13.3 C
Pisa
sabato 13 Aprile 2024

Parco della Bellaria, Andreoli: “Snaturamento di un quartiere storico di Pontedera”

09:17

Le dichiarazioni di Alberto Andreoli, Consigliere comunale e capogruppo e candidato Sindaco per la lista civica Presidio Civico.

A tre mesi dalle Amministrative in Valdera, hai già deciso per chi votare?

Vedi i risultati del sondaggio

Loading ... Loading ...

E’ a rischio lo snaturamento di un quartiere storico di Pontedera, con grave compromissione della propria identità. Mentre i cittadini erano in attesa della riunione della Consulta di quartiere della Bellaria per discutere sull’esito del ‘Sondaggione’ indetto dal Sindaco uscente sul destino del Parco della Bellaria, ieri (martedì 12 marzo, ndr) con amara sorpresa è stata resa nota  la delibera della Giunta Comunale di Pontedera che ha approvato l’avvio verifica di assoggettabilità a Valutazione Ambientale Strategica,  propedeutica alla ennesima  variante al Regolamento Urbanistico nella zona dove avrebbe dovuto sorgere, entro il 2012, IL PARCO DELLA BELLARIA  e dove invece sarà colato ulteriore cemento in con l’avallo della Giunta Franconi.comincia così Alberto Andreoli, Consigliere comunale e capogruppo e candidato Sindaco per la lista civica Presidio Civico In attesa delle reazioni del Comitato del Parco della Bellaria e della la consulta di quartiere, in un primo momento coinvolta  e poi completamente ‘estromessa’ dal pubblico dibattito che doveva seguire all’esito della consultazione popolare, la lista Presidio Civico già promotrice di due interrogazioni e di un esposto alla Corte dei Conti, manifesta tutto il proprio disappunto avverso il modus operandi con il quale l’Amministrazione ha gestito la partecipazione democratica per questa delicata fase che avrà effetti permanenti sulla vivibilità di un intero quartiere della città“.

Ricordiamo che nel giugno 2021, il Comitato ‘Proteggiamo il Parco Bellaria’ aveva indetto una petizione, raccogliendo 839 firme autenticate di cittadini che chiedevano il ritorno agli accordi previsti nella Convenzione 2007 per quel che riguarda la Piazza del Quartiere. Nonostante tale la petizione l’Amministrazione non ha mai avviato l’iter previsto dallo Statuto Comunale che prevede all’articolo 77 comma 2 che prevede di ‘(…) fornire risposta motivata entro un termine non superiore a 60 giorni dalla loro presentazione.” … ‘Qualora le istanze e le petizioni di cui al precedente comma riguardino questioni di competenza del consiglio, esse sono discusse in seduta da tenersi entro sessanta giorni dalla loro presentazione’.continua Andreoli – L’Amministrazione Comunale di fatto ha ignorato la volontà espressa dai cittadini firmatari residenti di tornare all’assetto pianificatorio previsto nel 2007. Nel frattempo l’esigenza di una nuova scuola materna (prevista nella variante del 2019) si era definitivamente spenta a seguito della realizzazione del Polo Carlesi, inaugurato a gennaio 2023 e con la comunicazione che il nuovo Polo dell’Infanzia sarebbe stato realizzato  nei pressi della Scuola Ghandi nel quartiere Oltrera“.

L’assemblea della Consulta Bellaria, mai indetta per discutere su un tema cosi nevralgico per l’intero quartiere,  veniva finalmente convocata il 20 novembre 2023. Durante quell’incontro, avvenuto nella sala consiliare nella sede municipale, erano presenti il Sindaco e l’architetto dell’impresa lottizzante che illustrava quattro progetti ed il Sindaco dichiarava che avrebbe proceduto ad un sondaggio disattendendo le istanze di alcuni membri del Comitato Proteggiamo il Parco Bellaria  che  esortavano  nuovamente il ritorno all’assetto previsto nella Convenzione 2007 o soluzioni alternative vicine.racconta Andreoli L’assemblea della Consulta veniva aggiornata al 18 dicembre 2023 per verificare e discutere con la consulta l’esito del sondaggio. Nel frattempo il Sindaco annunciava la convocazione di due pubbliche assemblee nel quartiere Bellaria per l’8 e 15 gennaio 2024. In data 21 novembre alle ore 9:00, i quattro progetti sono stati sottoposti a sondaggio  unitamente ad altro progetto (soluzione E) aggiunto il giorno successivo ed unilateralmente dagli uffici comunali, senza verifica di fattibilità in contraddittorio, escludendo tuttavia dal sondaggio la proposta F avanzata in via formale dal Comitato ‘Proteggiamo il Parco Bellaria’ mediante trasmissione PEC al Sindaco di Pontedera“.

