Da settembre alle medie di Ponsacco, due classi con il tempo lungo

PONSACCO. Il prossimo anno scolastico ci sarà un'importante novità per gli studenti della scuola media inferiore di Ponsacco: da settembre due classi prime potranno usufruire del tempo scuola su 5 giorni, con 2 rientri pomeridiani.

Sono state accolte tutte le 49 richieste di iscrizione presentate dalle famiglie, senza bisogno quindi di ricorrere a graduatorie o dover fare scelte. La notizia, molto attesa dai genitori, è stata comunicata a sorpresa durante una riunione on line organizzata dalla dirigente Maura Biasci, e alla quale hanno partecipato la Presidente del consiglio d'Istituto Debora Burchi e l'Assessore alla scuola Stefania Macchi.

"Il 25 gennaio si sono concluse le iscrizioni per le scuole - dichiara l'assessore Macchi - la necessità che è emersa dalle richieste pervenute alla scuola era quella di avere due prime con due rientri pomeridiani, per permettere alle famiglie una migliore organizzazione dei tempi di vita e di lavoro. L'amministrazione si è quindi presa l'impegno di verificare che vi fossero le condizioni per attivare questo ulteriore servizio esteso a tutto il ciclo scolastico: sono state fatte proiezioni dati alla mano e sono stati valutati i prospetti economici".

I numeri dei nuovi iscritti a Ponsacco pervenuti dall'Ufficio scuola parlano chiaro: alla scuola dell'infanzia 112 iscritti distribuiti nelle sei scuole del territorio (Val di Cava, Le Melorie, Giusti, Machiavelli, Borghi, Camugliano), alla scuola primaria 119 iscritti distribuiti nelle quattro scuole (Giusti, Val di Cava, Le Melorie, Fucini/Mascagni) e alla secondaria di primo grado 168 iscritti Distribuiti su sette classi prime. Ma le buone notizie non sono finite qui. E' stato erogato anche il saldo del "Pacchetto scuola": il contributo regionale da 300,00 euro destinato alle spese delle 200 famiglie di Ponsacco per la frequenza scolastica.

"Ancora una volta emerge la volontà della nostra Amministrazione di tutelare le necessità delle famiglie - dichiara la sindaca Francesca Brogi - con questa scelta abbiamo compiuto un importante sforzo economico a beneficio delle famiglie, dimostrando grande sensibilità e cercando di venire incontro alle esigenze dei genitori che lavorano. La nostra volontà, e lo abbiamo dimostrato sin dall'inizio dell'anno scolastico, è quella di garantire tutti i servizi importanti, come la mensa, il pre e post scuola, nonostante tutte le difficoltà della gestione e una pandemia che ancora ci costringe a fare i conti con questa emergenza".

Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It