24 C
Pisa
lunedì 21 Giugno 2021

Raccolti in centro storico a Pisa migliaia di mozziconi di sigaretta

PISA. Oltre 6 mila mozziconi di sigaretta, per un totale di 2,4 kg di peso, raccolti in una sola un’ora di lavoro di sei persone. Sono i numeri dell’evento dimostrativo che si è svolto lunedì 31 maggio a a Pisa e al quale ha preso parte anche l’assessore all’ambiente Filippo Bedini.

L’appuntamento ha visto protagonisti alcuni volontari dell’associazione Acchiapparifiuti che, suddivisi in squadre e dotati di una sorta di piccolo aspirapolvere chiamato Acchiappamozziconi, hanno ripulito dai mozziconi di sigaretta l’asse pedonale cittadino che va da piazza Vittorio Emanuele a Borgo Largo.

«Ci siamo divisi in squadre – dichiara l’assessore all’ambiente Filippo Bedini – e in circa un’ora di lavoro abbiamo raccolto oltre due chili di sigarette abbandonate. I mozziconi sono tra i rifiuti più dannosi per l’ambiente perché si degradano molto lentamente. Questo strumento consente di intervenire in tutti quei luoghi in cui non possono arrivare gli operatori di igiene urbana, come ad esempio grate stradali o fioriere: può quindi risultare molto utile sia da un punto di vista ambientale, che come ulteriore tassello nella lotta al degrado. Pensiamo inoltre che vedere in azione uno strumento specifico pensato per raccogliere questi rifiuti così inquinanti, possa funzionare a livello di sensibilizzazione della cittadinanza per il messaggio che trasmette: a differenza di altri fenomeni di abbandono, penso che per i mozziconi di sigarette in buona misura la cattiva abitudine di gettarli a terra dipenda dalla sottovalutazione del danno che si arreca all’ambiente. Proporremo a Geofor l’acquisto di un certo numero di questi apparecchi che potranno essere usati periodicamente dagli operatori, alternativamente, nelle varie zone della città».

«Quello che cerchiamo di fare – dichiara l’inventore dell’’acchiappamozziconi’ Saimir Dashi – è dare un messaggio a tutti i cittadini affinché ci sia più attenzione nel rispettare l’ambiente e sporcare meno la città».

«L’associazione Acchiapparifiuti – dichiara il fondatore Sergio Giovannini – è nata nel 2017. Da molto avevamo messo in programma questo evento a Pisa, ma siamo stati costretti a rimandarlo a causa del Covid. L’Acchiappamozziconi è un prodotto brevettato e unico al mondo nel suo genere: uno strumento molto leggero, semplice da usare e dal costo contenuto visto che ha un prezzo di 130 euro. Stiamo promuovendo questo strumento nei confronti delle pubbliche amministrazioni, ma anche nei confronti delle scuole e delle associazioni».

Ultime Notizie

Rientro anticipato dal mare, gioca l’Italia: c’è chi chiede il maxi schermo a Ginestra

Il richiamo della Nazionale di Calcio italiana è più forte dell'ultimo scampolo di mare, tanto che si stanno già registrando incolonnamenti.In questi minuti si...

Covid a Pisa, Volterra e Valdera: domenica 26 giugno solo 6 casi

Le anticipazioni parziali sono giunte questa mattina grazie al presidente della Regione Toscana, di seguito riportiamo il dettaglio di quanto emerso nelle ultime 24...

Covid-19 in Toscana: il bollettino di oggi, domenica 20 giugno

COVID.19. 55 nuovi casi, età media 37 anni. I decessi sono 5. Questa l'estrema sintesi del bollettino sanitario diramato oggi, domenica 20 giugno, da...

Mezzi pubblici, capienza fino all’80 per cento. Al via lunedì

L'assessore ai trasporti Stefano Baccelli aggiorna sulla questione trasporti pubblici e annuncia:Da lunedì, con l’entrata della Toscana in zona bianca la capienza massima sui...

Addio al cavaliere Arzilli, storico ristoratore e ambasciatore del tartufo nel mondo

La città della Rocca piange la scomparsa di Dino Arzilli, patron e chef del ristorante Genovini.Se ne va l’uomo che ha portato i sapori...

In arrivo 15 attraversamenti pedonali luminosi

CASCINA. Fase conclusiva per altri quindici attraversamenti pedonali luminosi in varie frazioni del Comune. Uno strumento per far crescere la sicurezza stradale, in particolare...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...