''Grave carenza di organico: a rischio i servizi e il futuro di Terricciola''

TERRICCIOLA. Il gruppo consiliare Terricciola SiCura interviene affrontando la questione dell'uscita del Comune dall'Unione Parco Atavaldera e della carenza di organico.

"Ci fa piacere vedere che dopo oltre 20 anni e milioni di euro spesi la sinistra che guida Terricciola si è resa conto che le unioni intese come in Valdera erano solamente un fallimento e un costo in più" esordiscono così i consiglieri comunali di Terricciola SiCura Matteo Arcenni, Elena Baldini Orlandini, Sauro Colombini e Matteo Leggerini.

"Una magra consolazione, per non dire una vittoria di Pirro per Terricciola, perché anche se il tempo ci ha dato ragione oggi ci troviamo con una macchina comunale che riversa in una situazione particolarmente critica. Non certo per responsabilità dei dipendenti che anzi tanto hanno fatto e stanno facendo per cercare di arginare i problemi e garantire i servizi basilari, ma per colpa della miopia politica di questa amministrazione che oggi si trova in profonda difficoltà perché non ha saputo prevedere e gestire i pensionamenti (che per la cronaca non avvengono dalla sera alla mattina ma con molti mesi di preavviso).

Infatti-spiegano da Terricciola SiCura-, malgrado le nostre proposte e sollecitazioni, fatte già da luglio 2020, che evidenziavano rischi e proponevano soluzioni, oggi ci troviamo alle soglie del 2021 con una carenza organica oggettiva partendo dal basso numero dei vigili: che dovrebbero essere almeno 4 e non 1. Questo comporterà, senza dubbio, evidenti problemi per la sicurezza dei cittadini e per la gestione del territorio. Come se non bastasse, anche l'ufficio tecnico è in evidente affanno a causa del pensionamento dal 01.01.2021 dell'Istruttore Edilizia Privata/Ambiente (che non è stato reintegrato malgrado da giugno 2020 si sapesse del suo pensionamento), una situazione del genere rischia di bloccare lo sviluppo del territorio creando disagi ai cittadini e problemi alle entrate del comune. Per concludere, una situazione critica, sempre a causa della carenza di organico, si registra anche nell'ufficio personale".

I consiglieri di Terricciola SiCura concludono: "Si tratta di una condizione non certo semplice per il Comune che se si aggiunge all’incapacità di progettare il futuro e di vivere alla giornata fa pensare non solo che ne vedremo delle belle ma che avremo un 2021 che rimarrà nella storia per gli aumenti delle tariffe che come sempre saranno i cittadini a pagare visto che ad oggi non ci sono certezze su cosa accadrà con reteambiente e la gestione dei rifiuti che comunque vede nei comuni limitrofi un aumento diffuso della tariffa.

Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It