Post covid-19, taglio della Tari e investimenti per il Comune di Terricciola

TERRICCIOLA. Il sindaco di Terricciola Mirko Bini durante il Consiglio Comunale previsto per lunedì alle 18 approverà la delibera che prevede il taglio del 30% della Tari per tutte quelle attività rimaste chiuse per il Covid-19.

Tra queste quelle commerciali come bar, ristoranti, arredamento, calzature e abbigliamento, quelle artigianali come parrucchieri, estetisti e falegnamerie e quelle ricettive come  agriturismi, alberghi e case vacanze. 

Si tratta di un investimento, oltre che sociale, anche economico la cui cifra è pari a 22mila euro. Tante le iniziative di promozione che il Comune sta svolgendo: da Rai 3, al web, al Video con i DuoVa e ad altri progetti in cantiere a cui si aggiunge Calici di Stelle 2020 versione Light.

“Un investimento questo, che si aggiunge agli aiuti di 35mila euro di buoni spesa e agli investimenti fatti per la Sicurezza durante i mesi difficili. Ulteriori 10mila euro per digitalizzare il nostro commercio locale e un piano per il prossimo Bilancio di sostegno alle nuove aperture Commerciali” - afferma Bini. 

“Siamo una piccola realtà ma investiamo forse più di tanti altri e per questo mi auguro che lunedì ci sia una convergenza di tutto il Consiglio Comunale in un voto unanime che appoggi questi investimenti. Al consiglio Comunale di Maggio abbiamo assistito ad un voto contrario di Terricciola SiCura sugli aiuti alle famiglie e sulle iniziative di Sanificazione e Mascherine, un voto che non abbiamo ancora compreso se non per motivazione politica di opposizione, lunedì abbiamo un occasione in più, quella di dimostrare agli “anti politica“ che la politica sta dalla parte dei cittadini - e continua - un voto unanime significa votare per i lavoratori, un voto contrario sarebbe solo un voto demagogico ancora più incomprensibile se non come “votiamo contro l’Amministrazione Bini“ e sarebbe un ulteriore occasione persa.” 

Infine tranquillizza i cittadini dicendo: “Anche se Terricciola SiCura voterà contro, esattamente come per i Buoni Spesa e gli altri aiuti, anche questa volta la maggioranza di Unione Democratica approverà lo sconto Tari e le attività godranno di “ossigeno economico“ e potranno affrontare meglio questo difficile momento. Meno demogogia e meno campagne elettorali nei nostri Consigli Comunali e più azioni per le attività in difficoltà.” 

 

Kalos Dentro Articolo 03

Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It