Sardine contestano Salvini al mercato: ''Hanno violentato con un click la vita di una 20enne''

PONTEDERA. Anche le sardine presenti stamattina al comizio di Salvini.
In un post facebook le sardine pontederesi hanno spiegato il perché della loro presenza di stamattina al comizio di Salvini.
Nella loro dichiarazione possiamo leggere: "Due mesi fa Matteo Salvini e Susanna Ceccardi hanno pensato bene di mettere alla gogna pubblica una nostra compagna pontederese, dandola in pasto ai loro aguzzini sulle proprie pagine facebook piene di odio e rancore.
In un secondo hanno rovinato la vita ad una ragazza di vent'anni, un attimo dopo ricoperta di minacce di morte e insulti razzisti perché di origine marocchina e musulmana.
Oggi siamo a casa sua, insieme alla comunità musulmana, per comunicare al mercato di Pontedera, alla città, quello che è il vero volto della candidata alla regione della Lega Toscana.
Mentre cerca di recuperare disperatamente il voto moderato - continuano le sardine - noi vogliamo ricordare una delle grandi imprese del suo partito, come quando hanno violentato con un click la vita di una ragazza di vent'anni.
La Toscana non si Lega."
 
Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It