17.2 C
Pisa
mercoledì 17 Aprile 2024

35enne di Viareggio: chi è l’uomo fermato per l’aggressione alla psichiatra

12:20

L’uomo fermato dalla Polizia è un ex-paziente della dottoressa Capovani. Ecco cosa è emerso dalle indagini svolte sull’aggressione avvenuta venerdì all’uscita dell’edificio di Psichiatria dell’ospedale Santa Chiara di Pisa. Le condizioni della donna sono estremamente gravi.

PISA. A seguito di indagini serratissime, la Polizia di Stato di Pisa ha dato esecuzione al decreto di fermo emesso dal Procuratore della Repubblica f.f. presso il Tribunale di Pisa, Dr Giovanni Porpora e dal Sostituto Procuratore Dr.ssa Lydia Pagnini nei confronti di un italiano di 35 anni residente a Viareggio, pregiudicato per reati di indole violenta, con l’accusa di tentato omicidio aggravato dalla premeditazione e lesioni gravissime nei confronti di un esercente professioni sanitarie.

Come riporta la Questura: “Il presunto autore, che era stato collocato in cura presso l’SPDC di Pisa nel 2019, secondo quanto emerso dagli approfondimenti investigativi tutt’ora in corso, nutriva forti rancori nei confronti della dottoressa, che lo aveva avuto in cura in quell’anno, elementi riconducibili anche dall’analisi dei social media dell’indagato.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori della Squadra Mobile della Questura, diretti dal vice Questore aggiunto Fabrizio Valerio Nocita, l’uomo avrebbe tentato l’agguato già dal giorno antecedente alla brutale aggressione, presentandosi presso il reparto presso l’Ospedale Santa Chiara vestito con abiti scuri, coperto in parte da cappello e mascherina chirurgica con in spalla uno zaino. Tuttavia, l’intento criminale non sarebbe poi giunto a consumazione, poiché il primario, al momento del suo arrivo, non era presente in struttura.

Il 21 aprile, giorno dell’aggressione, il presunto autore si è presentato nuovamente in reparto, questa volta portando a compimento il proprio intento criminale, colpendo con un oggetto contundente ripetutamente al cranio la vittima, cogliendola di sorpresa alle spalle, mentre era chinata sulla propria bicicletta per rimuoverne il lucchetto e andare via alla fine del proprio turno di lavoro.

L’azione è stata ripresa da una telecamera che ha cristallizzato a distanza i momenti dell’agguato e, partendo dalla scena del crimine e dalle caratteristiche fisiche e di abbigliamento dell’aggressore, è iniziata un’opera di ricostruzione a ritroso di tutti i movimenti compiuti dall’autore prima della commissione del delitto, che ha consentito, attraverso l’analisi di un numero ingente di telecamere acquisite degli investigatori intorno a tutta l’area oggetto di interesse e anche altrove, di risalire all’identità dell’autore.

Decisiva, oltre a quest’opera di capillare analisi e cristallizzazione di fonti di prova, è stata anche la testimonianza resa da una persona che, il giorno prima dell’aggressione, avrebbe interloquito con il presunto autore all’interno della struttura ospedaliera. Sottoposto ad individuazione fotografica, il testimone ha riconosciuto con certezza l’indagato.

L’aggravante della premeditazione viene contestata non solo in ragione del fatto che, il giorno prima, l’autore avesse tentato di rintracciare la vittima indossando un abbigliamento indossato allo scopo di celare la propria identità, ma dal fatto che lo stesso, avesse portato anche dei diversi capi di abbigliamento, indossati nella fase antecedente e successiva al fatto, contenuti verosimilmente all’interno di uno zaino che portava in spalla, così come l’arma del delitto, allo scopo di garantirsi la fuga senza destare sospetti. Le precauzioni adottate non sono state tuttavia sufficienti: infatti dall’accurata analisi delle
telecamere è stato possibile individuare la figura dell’indagato mentre, a volto scoperto, pochi minuti dopo la commissione del delitto viene immortalata mentre si allontanava a passo svelto in un punto distante circa 250 metri dalla scena del crimine.

