Banner CignoNero Top 04

E' Calda l'estate politica, pronta la risposta di TerricciolaSiCura

 TERRICCIOLA. In risposta ad un comunicato stampa della maggioranza terricciolese pubblicato nel primo pomeriggio, gli fa eco la risposta della minoranza:

"Finalmente il Sindaco Bini - riporta il documento di TerricciolaSiCura  -  e la sua maggioranza si sono accorti che l’emergenza sanitaria ha messo a rischio la sopravvivenza delle imprese e delle partite iva del nostro territorio. Meglio tardi che mai".

"Peccato però che vorrebbero lavarsi la coscienza con la sola riduzione della Tari del 30 per cento. Per il sindaco e la maggioranza che lo sostiene la crisi del nostro tessuto economico e imprenditoriale vale l’elemosina di 22 mila euro a fronte di un avanzo di amministrazione nel bilancio di circa un milione di euro che potrebbe essere impegnato in parte proprio a questo scopo".

"Perché Bini - si chiedono i consiglieri di TerricciolaSiCura: Matteo Arcenni Elena Baldini Orlandini Matteo Leggerini -  chiede adesso il voto dell’opposizione quando proprio lui e la maggioranza hanno detto che voteranno contro la nostra proposta di un taglio del 50 per cento della Tari? Perché hanno detto NO alla nostra proposta di destinare 7 mila euro a fondo perduto ad ogni impresa e partita iva che ha subito contraccolpi dimostrabili dall’emergenza sanitaria"?

"Invece di nascondere l’inadeguatezza dei suoi provvedimenti dietro attacchi o attribuzione di responsabilità all’opposizione, Bini spieghi perché ancora una volta la sua giunta e la sua maggioranza hanno deciso di non decidere su una delle più gravi crisi degli ultimi 50 anni del nostro Paese". 

"Bini pensi a lavorare per Terricciola invece di parlare"Conclude il documento di TerricciolaSiCura.

 

Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It