Ciononostante, l’Amministrazione decideva in assoluta autonomia per un sondaggio sul portale web del Comune relativamente alle proposte A,B,C,D ed E  ma non la F proposta dal Comitato cittadino in rappresentanza di 839 firmatari, esprimendosi paradossalmente con il commento: ‘L’Amministrazione Comunale ha deciso di coinvolgere i residenti nella fase di preparazione e predisposizione degli indirizzi DA ASSEGNARE al lottizzante’. Il sondaggio veniva definito una consultazione, precisando che l’ipotesi più cliccata sarebbe stata sottoposta al vaglio dell’organo competente e cioè del Consiglio Comunale.sottolinea Andreoli – Tuttavia per espressa previsione dello Statuto non solo il Consiglio Comunale ha competenza esclusiva in materia di piano regolatore ma l’indizione di una consultazione necessita della previa delibera del Consiglio Comunale. Il lancio del sondaggio in assenza della delibera del Consigli Comunale, violerebbe pertanto lo Statuto del Comune di Pontedera”.

Peraltro l’Amministrazione Comunale, escludendo la ‘proposta F” avanzata dal Comitato promotore della petizione, avrebbe in ipotesi violato l’art. 78 dello Statuto Comunale che cosi recita: ‘Il Regolamento determina le garanzie per una tempestiva presa in esame delle istanze e delle petizioni, prevedendo, nel caso di adozione da parte dell’Amministrazione di atti ad esse conseguenti (Il sondaggio on line), FORME DI CONTRADDITTORIO CON I PRESENTATORI’. Peraltro il suddetto sondaggio online, promosso unilateralmente dall’Amministrazione Comunale sul sito istituzionale del Comune e indirizzato ai soli residenti pontederesi, si è svolto in assenza assoluta di trasparenza, di fatto in mancanza di riconoscimento tramite verifica del documento di identità e senza firma del votante, con la possibilità evidente di votazione multipla da parte di uno stesso soggetto. La form dei dati personali infatti prevedeva l’inserimento del nome, cognome, un  indirizzo email non verificato tramite criteri di sicurezza e la scelta tra due opzioni ‘residente nel quartiere Bellaria’ e ‘residente in altro quartiere della città’.continua Andreoli – Il 18 dicembre 2023, il Sindaco non si presentava comunque alla riunione di Consulta dove veniva data lettura dei risultati del sondaggio. Nel corso della riunione, il sondaggio veniva dichiarato dai presenti inaccettabile per le modalità con le quali si era svolto. Il 19 dicembre 2023, il Sindaco pubblicava i risultati del sondaggio sul proprio profilo Facebook. Di fatto venivano accettate una sessantina di ‘preferenze’ non tracciabili alla soluzione (C) e disattese di contro le 839 firme per la preferenza espressa con la petizione debitamente autenticata. Appare evidente il contrasto tra dati certi ed incontrovertibili come 839 firme reali,  di residenti identificati in presenza da pubblico ufficiale tramite documento di identità  e una manciata di click raccolti frettolosamente in assenza di garanzia sull’effettiva identità e provenienza dei partecipanti allo scopo di dare mera parvenza di verifica democratica per avallare proposte progettuali difformi dalla volontà dei sottoscrittori della petizione e dagli impegni contrattuali assunti dal Comune di POntedera e dall’impresa lottizzante con la convenzione del 2007 in assenza direalizzazione del parco nell’assetto originario“.

