi e quindi per prevenire le complicazioni della malattia non curata, occorre cercare se nella propria vita si è incontrato il virus dell’epatite C. È facile saperlo, basta fare lo screening offerto gratuitamente dal Servizio Sanitario Regionale e Nazionale.

Se il risultato del test è positivo è necessario recarsi dal proprio Medico di Medicina Generale per la prescrizione del test di conferma che consiste in un prelievo di sangue venoso per la ricerca del materiale genetico del virus (HCV RNA).

Nel caso in cui anche il test HCV RNA risultasse positivo, è opportuno rivolgersi al proprio Medico di Medicina Generale per essere indirizzati presso il Centro Specialistico di riferimento per avviare il percorso di cura. Oggi sono disponibili cure con farmaci che vengono somministrati per via orale per 8-16 settimane e portano alla guarigione in più del 95% dei casi, senza o con minimi effetti collaterali.

Ultime Notizie

Muore incinta di 8 mesi, anche il bimbo non ce l’ha fatta

Un dolore insopportabile, una notizia che nessuno vorrebbe mai leggere e ricevere. La madre era stata colpita da un malore improvviso che non le aveva lasciato...

Museo a cielo aperto, inaugurata a Pisa l’arte urbana

E' stato inaugurato sabato 24 febbraio a Pisa il museo a cielo aperto dedicato all'arte urbana, frutto di successivi progetti curati da Gian Guido...

Disordini a Pisa, Petrucci: “ignobile strumentalizzazione da parte del PD”

Petrucci: "condanniamo ogni forma di violenza. Ignobile strumentalizzazione da parte del PD". Queste le dichiarazioni di Diego ptrucci a margine dei disordini avvenuti negli scorsi...

Maltempo, Pisa e provincia: pioggia e mare molto mosso

Il servizio meteo della Regione Toscana informa dell'arrivo di una nuova perturbazione, fenomeno che influenzerà particolarmente la giornata di domani lunedi 26 febbraio. Uova perturbazione...

Matteo Cecchelli è il candidato del centrosinistra per le amministrative a San Giuliano Terme

Si è svolta ieri, sabato 24 febbraio nei locali del circolo Arci di Pappiana la presentazione della coalizione di centrosinistra e del candidato sindaco...

Pro Assistenza di Calcinaia: inaugurato nuovo mezzo di trasporto [VIDEO]

Nuovo mezzo per il trasporto sociale a Calcinaia: un passo avanti per un migliore servizio alla cittadinanza. Il grazie commosso della presidente Nila Arzilli https://www.youtube.com/watch?v=tXSyyAw-q0Y Sopra...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Precipitano da otto metri a Fornacette, gravi due operai di 29 e 32 anni

CALCINAIA. Il grave incidente si è verificato nella mattinata di oggi, lunedì 19 febbraio, nella zona industriale di Fornacette. Questa mattina, lunedì 19 febbraio, due...

Cascina: spegne 100 candeline, tanti auguri Nina!

La signora Nina è arrivata a Cascina negli ultimi anni. Ha compiuto 100 anni la signora Nina. Ha festeggiato il meraviglioso traguardo in un clima di...

Pisa: l’atleta Angelo spegne 95 candeline, tanti auguri!

Il Comune di Pisa premia l’atleta Angelo Squadrone nel giorno del suo 95esimo compleanno: "Esempio di grande tenacia e spirito sportivo". Il Comune di Pisa...

Don Massimiliano saluta Pontedera: “In sei anni e mezzo la mia famiglia e la mia casa” 

Il saluto di don Massimiliano alla comunità dopo sei anni e mezzo di servizio a Pontedera. Domenica 18 febbraio 2024 don Massimiliano Garibaldi ha dato l’annuncio...

Carnevale di Marina di Pisa, “dopo 3 anni di stop un grande successo”

Tantissime persone sul lungomare da piazza Baleari a piazza Gorgona per la manifestazione organizzata da Confcommercio Pisa e Ccn Marina di Pisa. È stato un...

Aurora De Rita, esordio in Nazionale per la calciatrice di Bientina [INTERVISTA]

Nell'audio sopra, Aurora De Rita risponde alla domanda di VTrend.it sull'emozione della convocazione in Nazionale. 24 anni e la prima chiamata in Azzurro: Aurora De...