15 C
Pisa
sabato 15 Maggio 2021

Una risposta ai nostri lettori sull’aggressione a Pisa ai danni dell’inviato Brumotti

PISA. A seguito dell’ennesimo assalto avvenuto a Pisa, a Brumotti e la sua troupe, quotidianamente impegnati a segnalare le tante, troppe “piazze” di spaccio dove la fanno da padroni i “soliti” pusher magrebini e nigeriani, ci si chiede come un’attività criminosa possa essere svolta impunemente. Anche alcuni dei nostri lettori, ci hanno inviato mail preoccupati per l’espandersi di questo mortale commercio.

Potrei rispondere sinteticamente senza aggiungere altro, affermando, senza tema di smentite che “manca la volontà politica”! La volontà di applicare due “ricette” di semplice compilazione: leggi appropriate che garantiscono pene severe, e “regole d’ingaggio” per le Forze dell’Ordine, che prima di mettere le manette ai polsi dei delinquenti devono chiedere “scusi posso fare il mio dovere”? Basterebbe ricordare ai nostri politici che chiunque sia deputato al rispetto delle leggi, deve per prima cosa poter difendere la propria vita, e non aver paura di essere sanzionato da qualche zelante giudice per “eccesso di difesa”. Solo in Italia, le Forze dell’Ordine vengono perennemente umiliate e sovente ferite o peggio, uccise, nell’esercizio delle proprie funzioni. Nella fantomatica Europa “disunita” ciò non accade. Certo non vogliamo gli “sceriffi” made in Usa, ma chi delinque non può permettersi di spadroneggiare specialmente se “accolti” quali migranti economici, vedi tunisini e magrebini vari, o peggio i nigeriani da tempo veri protagonisti dello spaccio, riuniti in pericolose cosche mafiose con le quali sono scese a patti anche le cosche nostrane. Un quadro preoccupante, ignorato da troppo tempo e dove telecamere e Forze dell’Ordine, ben poco possono fare. Ci si chiede sempre in qualsiasi comune “infettato” da questi mercanti di morte, “ma il sindaco cosa fa??”. Niente, se non partecipare alle occasionali riunioni dei Comitati d’Ordine Pubblico,  istituiti presso le prefetture, per mostrare ai cittadini che si sta lavorando per la loro sicurezza. Se come si dice che “il pesce puzza dalla testa”, si comprende facilmente che la nostra sicurezza dipende solo e soltanto da chi governa il Paese, dal Ministero degli Interni che ha l’obbligo istituzionale di proporre misure, in questo caso semplici ma che cozzano con lo spirito dei “buonisti” a tutti i costi, che di fatto sono “complici” di chi avvelena i nostri figli, di chi si sente padrone in casa nostra. Naturalmente per non essere tacciati di razzismo, termine ovviamente perennemente presente sulle bocche di quei “buonisti” che  vivendo nell’agio, se ne fregano dei nostri problemi, vorremmo che fosse risolto il dramma dell’immigrazione incontrollata. Gran parte di questi poveracci, quando va bene, si ritrovano ad essere sfruttati nelle attività di raccolta agricola, magari da “caporali” delle stesse tribù assoldati dalla malavita locale. Ma tra questi immigrati, molti arrivano già con le idee chiare su come “sbarcare il lunario”. Sono proprio quelli che il coraggioso Brumotti ci mostra quasi quotidianamente attraverso “Striscia la Notizia” che qualcuno si ostina ancora a definire “Tg Satirico”.

Doady Giugliano 

Ultime Notizie

Grave incidente, 13enne in bicicletta travolto da uno scooter

CASCINA. Un 13enne che si trovava in sella alla sua bici è stato investito da uno scooter.L'incidente è avvenuto intorno alle ore 14:30 a...

A Calcinaia il Covid non ferma il “Pellegrinaggio della Memoria”

CALCINAIA. Era molto tempo che non accadeva. La pandemia aveva fatto in modo che le porte della Sala Don Angelo Orsini, la sala dove...

Pisa ospiterà la 21esima edizione del Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia

Pisa è stata scelta per ospitare, nel maggio del 2023, il XXI Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia, una manifestazione che richiamerà in città oltre...

Il Covid fa un’altra vittima a Casciana Terme Lari

CASCIANA TERME LARI. Il sindaco Mirko Terreni torna ad aggiornare i cittadini sull'andamento del contagio e comuica un decesso legato al Covid."La situazione epidemiologica...

Valdera e Pisa, i nuovi contagi per comune

COVID-19. Nell’Azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 15 maggio, sono 123.In Valdera si registrano 9 casi, così suddivisi: Capannoli 1,...

Una galleria virtuale per un gemellaggio reale

CALCINAIA. L’Europa non è un concetto astratto, ma una straordinaria opportunità per mettere in contatto culture diverse, per confrontare differenti tradizioni, per scoprire nuovi...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...