11.7 C
Pisa
giovedì 18 Aprile 2024

Ponsacco, giovane famiglia senza casa. Tecce (FdI): “rammaricato per quanto accaduto”

08:45

Padre 31enne perde il lavoro e la casa e non riesce a ricongiungersi con la compagna e le sue due bambine. Della vicenda si è occupato il consigliere comunale Pericle Tecce (FdI).

PONSACCO. “La cosa più brutta della mia vita è la vergogna che provo quando racconto alle mie due figlie che devo lasciarle per andare a costruire un castello per tornare tutti insieme. Non avevo problemi, andava tutto bene. Convivevo con Erika e le mie figlie dal 2016 fino a quando mi hanno licenziato“.

Inizia così il racconto di Francesco, un padre di 31 anni che proprio durante la pandemia ricevette una lettera di ‘benservito’ dalla sua azienda. Da quel momento tutto è cambiato per questa giovane famiglia italiana“, rende noto Fratelli d’Italia Ponsacco attraverso un comunicato stampa. “Francesco è stato licenziato all’improvviso insieme ad altri colleghi perché l’azienda non è riuscita a ‘sopravvivere’ con la crisi derivata dalla pandemia –prosegue la nota di FdI-. Con la compagna Erika e le due figlie si è trovato senza soldi per pagare l’affitto ed un piccolo prestito da saldare. E’ stato sfrattato dall’abitazione nella quale vivevano tutti insieme. Francesco, disperato, si è rivolto al consigliere di FdI Tecce che prontamente ha organizzato un incontro con l’assessore delle politiche sociali e integrazioni, al fine di sottoporgli la delicata situazione. Il tentativo di mediazione con i proprietari dell’abitazione ha avuto esito negativo e la famiglia di Francesco si è ritrovata in strada la sera per la mattina. Adesso Francesco lavora e abita con i suoi genitori in una piccola casa popolare, mentre Erika e le due bambine vivono dalla madre, anch’essi in un alloggio piccolo“.

E’ un incubo – sono le parole del giovane padre raccolte da FdI Ponsacco – La prima sera che mi sono trovato da solo ho camminato tutta la notte perché non ci potevo pensare. Mi sono sentito male: possibile che proprio io dovevo stare separato dalla mia famiglia, dalle mie figlie?

I servizi sociali si rendono disponibili nel dargli una mano in questa vicenda, ma
adesso arriva il paradosso – prosegue la nota di FdI-: Francesco non riesce a trovare una casa – visto il problema avuto con la finanziaria e che peraltro sta continuando a pagare. L’unica possibilità sarebbe portare agli assistenti un contratto d’affitto a suo nome, cosa che ad oggi è praticamente impossibile per le complicanze burocratiche. Pertanto tutte le sere, dopo aver lavorato e con gli occhi pieni di lacrime ed il cuore straziato Francesco va ad abbracciare le sue due figlie, consapevole di non poter rimanere con loro perché la casa è troppo piccola e quindi, costretto, a torna dai suoi genitori. Storia che si ripete ormai da molti mesi e ogni sera si trova obbligato a raccontare la stessa bugia alle figlie: papà deve andare a costruire il castello, domani tona”.

Qualcuno magari mi disprezza, altri hanno paura. Ma la verità è che finire in strada senza una casa è una disgrazia che può capitare a chiunque“, continuano le dichiarazioni del trentunenne raccolte da FdI: “Sono tanti i problemi che possono portare una persona a vivere in maniera disagiata. È possibile perdere il lavoro, non poter pagare l’affitto…ma nessuno finisce in strada per piacere. Tutti possono subire una disgrazia. Io sto vivendo senza la mia famiglia, senza poter dare presenza e amore alle mie due figlie e non ce la faccio più. Provo sdegno nel vedere che la regione Toscana e un comune come Ponsacco si presta a trovare e pagare gli alloggi alle famiglie Rom che, forse, se ci pensiamo bene, hanno creato molti più problemi di me a questa società per loro libera scelta. Ecco perché mi chiedo: ‘io sono diverso dai Rom???’ L’amministrazione può aiutarmi solo se riesco a ottenere un contratto di affitto e mi dice di chiedere aiuto ai servizi sociali. Questi ultimi mi dicono di rivolgermi al comune. È uno scarica barile e io non so come devo muovermi“.

