11.4 C
Pisa
giovedì 8 Dicembre 2022

Spettacolo e cultura, la manifestazione del 30 Maggio

TOSCANA. I lavoratori dello spettacolo scenderanno nella piazza di Firenze, Sabato 30 Maggio, per una protesta statica. 

Tra i presenti vi sono anche i rappresentanti del Teatro Bò di Santa Maria a Monte e il suo direttore artistico Franco di Corcia jr., il quale da tempo è direttore del teatro comunale della località pisana. 

Il direttore oltre ad essere interprete di rappresentazioni teatrali è anche regista, negli anni precedenti si è occupato di educazione alla recitazione per i giovani che volevano avvicinarsi a questo mondo. Adesso la situazione si è complicata per i noti motivi, infatti  le difficoltà che investe questo settore sono molteplici.

Il proclamato stato di emergenza determinato dalla pandemia da COVID-19 ha dato una prova inequivocabile della precarietà strutturale in cui versano lavoratrici e lavoratori legati al mondo dello spettacolo dal vivo, confinati in una forma di Emergenza Continua. Mentre le attività culturali sono state sospese, i professionisti dello spettacolo sono usciti dall’invisibilità del “dietro le quinte” organizzandosi in un Coordinamento Nazionale, diramato in coordinamenti regionali, per affrontare tutte le contraddizioni e i problemi che si sono accumulati nella cosiddetta “normalità” e che adesso rischiano di esplodere.

Il 19 maggio scorso è stato inviato il Documento Emergenza alle Istituzioni, attraverso il quale il Coordinamento chiede formalmente un incontro con Governo, sindacati e istituzioni per l’attivazione di un reddito di continuità e per l’apertura immediata di un tavolo di confronto tecnico-istituzionale sulla ripartenza. Non essendo stati ascoltati, i lavoratori e le lavoratrici dello spettacolo lanciano ora una mobilitazione nazionale, dando appuntamento a tutte le figure lavorative che operano nella cultura e nello spettacolo e a tutta la società civile Sabato 30 Maggio nelle principali città italiane.

L’iniziativa, promossa sul piano nazionale con l’hashtag #ConvocateciDalVivo, è aperta e trasversale,  per ribadire che la Cultura è di tutti e non può essere elitaria. La cultura è un bene sociale, civile ed economico, è un bene primario, e, proprio poiché la Cultura e lo Spettacolo sono un servizio e una funzione fondamentale delle comunità e della società, sono anche un LAVORO.

La manifestazione toscana a sostegno della cultura, dello spettacolo e delle sue maestranze si terrà a Firenze in piazza della Repubblica alle ore 17:00.
Tutte le persone che intendono partecipare sono invitate ad indossare la mascherina e ad adottare tutti i d.p.i. necessari per garantire la riuscita del presidio in totale sicurezza. Partecipare all’evento vuol dire partecipare in forma simbolica ad una grande mobilitazione nazionale per la Cultura, per ribadire, tutte e tutti insieme, che nei processi di ricostruzione il ruolo della Cultura è sempre stato fondamentale.

Le maestranze dello spettacolo e della cultura sono invitate a portare in piazza i “simboli” della propria professione; l’invito è il seguente: “Resteremo immobili con i nostri strumenti di lavoro. Siamo sempre stati invisibili. Approfittiamone per renderci visibili e per dimostrare che la nostra è una professione e come tale va trattata, tutelata e considerata”.

 

Ultime Notizie

Giovane affetto da grave aritmia operato a Pisa grazie a una innovativa tecnica

Cardiologia dell'Aoup prima in Italia a farlo e unico centro toscano. PISA. Una nuova tecnica di ablazione epicardica per il trattamento di una grave forma...

Chiusi un ristorante kebab e una sala giochi

Provvedimento di chiusura temporanea per 3 giorni. PISA. La Polizia di Stato ha eseguito ieri due provvedimenti del Questore inerenti la sospensione temporanea della licenza,...

Vandali (di nuovo) in azione: danneggiati i sedili del bus che collega Volterra con Pontedera

Autolinee Toscane segnala l'ennesimo danneggiamento di un mezzo che copre la tratta Volterra-Pontedera. Pronta una nuova denuncia alle autorità. PONTEDERA. Si è registrato l'ennesimo atto...

Muore noto avvocato

Addio all'avvocato Berti Mantellassi, noto penalista. PISA. Si è spento all’età di 74 anni l’avvocato Giovanni Berti Mantellassi, noto penalista pisano e figura di riferimento...

Muore nota ristoratrice della Valdera

La Valdera piange la scomparsa di Lucia Giorgi. CAPANNOLI. Si è spenta Lucia Giorgi, vedova Morelli, classe 1944, ristoratrice molto conosciuta prima per la pizzeria...

Tutto pronto per il mercatino di Natale a Val di Cava

Bancarelle con prodotti artigianali e tante idee per i regali di Natale. Arriva il mercatino a Val di Cava. PONSACCO. Si terrà domani, 8 dicembre,...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Toscana: 2.413 nuovi casi Covid e 18 decessi, in calo pressione su ricoveri

CORONAVIRUS. 2.413 nuovi casi, età media 37 anni. Sono 18 i decessi. I ricoverati sono 826 (20 in meno rispetto a ieri), di cui 55...

Incidente nella notte a Vicopisano: muore una donna di Bientina

Tragedia nella notte. La donna è morta sul posto. VICOPISANO. Domenica 4 dicembre intorno alle ore 1.30 si è verificato un incidente stradale mortale sulla...

Santa Maria a Monte piange il suo storico barista ‘Grappino’

Morto Giancarlo, per tutti 'Grappino', storico barista di Ponticelli: molti i messaggi di cordoglio. SANTA MARIA A MONTE – E’ morto Giancarlo Botti, per tutti...

Partorisce sulla barella della Misericordia di Peccioli prima di entrare in maternità

Ecco quanto riportato dalla Misericordia di Peccioli in merito ad un bambino (come ci conferma la maternità del Lotti) che aveva fretta di nascere. "Questa...

Muore noto professore

Addio a Michele Olivari, studioso e ricercatore dell'ateneo pisano. PISA. Lutto in città per la scomparsa, nel pomeriggio di ieri, del professor Michele Olivari. "D'origine genovese,...

Valdera, muore storico imprenditore delle cucine

Con la scomparsa di Fernando Toncelli, la Valdera perde uno dei suoi più grandi imprenditori. È venuto a mancare all'età di 99 anni Fernando Toncelli, fondatore...