Nella tarda serata di ieri, gli investigatori della Squadra Mobile, su disposizione della Procura della Repubblica di Pisa, hanno acceduto all’interno dell’appartamento ove dimorava l’indagato in Torre del Lago allo scopo di eseguire la perquisizione. L’uomo si è opposto all’atto barricandosi in casa. Tale circostanza ha reso necessario lo sfondamento della porta. A seguito dell’irruzione l’uomo ha, dapprima, cercato di aggredire i poliziotti con dello spray urticante ma è stato immediatamente immobilizzato. Sotto il letto, nella camera, aveva anche occultata una balestra munita di diversi dardi.

La perquisizione, eseguita successivamente con l’ausilio del personale del Centro Provinciale di Polizia Scientifica, ha fornito ulteriori elementi a riscontro di quanto sino a questo momento accertato, sono state effettuate diverse repertazioni e sono stati sequestrati anche il pc ed il cellulare in uso all’indagato.

A seguito di tutti gli accertamenti svolti l’uomo è stato sottoposto a fermo disposto dall’Autorità Giudiziaria. Dopo gli adempimenti di rito, i poliziotti lo hanno associato alla vicina Casa circondariale Don Bosco di Pisa.

Si presume la non colpevolezza dell’indagato sino a condanna definitiva”.

Fonte: Questura di Pisa

Ultime Notizie

Bellini dell’Aoup è il nuovo presidente nazionale di Aigo

Cambio ai vertici della gastroenterologia italiana: Massimo Bellini è il nuovo presidente di Aigo. Massimo Bellini, direttore dell’Unità operativa di Gastroenterologia dell’Azienda ospedaliero-universitaria pisana, è...

Vespa, star del Cineplex a Pontedera: ecco i film

PONTEDERA. Già protagonista della storia italiana, Vespa è anche icona al cinema. Vespa non è solo un fenomeno industriale e commerciale. Sin dalla sua apparizione,...

I piccoli pazienti del “Lotti” di Pontedera in sella alle Vespe 

PONTEDERA. Anche il reparto di pediatria partecipa ai Vespa World Days 2024. In vista dell'imminente evento internazionale "Vespa World Days" che si svolgerà a Pontedera dal...

Viabilità e sosta: ecco tutte le modifiche durante i Vespa World Days

PONTEDERA.  L'ingresso al Vespa Village è libero e tutte le iniziative legate all'evento sono gratuite e di libero accesso. I Vespa World Days rappresentano la...

Auto tampona furgone e prende fuoco, il conducente non è stato trovato

L'incidente stradale si è verificato intorno alle 6 di questa mattina, mercoledì 17 aprile. Un incidente stradale si è verificato questa mattina, mercoledì 17 aprile,...

Mattia, il Girone A di Eccellenza non scenderà in campo

Il recupero del match Lanciotto Campi-Castelfiorentino si giocherà mercoledì prossimo, 24 aprile. https://vtrend.it/malore-in-campo-mattia-non-ce-lha-fatta/   A seguito della tragedia che si è consumata domenica 14 aprile, il campionato di...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Vespa World Days: ecco come cambia la viabilità a Pontedera

Una quattro giorni di eventi, dal 18 al 21 aprile, che coinvolge Pontedera (dove Vespa è nata ed è prodotta ininterrottamente dal 1946) e...

Muore a soli 22 anni, sgomento in Valdera

CALCINAIA. Profondo cordoglio per la prematura scomparsa del giovane Riccardo Fadda.   E’ un dolore atroce quello che ha colpito la Valdera per la morte, a...

Muore a soli 30 anni, dramma in Valdera 

Pontedera si è svegliata colpita da un lutto che ha scosso l’intera comunità. Una tragedia per la quale non ci sono parole, un dolore che ha distrutto la...

Pontedera: spegne 103 candeline, tanti auguri Biagildo! [FOTO]

PONTEDERA. La grande festa, ricca di sorprese, con lo staff di Villa Sorriso. Ha compiuto 103 anni il signor Biagildo Biagi. Ha festeggiato il meraviglioso traguardo in...

Muore noto medico, colonna portante della cardiologia pisana 

Profondo cordoglio per la scomparsa del dottor Ezio Soldati. Una grave e breve malattia ha strappato alla cardiologia dell’Aoup, a tutti i suoi pazienti e...

Festa della Polizia, ecco gli agenti premiati a Pisa

PISA. Di seguito l'elenco del personale della Polizia di Stato premiato nel corso della cerimonia. La Polizia di Stato ha celebra ieri il 172° anniversario...