Con questa iniziativa dell’Amministrazione guidata da Franconi, per il quartiere Bellaria si prospettano altri anni a venire di degrado dopo i trascorsi 15 anni di abbandono e incuria, deliberatamente ignorata dalle Amministrazioni comunali che si sono succedute dal 2007  ad oggi.incalza Andreoli I cittadini si ritroveranno le sterpaglie di sempre, con l’aggiunta di gru e cantieri a rete arancione dove sarebbe dovuto già essere presente e goduta un parco sin dal 2012. In buona sostanza, cementificare significa contribuire all’accadimento di eventi avversi in ragione del cambiamento climatico in atto. Argomento che a questa Amministrazione Comunale e agli uffici tecnici di urbanistica pare sfuggire ancora, nonostante una possibile alluvione annunciata. Alla data dell’ 11 Marzo 2024, nessuna nuova pianificazione delle due pubbliche assemblee pubbliche risultava stabilita, nonostante solleciti“.

Ieri (martedì 12 marzo, ndr) la pubblicazione della delibera di giunta.conclude Alberto Andreoli, Consigliere comunale e capogruppo e candidato Sindaco per la lista civica Presidio Civico – Prima di procedere ad esaminare un’eventuale nuova proposta di variante , nel perseguimento dell’interesse pubblico, chiede che l’Amministrazione rispetti gli impegni contrattuali assunti con la convenzione del 2007,  incassando la fideiussione di 864.000 euro a suo tempo rilasciata a garanzia per la realizzazione del parco a scomputo degli oneri di urbanizzazione“. Fonte: Comunicato stampa Alberto Andreoli, Consigliere comunale e capogruppo e candidato Sindaco per la lista civica Presidio Civico

 

Ultime Notizie

Chiusa per lavori la Sp14 di Miemo a Montecatini

La strada rimarrà chiusa fino alle 19 di domani per dei lavori a cura della Provincia. Seguirà una fase di senso unico alternato. Chiusa la...

Morto un 47enne toscano al concerto dei Subsonica a Firenze

L'uomo, originario di Pistoia, era al concerto della band quando, a causa di una lite, è caduto battendo la testa. È morto all'Ospedale Careggi di...

Mancanza di sicurezza in un cantiere edile di Volterra, scatta la multa

Il titolare dell'attività è stato inoltre segnalato alle autorità competenti. Nell’ambito dei controlli svolti dai militari del Comando Provinciale di Pisa, volti a promuovere la...

Passeggiare e pulire i luoghi pubblici, l’iniziativa di Demetra a Calcinaia

Una passeggiata ecologica per supportare la sostenibilità ambientale che va dal Cimitero fino a Santa Colomba. L'Associazione ambientalista Demetra organizza nel primo pomeriggio di Sabato...

Siamo pronti ad affrontare le nuove emergenze? Aoup e Unipi rispondono

Le sessioni saranno dedicate al ruolo dell’Europa e di come si sta preparando ai disastri ambientali e climatici e della Protezione Civile per pianificare...

Un torneo di carte all’aperto all’RSA di Ponsacco per coronare il sogno di Carlo

Un Torneo di Carte alla Casa di Riposo Giampieri di Ponsacco. L’appello del direttore Pietro Iafrate: "aiutiamo Carlo a coronare il suo sogno". Una splendida iniziativa...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Vespa World Days: ecco come cambia la viabilità a Pontedera

Una quattro giorni di eventi, dal 18 al 21 aprile, che coinvolge Pontedera (dove Vespa è nata ed è prodotta ininterrottamente dal 1946) e...

Il giro d’Italia attraverserà la provincia di Pisa, ecco dove

  Il prossimo Giro d'Italia riserva delle novità per la Toscana; la sesta tappa del percorso, che si terrà il 9 maggio, prevede infatti il...

Vespa World Days 2024 al via: “Momento magico, un evento che passerà alla storia di Pontedera”

Ufficiale il programma del Vespa World Days 2024, in partenza giovedì 18 aprile: la manifestazione dedicata alla Vespa continuerà fino a domenica 21 aprile....

Il mondo si è spostato a Peccioli! 

Peccioli è il paese più bello d’Italia: già nel fine settimana ha assistito ad un fantastico boom di visitatori.   Ad una settimana dalla vittoria del contest...

Cane legato alla catena a Pisa, non poteva muoversi

Giunti sul posto, le Guardie hanno trovato il cane in chiara difficoltà poiché non poteva muoversi.   Giovedì scorso, le Guardie Zoofile sono state attivate da...

Muore a soli 22 anni, sgomento in Valdera

CALCINAIA. Profondo cordoglio per la prematura scomparsa del giovane Riccardo Fadda.   E’ un dolore atroce quello che ha colpito la Valdera per la morte, a...