In merito alla questione interviene il consigliere Tecce, che afferma: “Sono rammaricato per quanto accaduto a Francesco. La cosa inaccettabile è che l’amministrazione comunale non riesca a trovare la giusta soluzione per aiutare questa famiglia. Quando vuole e per chi vuole, il comune si adopera per offrire risposte celeri e concrete. Ma per Francesco no. Fratelli d’Italia non mollerà e starà accanto al giovane padre e alla sua famiglia finché questa non avranno la possibilità di ricongiungersi e vivere una vita dignitosa“.

Ultime Notizie

“Raccomandate urgenti da ritirare” ma era una truffa: paura per due anziani a Vicopisano

Chiama al telefono due anziani tentando di farli uscire di casa ed insinuarsi nell'abitazione, pericolo scongiurato a Vicopisano. Il figlio di una coppia di anziani,...

Modifiche alla viabilità verso l’ospedale Lotti di Pontedera per i Vespa World Days

In occasione dei Vespa World Days, nel giorno sabato 20 aprile, vi saranno modifiche alla viabilità rispetto al raggiungimento dell'ospedale Felice Lotti di Pontedera. L'Azienda...

Bonus Idrico per i residenti dell’Unione Valdera, ecco come ottenerlo

C’è tempo fino al 20 Maggio per fare domanda per il Bonus Idrico integrativo 2024 ed ottenere una riduzione della spesa annuale sostenuta per...

Bientina accoglie gli studenti del progetto Erasmus + dalla Grecia

Direttamente dalla Grecia, gli studenti e le studentesse sono arrivati nel borgo della Valdera grazie al progetto Erasmus +. Presso la Sala Consiliare del Comune...

Spaccia a 18 anni, pusher denunciato nel Pisano

Il ragazzo è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di stupefacenti ai fini dello spaccio. I Carabinieri della Stazione di Navacchio (PI) hanno denunciato in stato...

Sciopero Geofor, possibili disagi, ecco quando

In vista dello sciopero, Geofor consiglia comunque di esporre i rifiuti della raccolta "porta a porta" secondo il calendario previsto. Geofor informa che la Federazione...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Vespa World Days: ecco come cambia la viabilità a Pontedera

Una quattro giorni di eventi, dal 18 al 21 aprile, che coinvolge Pontedera (dove Vespa è nata ed è prodotta ininterrottamente dal 1946) e...

Pontedera: spegne 103 candeline, tanti auguri Biagildo! [FOTO]

PONTEDERA. La grande festa, ricca di sorprese, con lo staff di Villa Sorriso. Ha compiuto 103 anni il signor Biagildo Biagi. Ha festeggiato il meraviglioso traguardo in...

Mattia non ce l’ha fatta, è morto a 26 anni dopo un malore in campo

E' un dolore atroce quello che ha colpito la comunità di Ponte a Egola e la società calcistica dove militava. Mattia Giani non ce l'ha...

Muore a soli 22 anni, sgomento in Valdera

CALCINAIA. Profondo cordoglio per la prematura scomparsa del giovane Riccardo Fadda.   E’ un dolore atroce quello che ha colpito la Valdera per la morte, a...

Muore a soli 30 anni, dramma in Valdera 

Pontedera si è svegliata colpita da un lutto che ha scosso l’intera comunità. Una tragedia per la quale non ci sono parole, un dolore che ha distrutto la...

Sapore e raffinatezza: Oro Restaurant, apertura ufficiale martedì 16 aprile, a La Rosa di Terricciola

A La Rosa di Terricciola sulla strada che dal cuore della Valdera conduce all’etrusca Volterra, tra le verdi colline toscane, sorge un nuovo gioiello...