Parrucchieri e lavanderie, via libera ai clienti dei comuni limitrofi

PISA. Il Prefetto chiarisce "Dai parrucchieri e alle lavanderie, anche dai comuni limitrofi"

“Per usufruire di servizi alla persona, come parrucchiere o lavanderia, sarà possibile adesso spostarsi dal comune di residenza seppur in un ragionevole ambito di contiguità territoriale. Questo grazie all’interpretazione del prefetto Giuseppe Castaldo rispondendo ad una nostra richiesta formulata nel fine settimana”. E’ Simone Romoli, responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord, ad annunciare la circolare firmata dal prefetto con la quale si chiarisce la questione degli spostamenti tra intercomunali per usufruire di servizi. “Il prefetto – spiega ancora Romoli – ha chiarito che va ammesso lo spostamento tra comuni contigui sia nel caso in cui manchi nel proprio territorio di residenza una attività in grado di soddisfare le proprie esigenze, sia quando ci sia una maggiore offerta, anche in termini di migliore convenienza economica appunto nei comuni vicini. Questa interpretazione, già valida per fare la spesa, è estesa ora anche per alle attività che erogano servizi alla persona con la finalità di assicurare concretamente pari opportunità e motivati margini di scelta ai consumatori sebbene sempre in un ragionevole ambito di contiguità territoriale”. La conclusione di Simone Romoli: “Un ringraziamento particolare al prefetto di Pisa per la tempestività del suo intervento, comprendendo la delicatezza del momento per il settore acconciature, che conferma l’ottima collaborazione con la nostra associazione”.

O.R.

Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It